Torta sbriciolata al cacao con ricotta e scaglie di cioccolato fondente

Torta sbriciolata al cacao con ricotta e scaglie di cioccolato fondente

Da quando e’ iniziata la quarantena, la sensazione che tutti i giorni siano uguali mi ha assalito e almeno la domenica cerco di non farmi “risucchiare” dalle incombenze casalinghe come capita durante gli altri sei giorni.

E così ben venga pranzare in giardino e ricordarsi che la domenica dovrebbe essere per tutti, anche per chi e’ sempre a casa, un giorno di “relax”: ho rimandato a lunedì tutte quelle faccende che non erano urgenti, preparato il pranzo E gustato in giardino e poi, nel pomeriggio, mi sono fatta aiutare da Liam a preparare una torta.

Torta sbriciolata al cacao con ricotta e scaglie di cioccolato

Una cosa che ho imparato in questi quaranta giorni e’ non dare nulla per scontato perché non è così scontato trovare sempre i prodotti che utilizzo abitualmente al supermercato, utilizzare in modo misurato gli ingredienti che ho in casa, se possibile non sprecarli perché potrei non trovarli nel giorno e nell’orario in cui si va a fare la spesa, ormai confinata ad una volta alla settimana.

E così, controllando in frigorifero, ho notato che la scadenza della ricotta era ormai molto ravvicinata. Perché se fare la spesa una volta a settimana ti consente di fare grande scorta e di non dover uscire spesso in questa situazione di contingenza, dall’altro e’ pur vero che se non si utilizzano in modo accorto i prodotti acquistati si rischia di doverli buttare via.

Torta sbriciolata al cacao con ricotta e scaglie di cioccolato

Per accontentare così tutti, ho pensato di preparare la Torta sbriciolata al cacao con ricotta e scaglie di cioccolato fondente.

Torta sbriciolata al cacao con ricotta e scaglie di cioccolato

Questa sbriciolata e’ una Torta sbriciolata, quindi ho realizzato dei bordi abbastanza alti con la frolla sbriciolata così da formare un guscio che potesse contenere un bel ripieno di ricotta e – poiché non ho più in dispensa le gocce di cioccolato ma un blocco di scorta di cioccolato fondente – ho preparato delle scaglie.

Cioccolato fondente

Ecco come si prepara.

Ingredienti:

  • 250 g di farina 00
  • 50 g di cacao amaro in polvere
  • 100 g di burro freddo
  • 100 g di zucchero
  • 8 g di lievito vanigliato per dolci
  • 1 uovo
  • estratto di vaniglia o semini di mezza bacca di vaniglia

Per il ripieno:

  • 350 g di ricotta ben sgocciolata
  • 150 g di zucchero
  • 1 uovo intero
  • 100 g di cioccolato fondente
  • Estratto di vaniglia (o semini di mezza bacca di vaniglia)
Torta sbriciolata al cacao con ricotta e scaglie di cioccolato fondente

Preparazione:

  1. Inserite tutti gli ingredienti della sbriciolata in un mixer, o in una planetaria e azionate a velocità media, gli ingredienti si devono amalgamare formando un composto molto granuloso.
    Se utilizzate il Bimby, basteranno 40 secondi a velocità 4. Io ho utilizzato 1 minuto per ottenere una sbriciolata più fine
  2. Pre-riscaldate il forno a 180 gradi in modalità statico
  3. Scegliete una tortiera da 20 cm a cerniera e con fondo amovibile, oppure un anello regolabile da pasticceria
  4. Foderate con carta forno la teglia se utilizzate un anello
  5. Imburrate ed infarinate la tortiera o l’anello
  6. Su di un tagliere, con un coltello grande e affilato tagliamo grossolanamente il cioccolato fondente, realizzando delle scaglie
  7. In una ciotola, mettiamo la ricotta ben sgocciolata, lo zucchero e lavoriamo bene con un cucchiaio così da far sciogliere lo zucchero
  8. In una ciotolina mettiamo l’uovo intero E sbattiamolo leggermente con la forchetta, poi travasiamolo nel composto di ricotta e zucchero e lavoriamo amalgamando bene
  9. In ultimo, aggiungiamo le scaglie di cioccolato fondente e amalgamiamo tutto
  10. Prendiamo una parte della sbriciolata al cacao e realizziamo il fondo della torta, Versandolo sulla base e premiamo con il dorso di un cucchiaio evitando di lasciare buchi
  11. Con altra sbriciolata realizziamo Con le mani i bordi della torta, premendo contro l’anello o la tortiera affinché’ il composto si indurisca un po’. Regolatevi con la quantità di sbriciolata: dovreste utilizzare un terzo per il fondo, un terzo per i bordi e un terzo per la superficie
  12. Ora che il guscio di frolla e’ realizzato, con un cucchiaio versiamo la farcia di ricotta e cioccolato nella torta e livelliamo
  13. Copriamo accuratamente tutta la superficie di ricotta con la sbriciolata al cacao rimasta, evitando di lasciare buchi
  14. Se il forno ha raggiunto la temperatura di 180 gradi possiamo infornare, facciamo cuocere Per 35-40 minuti. La cottura può variare da forno a forno, io ho iniziato a controllare la cottura dopo i 30 minuti.
  15. Sfornate il dolce e lasciatelo raffreddare completamente.
  16. Una volta freddo, sformate la torta sbriciolata al cacao su un piatto piano, passando un coltello lungo i bordi della tortiera e poi aprendo delicatamente l’anello e sfilandolo.
  17. Se vi piace, potete spolverizzare leggermente con zucchero a velo
Torta sbriciolata al cacao con ricotta e gocce di cioccolato fondente

Questa sbriciolata e’ davvero golosa! Il ripieno di ricotta con le scaglie di cioccolato poi la rende speciale!

Torta sbriciolata al cacao con ricotta e scaglie di cioccolato fondente

Potrete conservare la Torta sbriciolata anche in frigorifero, sara ancor più deliziosa.
Provatela se vi va 👍🏻 e condividete la ricetta 🔄

Torta sbriciolata al cacao con ricotta e scaglie di cioccolato fondente

Torta Cioccolatino al Peperoncino piccante

Oggi vi propongo una torta classica, la Torta Cioccolatino, una torta di puro cioccolato che rimane bassa, ma con un cuore morbido, cremoso e molto umido, alla quale non si può proprio resistere.

…E se poi fosse anche piccante?

Il cioccolato si presta ad essere aromatizzato con le spezie, ormai lo sappiamo bene noi amanti del cioccolato e così, per questa occasione, ho deciso di utilizzare il peperoncino e, perché no, un bicchierino di Rhum.

Una Torta speciale, golosissima e un pò “trasgressiva”.

Ecco come ho preparato la Torta Cioccolatino al Peperoncino piccante.

Ingredienti:

  • 4 uova a temperatura ambiente
  • 200 g di cioccolato fondente, tagliato a tocchetti
  • 200 g di zucchero a velo
  • 110 g di burro
  • Mezzo cucchiaino di peperoncino piccante in polvere (senza semini)
  • 30 ml di Rhum invecchiato (in alternativa Grappa)
  • cacao in polvere qb

Preparazione:

  1. Per prima cosa, prendiamo due ciotole e separiamo i tuorli dagli albumi
  2. Pre-riscaldiamo il forno in modalità statico a 180 gradi
  3. Scegliamo una tortiera ( o un anello) del diametro di 20 cm, imburriamola e infariniamo i bordi ed il fondo con la fecola di patate, oppure con la farina
  4. Nella ciotola con gli albumi, montiamo a neve gli albumi con un pizzico di sale
  5. Nell’altra ciotola, disponiamo i tuorli d’uovo e lo zucchero a velo e montiamo il composto fino a che diventi chiaro e spumoso. Se avete il Bimby, potete lavorare il composto alla velocità 4 per 1 minuto
  6. Sul fornello, disponete un pentolino con tre dita d’acqua e sopra appoggiate una ciotola di alluminio (che resista al calore del fuoco)
  7. Sciogliamo quindi, a fiamma bassa, il burro ed il cioccolato fondente a bagnomaria fino a quando non sarà diventata una crema morbida e fluida
  8. Lasciamo raffreddare, poi aromatizziamo con il peperoncino in polvere e il Rhum.
  9. Uniamo la ganache di cioccolato ottenuta gradualmente nella ciotola delle uova montate, e amalgamiamo con una spatola fino a che il composto non sia omogeneo
  10. Aggiungiamo gli albumi montati a neve, un cucchiaio alla volta, amalgamando bene con una spatola, facendo movimenti dal basso verso l’alto affinché il composto non si smonti
  11. Travasiamo il composto nella tortiera ed inforniamo (forno già caldo a 180°) per circa 30 minuti
  12. Proseguiamo la cottura per circa 5-10 minuti a 120°
  13. Sforniamo la torta e lasciamola raffreddare prima di sformarla su un piatto
  14. Spolverizziamo con cacao amaro in polvere

Non fatevi ingannare dall’aspetto, la torta vi risulterà bassa, con la parte superiore che avrà una crosticina sottile: é giusto così, é la particolarità della torta cioccolatino, la quale non ha farina, é quindi senza glutine, non ha lievito e per tanto non sarà particolarmente “gonfia”.

Ma una volta che taglierete la prima fetta, vi renderete conto che questo dolce é speciale: un ripieno “cioccolatoso” che rimane particolarmente umido e cremoso.

Se vi va, potete capovolgere la torta sul piatto di portata, come ho fatto io: la crosticina non sarà visibile, anche se é la particolarità della torta, tuttavia l’aspetto sarà uniforme e spolverizzandovi sopra il cacao amaro questo vi rimarrà facilmente attaccato.

Questa torta é una manna per i veri golosi del cioccolato.

Non solo, é anche un dolce che con il piccante del peperoncino e l’aroma del Rhum risulta particolarmente indicata per festeggiare una serata, un evento o qualcosa di veramente speciale.

Provatela! ❤️

Torta Caprese – ricetta di Sal de Riso

Alzi la mano chi ancora non conosce la Torta Caprese!

Per fortuna il nostro Bel Paese é ricco di tradizioni e in fatto di cucina, salata o dolce che sia, c’é sempre una ricettina che non vediamo l’ora di condividere  o sfoggiare nella migliore delle occasioni!

Per gli amanti del cioccolato e della frutta secca (in particolare mandorle e nocciole), la Torta Caprese é un piccolo dolce peccato e farà sicuramente contenti tutti i vostri ospiti.

Nata a Capri, e questo ci piace e suona così incredibilmente romantico, la Torta Caprese, come molti altri capisaldi della pasticceria internazionale, sembra essere nata per una dimenticanza del pasticcere che la creò, un certo Carmine Di Fiore, nel lontano 1920.

E contrariamente a quanto potessi immaginare, essendo lo sfondo di Capri così meravigliosamente magico (faraglioni, i colori, il mare azzurro, i giardini di Augusto), la storia di questa Torta ha davvero poco di romantico… sembra infatti che il pasticcere Di Fiore fu chiamato a preparare una torta per tre scagnozzi di Al Capone, arrivati a Capri per procurare una partita di ghette. Pare che nella fretta o per la tensione stessa di preparare la torta richiesta da questi tre malviventi, il buon Di Fiore si dimenticò di aggiungere all’impasto della torta di mandorle e cioccolato, proprio la farina!

Questa dimenticanza, tuttavia, rese questa torta memorabile e piacque così tanto che tutti vollero la ricetta, diventando cosi nel tempo un dolce tipico della zona di Capri, dalla quale si diffuse velocemente lungo la Costa d’Amalfi e la Penisola Sorrentina.

Data la bontà di questa torta, non poteva essere altrimenti..

Prepariamola insieme.

Ingredienti:

  • 170 g di zucchero a velo (dividetelo in due parti uguali, da 85 g l’una)
  • 170 g di burro morbido (temperatura ambiente)
  • semi di mezza bacca di vaniglia
  • 170 g di cioccolato fondente grattuggiato
  • 148 g di albumi (in media, un albume pesa circa 30 g, quindi 5 uova) a temperatura ambiente
  • 85 g di nocciole tostate in polvere
  • 85 g di mandorle tostate in polvere
  • 1 pizzico di sale
  • 14 g di cacao amaro in polvere
  • 25 g di fecola di patate
  • 4 g di lievito per dolci
  • 85 g di tuorli (in media, un tuorlo pesa circa 15 g) a temperatura ambiente

Procedimento:

  1. In una ciotola, montate il burro con metà dello zucchero, quindi 85 g di zucchero a velo e aggiungetevi i semi della bacca di vaniglia. Io ho utilizzato l’estratto di vaniglia in gel che trovate nei tubetti al supermercato di Paneangeli, e ne ho utilizzati tre cucchiaini pieni.
  2. In forno, fate tostare le mandorle e le nocciole e poi polverizzatele utilizzando il mixer. Per velocizzare questo passaggio, io ho tuttavia utilizzato mandorle e nocciole già grattugiate che vendono in buste da 400 grammi.
  3. Montate bene il composto e aggiungetevi un pizzico di sale
  4. Aggiungete ora i tuorli d’uovo, uno alla volta, gradualmente, fino a che non saranno assorbiti. Consiglio realmente di pesare sia i tuorli che gli albumi cosi da avere esattamente la dose prevista dalla ricetta di Sal
  5. Preriscaldate il forno a 160 gradi in modalità ventilato.  Non vi nascondo di aver preferito la modalità “statico” per abitudine di cottura con questo tipo di impasti e di torte. Sappiate però che le indicazioni di Sal prevedono il forno “ventilato”.
  6. Prendete il cioccolato fondente e grattugiatelo tutto. Io l’ho tritato finemente utilizzando il mixer.
  7. In una ciotola, a parte, miscelate bene le polveri setacciandole: cioccolato fondente grattugiato, le mandorle tostate e polverizzate, le nocciole tostate e polverizzate, la fecola di patate, il cacao in polvere, il lievito per dolci e tenete da parte
  8. In una ciotola grande, pesate gli albumi e iniziate a montarli con le fruste, aggiungendovi gradualmente i rimanenti 85 grammi di zucchero a velo. Gli albumi dovranno essere montati a neve, ma non dovranno essere “fermi”, cioé non dovranno essere montati troppo, ma, come si dice in gergo “a becco d’uccello“, vale a dire che il composto, dalla frusta, dovrà formare una specie di becco, appunto.
  9. Avete quindi ora, dinanzi a voi, 3 ciotole: una con il composto di tuorli d’uovo e zucchero, una con le polveri, una con gli albumi montati
  10. Procedete ora ad aggiungete al composto dei tuorli, burro e zucchero, 1/3 del composto fatto di albumi e 1/3 delle polveri setacciate, e procedete ad amalgamare bene; procedete ad aggiungere ancora 1/3 di albumi e 1/3 di polveri, amalgamando dal basso verso l’alto, e ancora un’ultima volta con l’ultimo terzo di composto.
  11. Imburrate una tortiera e infarinatela utilizzando la fecola di patate. Io ho utilizzato un anello apribile che non ha il fondo, ed ho allargato l’anello fino ad avere un diametro di 23 cm, poi ho foderato con carta forno la teglia del forno.
  12. Versate il composto ottenuto nella tortiera e livellate bene.
  13. Lasciate cuocere per circa 45-50 minuti.
  14. A cottura ultimata, sfornate la Torta Caprese e lasciatela raffreddare
  15. Una volta fredda, sformatela dalla vostra tortiera
  16. Decoratela a piacere con abbondante zucchero a velo, utilizzando uno stencil o delle formine o un centrino. Io mi sono ricordata di avere un bellissimo sottopentola in acciaio dalla sagoma geometrica e così ho deciso di utilizzarlo come fosse uno stencil.

La particolarità della ricetta di Sal De Riso, rispetto alla ricetta tradizionale, é che il cioccolato non viene fuso a bagnomaria, come abbiamo fatto in passato in questa ricetta, bensì solo grattuggiato. Inoltre, usualmente la ricetta prevede solo mandorle, mentre in questo caso la torta ha sia mandorle che nocciole.

E’ una torta che già normalmente piace moltissimo, soprattutto agli amanti del cioccolato e soprattutto é senza glutine, per tutti coloro che ne sono intolleranti. Se poi, come in questo caso, la ricetta é di un grande Maestro Pasticcere che tutti adoriamo, quale é Sal de Riso, beh, che dire di più, se non che é superlativa?

Una torta indimenticabile.

E voi, l’avete già provata?

Brownies al cioccolato

Oggi vi parlo dei Brownies, fatti a modo mio. 

Preparati nei giorni antecedenti il Natale, questi Brownies rievocano proprio questo periodo dell’anno, profumano di buono, mentre sciolgo il cioccolato fondente, penso che in fondo si, i brownies sono una bella e dolce scoperta, grazie un po’ alle tradizioni che a volte facciamo nostre senza neanche rendercene conto, “importando” dal mondo anglosassone questo “dolce” modo di concederci una pausa deliziosa, fatta di cioccolato e frutta secca, in genere noci (tanto amate, e soprattutto a Natale”).

I miei brownies durante le feste natalizie diventano improvvisamente piccole e grandi stelle. Perché in questo periodo, quasi alle soglie della fine di un anno, non si puo’ non pensare a quello che abbiamo vissuto in questi 365 giorni.

Stelle.

Abbiamo un modo migliore per rappresentare questo periodo? 

Forse si, esiste, ed ognuno di voi avrà sicuramente il proprio. 

Questo blog delle stelle ne ha fatto un nome, partendo da una canzone che mi accompagna da una vita, “L’isola che non c’ è” di Edoardo Bennato e quel “seconda stella a destra, questo è il cammino, e poi dritto fino al mattino…” che ho cantato per la prima volta a nove anni, e da allora non ho più dimenticato, arrivando a ciò che le stelle possono rievocare ogni volta che le volgiamo lo sguardo all’insù. 

Ecco i brownies a modo mio.

Ingredienti:

  • 100 g di Cioccolato fondente
  • 100 g di mandorle tritate (o farina di mandorle)
  • 50 g di farina 00 autolievitante (Miscela di farina che contiene già il lievito)
  • 50 g di farina normale
  • 2 cucchiai di cacao
  • 275 g di zucchero
  • 125 g di burro morbido
  • 2 Uova a temperatura ambiente
  • mezzo cucchiaino di estratto di vaniglia (oppure semini di mezza bacca di vaniglia)

1 Teglia quadrata da 20 cm di lato, profonda

1 terrina resistente al calore da appoggiare sopra al pentolino

Preparazione

  1. Preriscaldate il forno a 180° C in modalità statico
  2. Preparate la teglia da 20 cm di lato, imburratela ed infarinatela
  3. In una terrina resistente al calore, mettetevi il cioccolato spezzettato
  4. Riempite un pentolino d’acqua per circa un quarto, mettetelo sul fornello piccolo, sopra adagiatevi la terrina, la quale non dovrà toccare l’acqua, e lasciate sciogliere il cioccolato lentamente, utilizzate un cucchiaio di legno per mescolare di tanto in tanto il cioccolato finché non sarà completamente sciolto; con un paio di presine o guanti da forno estraete la terrina dal pentolino
  5. Prendete una ciotola e sbattetevi le uova con un frullino elettrico
  6. A parte, nella planetaria oppure in un’altra ciotola, sbattete il burro, lo zucchero e la vaniglia fino ad ottenere un composto cremoso
  7. Aggiungetevi, gradualmente, le uova sbattute, un po’ alla volta e amalgamate bene
  8. Prendete un setaccio, e direttamente nella ciotola setacciatevi i due tipi di farina con il cacao.
  9. Aggiungete il cioccolato fuso e mescolate bene
  10. Aggiungete le mandorle tritate (o la farina di mandorle) e amalgamate con un cucchiaio di legno
  11. Distribuite l’impasto nella teglia e livellate la superficie con il dorso del cucchiaio
  12. Infornate a 180° per 35 minuti. Il dolce dovrà lievitare un pochino e dovrà formarsi una crosticina in superficie
  13. Una volta cotto, togliere dal forno e lasciare raffreddare nella teglia per circa venti minuti
  14. Tagliate il dolce facendo 3 tagli in verticali e 3 in orizzontale
  15. In alternativa, potrete usare delle formine tagliabiscotto

Potrete spolverizzare i Brownies con zucchero a velo, decorandoli con degli stencil.

E voi come li preparate i vostri Brownies?

Plumcake al cioccolato e amarene

Oggi voglio presentarvi un gran bel peccato di gola, frutto della mia passione per il cioccolato e della bontà delle amarene sciroppate che quanto a dolcezza e versatilità di utilizzo non hanno nulla da invidiare a sua maestà il cioccolato.

In effetti, tutto è nato per merito di quel barattolo gigantesco di ceramica bianca e blu comprato in occasione della festa del papà per realizzare le zeppole; in realtà rimasto chiuso, sigillato e inutilizzato in attesa di un degno utilizzo; a febbraio, affascinata dalla bellezza di questo barattolo (che tutti sicuramente conoscerete!) nonché dalla bontà delle amarene, ne avevo comprati tre, quest’ultimo, cosi grande, era effettivamente in piu’.

Questa ricetta golosa che vi propongo oggi prevede quindi il cioccolato fondente, le amarene sciroppate e i biscotti secchi, da scegliere tra quello che piu’ vi piacciono.

E’ semplice da realizzare e soprattutto molto goloso.

L’ispirazione arriva dai Maestri Pasticceri, la cui ricetta originaria prevede l’utilizzo delle ciliegie (ottimo abbinamento), ma vi assicuro che realizzato con le amarene sciroppate la bontà di questo dolce non ne è da meno.

Ecco dunque cosa ci serve.

Ingredienti:

  • 100 g di cioccolato fondente
  • 100 g di biscotti secchi (tipo Orosaiwa)
  • 3 uova
  • 100 ml di latte intero
  • 50 g di burro
  • 250 g di amarene sciroppate (denocciolate)
  • stampo per plumcake (20 -22 cm)

Preparazione:

  1. Prepariamo un pentolino con due dita d’acqua e una ciotola che possa resistere al calore perché dovremo sciogliervi, a bagnomaria, il cioccolato fondente a pezzetti (o in pastiglie), il latte ed il burro a pezzetti insieme, a fuoco moderato
  2. Preriscaldiamo il forno a 190° in modalità statico
  3. Prendiamo uno stampo per plumcake di circa 20 -22 cm, imburriamolo ed infariniamolo
  4. In un mixer, tritate finemente i biscotti.
  5. In un piatto sbattete leggermente le uova e tenetele da parte
  6. Una volta che il composto di cioccolato si è completamente sciolto nella ciotola, togliete quest’ultima dal fornello e aggiungete al cioccolato i biscotti sbriciolati, le amarene sciroppate, le uova leggermente sbattute, mescolando il tutto con cura
  7. Versate ora il composto ottenuto nello stampo da plum-cake, sbattetelo delicatamente sul piano di lavoro (in questo modo eliminerete eventuali bolle d’aria)
  8. Infornate lo stampo e cuocete (a 190°) per circa 25 minuti
  9. Una volta cotto, sfornate e lasciate raffreddare, poi sformatelo sul piatto da portata

Potrete servire questo plumcake tagliato già a fette e accompagnato con un buon gelato alla vaniglia.

La particolarità di questo plumcake è che non vi è farina nell’impasto, ma solo quella dei biscotti sbriciolati

Una vera e propria delizia.

E a voi le amarene sciroppate piacciono?

 

Mini-pasticciotti al cioccolato ripieni di mascarpone

Di questa ricetta mi sono innamorata subito, nonostante poi abbia atteso del tempo prima di provarla, assaggiarla e confermare che…si’, è proprio golosa come sembra! Niente trucchi e niente inganni, cio’ che piu’ mi ha attirato dell’immagine della ricetta (forma, colore e ripieno) si è poi riconfermato in toto una volta sfornati e assaggiati.

Cosi come il pasticciotto tradizionale che adoro (e anche qui, la ricetta arriverà a breve) per questa “variazione sul tema” non ho avuto dubbi: il cioccolato fondente, il cacao, e la crema al mascarpone non possono che essere un successo.

Per la ricetta originale e quindi questa ispirazione, ringrazio la rivista “Più dolci” che mi ha fatto scoprire una vera e propria squisitezza.

Questi dolcetti sono ottimi per accompagnare un caffè o un tè pomeridiano, oppure per essere regalati su un bel vassoietto.

La base è composta da una frolla alle mandorle con cioccolato fondente e cacao che la rendono davvero squisita. La farcia è invece una crema al mascarpone che impreziosisce il ripieno di questi dolcetti indimenticabili..

Quanto alla forma, sono andata rivedere nel mio scaffale dedicato a stampi, stampini per dolci per ritrovare uno stampo di silicone di Pavonidea acquistato molto tempo fa, che ha 15 sfere del diametro di 4 cm, perfette per preparare questi bocconcini speciali.

Realizzarli non è poi cosi complesso come sembra.

Seguite i miei passaggi e vedrete che sarà semplicissimo.

Ingredienti:

Per circa 35 pasticciotti (diametro di 4 cm)

Frolla alle mandorle:

  • 350 g di farina 00
  • 50 g di farina di mandorle (io ho utilizzato le mandorle già tritate in sacchetto)
  • 2 uova a temperatura ambiente
  • 100 g di burro a temperatura ambiente
  • 50 g di cioccolato fondente (fuso e freddo)
  • 30 g di cacao amaro
  • 120 g di zucchero
  • 3 cucchiai di acqua fredda

Farcia

  • 180 g di mascarpone
  • 75 g di zucchero a velo
  • 1 tuorlo d’uovo
  • 1 bustina di vanillina

Preparazione:

  1. Pesate il cioccolato fondente e ponetelo in una ciotola adatta alla cottura a bagnomaria (acciaio), ponetela su un pentolino con due dita d’acqua e accendete il fornello. Fate fondere completamente il cioccolato fondente, a fuoco basso, rimestando con un cucchiaio di legno. Quando sarà fuso, togliete la ciotola dal pentolino utilizzando una presina (perché la ciotola scotta!!) e lasciate raffreddare completamente
  2. In una ciotola, o in una planetaria, mescolate e setacciate le farine con il cacao
  3. Aggiungetevi il burro a pezzetti e lo zucchero ed iniziate ad impastare il composto
  4. Aggiungete le uova, il cioccolato fuso e freddo e l’acqua fredda ed impastate fino a formare un panetto di pasta frolla. Se utilizzate la planetaria, l’impasto dovrà staccarsi dalle pareti della ciotola
  5. Avvolgete il panetto in una pellicola e lasciate riposare almeno 30 minuti in frigorifero
  6. Prepariamo la farcia: mescolate il mascarpone allo zucchero a velo e amalgamateli, aggiungete il tuorlo leggermente sbattuto, aggiungete la vanillina e amalgamate
  7. Imburrate ed infarinate lo stampo che intendete utilizzare; io ho utilizzato le mini-sfere ma potrete utilizzare anche lo stampo per mini-muffin
  8. Pre-riscaldate il forno in modalità statico a 170°C
  9. Preparate un piano di lavoro per stendere il panetto di frolla: potrete lavorarlo tra due fogli di carta forno, stendetelo col mattarello e con un coppapasta di 4,5 cm realizzate i dischi che serviranno per foderare le sfere dello stampo e foderate le basi delle sfere; la pasta non dovrebbe fuoriuscire troppo dal bordo, se necessario, date una forma omogenea utilizzando le dita
  10. Farciteli con un cucchiaino di farcia, oppure, potete utilizzare una sac-a-poche con la crema al mascarpone, facendo attenzione a non sporcare i dischetti, poiché la farcia è abbastanza liquida
  11. Con un coppapasta da 4 cm, formate i dischi piu’ piccoli
  12. Inumidite il bordo dei dolcetti con un pochino di acqua (con un pennello o utilizzando le dita) e richiudeteli con i dischetti più piccoli
  13. E’ ora di infornare i dolcetti (170°C) pre circa 15 minuti; controllate la cottura con uno stecchino per capire se la frolla è asciutta e quindi cotta
  14. Sfornate lo stampo e lasciate raffreddare completamente i mini-pasticciotti prima di sformarli
  15. Decorateli con lo zucchero a velo

 

Realizzare questi dolcetti è davvero molto piacevole, sarà per la forma cosi particolare, per i profumi che sprigiona il cacao e il cioccolato e per come si presentano.

E’ stato un piacere anche mangiarli e regalarli. Pensateci, un dolcetto che piacerà, eccome se piacerà!

Pasticcini al cocco – ricetta di Martha Stewart

Cocco e bontà vanno di pari passo.

Non so quanti di noi riescano a resistere alla bontà del cocco, seppur nella sua dolcezza, i dolcetti al cocco conquistano sempre tutti. Una delle primissime ricette pubblicate su queste pagine è stata proprio una ricetta a base di cocco.

E di ricette sul web ne girano moltissime, non si contano piu’,  per la preparazione di questi dolcetti pero’ ho voluto provare la ricetta di Martha Stewart,  conduttrice televisiva e intrattenitrice statunitense di origini polacche, conosciuta nel mondo televisivo e dei magazine per i suoi progetti di cucina, giardinaggio, bon ton, fai-da-te, e, in generale, come guida nel lifestyle e nel ménage domestico; personaggio che molti di voi probabilmente conoscono. Nelle migliori librerie, si trova sempre in bella vista il suo “tomo” dedicato alla scuola di cucina, un vero e proprio volume; tuttavia,  il mese scorso, mentre scorrevo titoli e fissavo le copertine delle ultime uscite presenti nel mio angolino preferito dedicato alle pubblicazioni di pasticceria, ho trovato un libro meraviglioso di questo grande personaggio, interamente dedicato ai biscotti. E non ho potuto far altro che sfogliarlo, lasciarmi appassionare e .. comprarlo.

Si tratta di pasticcini al cocco, una ricetta semplice da realizzare, un dolcetto tira l’altro, soprattutto nella variante che contiene pezzetti di cioccolato fondente.

Ecco cosa vi serve per prepararli:

Ingredienti:

  • 2 albumi d’uovo
  • 200 g di cocco grattuggiato non zuccherato
  • 150 g di zucchero semolato
  • 160 g di gocce di cioccolato fondente o scaglie di cioccolato fondente

Preparazione:

  1. Preriscaldare il forno a 180 gradi in modalità statico
  2. Preparare una teglia e rivestirla con carta forno
  3. Separare i tuorli dagli albumi delle uova, tenere da parte gli albumi che vi serviranno per la preparazione dei dolcetti
  4. In una ciotola grande, mettere lo zucchero, il cocco grattuggiato e le gocce di cioccolato o scaglie di cioccolato fondente
  5. Amalgamare gli ingredienti e versarci sopra poco alla volta gli albumi, cercare di amalgamare il composto che gradualmente diventerà omogeneo e “appiccicoso”
  6. Per dare forma ai vostri dolcetti, potrete utilizzare le mani, bagnandole leggermente, prelevare con un cucchiaino delle piccole porzioni di impasto e poi con le mani formare delle piccole palline facendo pressione sul composto di cocco affinché rimanga legato e compatto.
  7. Porle sopra la teglia ed infornare per circa 12 minuti o fino a quando i dolcetti non saranno dorati.

Per preparare questi pasticcini, io ho utilizzato due ciotole, una per realizzare i pasticcini al cocco, l’altra per realizzarli con le scaglie di cioccolato fondente.   Ammetto di non essere particolarmente amante di dolcetti a base di cocco. Ma posso assicurarvi che chiunque li abbia assaggiati li ha trovati davvero eccezionali. Sono facili da preparare, velocissimi da fare e di sicuro effetto.

Provateli.

 

Torta alla zucca con gocce di cioccolato e spezie

Questo post la dice lunga su quanto sia in ritardo nella pubblicazione delle ricette, provate, rodate e piaciute..mentre in auto guardo, con gioia, decorazioni natalizie, luci colorate che già fanno risplendere la cittadina, mentre nel mondo Instagram e’ già corsa tra le blogger più famose della rete a pubblicare per prime immagini, ricette, icone natalizie, vetrine di grandi magazzini, in un fiume di scatti che pare di essere già alla Vigilia, realizzo tra me e me che sì, è proprio come rappresenta instagram, e’ già Natale, anche se manca un mese, siam qui già tutti a programmare di trascorrere i nostri week-end per Mercatini, alla ricerca di pensierini e doni.

Così, sempre tra me e me, penso che sia proprio ora di mettere insieme appunti, dosi ed ingredienti, di una torta preparata per Halloween, quindi quasi un mese fa, ma che può essere ancora tranquillamente preparata in questa decina di giorni novembrini che ci separano dal mese più festaiolo dell’anno, qualora aveste per casa una bella fetta di zucca da far fuori.

Torta alla zucca

Novembre e l’autunno, e le zucche, vellutate nel piatto o grosse ed ingombranti dinanzi alla porta, piccole, arancioni, bianche o verdi, che decorano casa e tavola.

Se avete tempo e voglia, quindi, fatevi coraggio: non c’è nulla di complicato, perché qui prepariamo cose semplici, forse in questo caso e’ solo un po’ lungo il procedimento, ma come sempre vi vorrei rassicurare: se riesco a farlo io, siete in una botte di ferro.

Ingredienti:

  • 350 g di zucca
  • 225 g farina auto lievitante
  • 200 g zucchero di canna
  • 175 ml di olio di semi di girasole
  • 100 g di gocce di cioccolato
  • 4 uova
  • 1 arancia
  • 1 cucchiaino di lievito
  • 1 cucchiaino di bicarbonato

Spezie:

  • 3 cucchiaini di cannella
  • 2 cucchiaini di zenzero in polvere
  • 1/4 cucchiaino di noce moscata
  • 1 pizzico di chiodi di garofano

Glassa:

  • 1 arancia
  • 50 g di burro morbido
  • 100 g di zucchero a velo
  • 100 g di cioccolato fondente
  • colorante alimentare rosso e giallo
  • 1/4 cucchiaino di cannella in polvere
  • 1/4 cucchiaino di zenzero in polvere

Torta alla zucca

Preparazione:

Torta:

  1. Preriscaldate il forno a 180 gradi, statico
  2. Imburrate ed infarinate una tortiera a cerniera di circa 26 cm
  3. Preparate la zucca, asportandone i semini e sbucciandola, poi grattugiatela tutta utilizzando i fori grandi, ci serviranno 250 g di polpa
  4. Prendete una terrina capiente, grattugiatevi dentro la scorza d’arancia utilizzando i fori piccoli
  5. Aggiungete lo zucchero e l’olio, e sbattete tutto per circa un minuto con un cucchiaio di legno
  6. In una tazza, rompete un uovo e versatelo nella terrina, e ripetete con le altre tre uova.
  7. Incorporate ora la zucca grattugiata e mescolate bene
  8. Prendete un setaccio dove metterete la farina con il lievito, il bicarbonato, e le spezie, setacciate tutte le polveri insieme incorporandole nella terrina
  9. Aggiungege le gocce di cioccolato e amalgamate bene tutto con una spatola
  10. Versate il composto nella tortiera e cuocete per circa 45 minuti o almeno fino a doratura della torta.
  11.  QUando sarà cotta, toglietela dal forno e lasciatela raffreddare nel suo stampo
  12. Estraetelo dallo stampo o capovolgetela su una gratella

Glassa all’arancia:

  1. Grattuggiate la scorza d’arancia sui fori piccoli. Spremete il succo di metà arancia
  2. In una terrina capiente, mettete metà della scorza grattugiata e aggiungete il burro
  3. Sbattere bene il composto ed aggiungere lo zucchero a velo setacciato, 1 cucchiaino e mezzo di succo d’arancia, un pochino di colorante rosso e di giallo e sbattete ottenendo un colore omogeneo arancione
  4. Appoggiate la torta su un piatto, il lato bombato dovrà essere sotto; sotto il piatto mettete una grata e sotto un vassoio capiente.
  5. Spalmate la glassa all’arancia sui bordi laterali della torta, cosicché abbia un cerchio arancione. Riponete in frigo

Glassa al cioccolato:

  1. Sciogliete il cioccolato fondente a “bagnomaria”, mescolando finché non sarà completamente sciolto
  2. Togiete dal fuoco e incorporate cannella e zenzero, e la metà rimasta della scorza grattugiata di arancia, versate sulla torta in modo che coli lungo i bordi.

La zucca non da particolare sapore, ma serve a rendere questa torta morbida e arancione, mentre le gocce di cioccolato e le spezie con l’arancia conferiscono al dolce un sapore che prepara ai dolci natalizi, agli aromi di dicembre, una buona scusa per prepararla anche in questi giorni.

Quanto a me, posso dire di aver fatto un passo avanti, superando la mia “avversione” per il mondo “pasta di zucchero”, ridandole quindi il posto giusto, cioè riconoscendo che è’ così bella per decorare, aiuta a far festa, a rendere biscotti e dolci ancora più belli,  ma che non necessariamente dovrà incontrare il mio palato 😂

Torta alla zucca

Budino al cioccolato – ricetta di Maurizio Di Mario

Fresco e goloso…non chiedetemi perché ma appena ho preparato il titolo “Budino al Cioccolato”, nella mia mente ho iniziato a canticchiare Pupo e la sua vintage “gelato al cioccolato “, dolce un po salato, tu gelato al cioccolato..

Si, il budino, che bontà! MI ricorda molto l’infanzia, ogni occasione era buona per mangiare il budino, fosse confezionato sul tavolo della mensa scolastica delle scuole elementari o a casa, in una domenica casalinga, il budino al cioccolato ha il potere di riportare alla mia mente bellissimi ricordi.

Questo è leggermente diverso dal solito…lo prepariamo seguendo i consigli di Maurizio di Mario. Così, tanto per vedere come un noto Pasticcere prepara un dolce simbolo di semplicità e molto casalingo..

Budino al cioccolato

Ingredienti:

  • 800 g di latte
  • 180 g di cioccolato fondente di ottima qualità
  • 160 g di zucchero
  • 150 g di burro
  • 80 g di farina
  • 1 cucchiaio di rum
  • granella di mandorle o nocciole

Preparazione:

  1. Prendete un pentolino e scaldate il latte
  2. Prendete una casseruola, mettevi il burro tagliato a pezzetti, lo zucchero e il cioccolato tagliato a pezzetti, accendete a fuoco basso e fate fondere mescolando con un cucchiaio finché il cioccolato non si sarà sciolto
  3. Unite gradualmente la farina e amalgamate bene il tutto
  4. Aggiungete subito il latte bollente e fate cuocere a fuoco basso, mescolando fino a quando si sarà addensato
  5. Lasciar bollire per cinque minuti
  6. Prendete uno stampo per budini e spennellatelo con il rum
  7. Versate la crema nello stampo e lasciatela intiepidire
  8. Una volta tiepida, mettete lo stampo in frigorifero per almeno due ore
  9. Per sformare il budino, immergete lo stampo per qualche secondo in acqua bollente
  10. Prendete il piatto da portata e mettetelo alla base del dolce, poi capovolgetelo e staccatelo lentamente dallo stampo
  11. Spolverizzate con della granella di mandorle o nocciole

Budino al cioccolatoIo ho utilizzato gli stampini mono porzione..erano sei e…niente, né ho mangiati due!

Ciambella morbida al cioccolato nocciolato e pere

Alla fine e’ trascorsa anche Pasqua ..andata, finita, volata. Mi è rimasto però un chilo in più, x chili che potrei metter su qualora la cioccolata che gira per casa non dovesse sparire in quattro e quattr’otto. Perché mi conosco, un pezzettino oggi, uno domani, fino ad esaurimento scorte, potrebbe essere una dolce abitudine a cui potrei abituarmi facilmente..

Cioccolato fondente con nocciole

Liam ha ricevuto molte uova pasquali, la fortuna è che però la cioccolata e’ rimasta dalla nonna…quello che è rimasto in casa qui da me, invece, è un ottimo uovo di cioccolato fondente nocciolato Novi che però è pericolosamente buono.

Quindi, come tutti i blog che si rispettino e che trattano “cibo”, non posso non dedicare un post al “riciclo” del cioccolato avanzato che “gira” per casa ancora in questi giorni.

Cioccolato fondente alla nocciola

Idee? Un milione! Ma nel milione di ricette a base di cioccolato, ho provato questa, che faceva al caso mio, anche perché avevo anche delle pere da consumare, ormai molto mature.

Una torta si può offrire, condividere, mangiare a colazione o accompagnare ad una tazza di tè.

Ecco la ricetta che mi ha ispirato, trovata sfogliando un inserto della rivista di cucina Alice “Torte e dolci di cioccolato”, io ho cambiato solo il tipo di cioccolato e la quantità di pere.

Ciambella morbida al cioccolato nocciolato e pere

 

Ingredienti:

  • 150 g di cioccolato fondente (io ho utilizzato il cioccolato fondente nocciolato Novi)
  • 2 uova a temperatura ambiente
  • 100 g di burro a temperatura ambiente
  • 100 g di farina 00
  • 120 g di zucchero semolato
  • 1 vasetto di yogurt bianco (125 grammi)
  • mezza bustina di lievito per dolci (8 grammi)
  • 4 pere (io ne ho utilizzate 2 )

 

Ciambella morbida al cioccolato nocciolato e pere

Preparazione:

  1. Preriscaldate il forno a 170 gradi, statico
  2. Imburrate ed infarinate uno stampo a ciambella (circa 24 cm)
  3. Fate sciogliere a bagnomaria il cioccolato tagliato a pezzetti con il burro, mescoliamo finché gli ingredienti non saranno fusi ed amalgamati. Poi togliamo dal fuoco
  4. Lavorare lo zucchero con le uova fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso
  5. Aggiungere lo yogurt, il cioccolato fuso, la farina setacciata con il lievito e lavorate il composto amalgamando gli ingredienti (io ho utilizzato il Bimby, velocità 4 per 40 secondi)
  6. Sbucciare e tagliare a quadratini le pere
  7. Amalgamarle nel composto e versare il tutto nello stampo
  8. Infornare a 170 gradi per circa 35 minuti. Verificate la cottura con uno stecchino, se esce asciutto e’ pronta
  9. Togliete dal forno e lasciatela raffreddare nello stampo
  10. una volta fredda, ponete un piatto da portata sulla base dello stampo, capovolgete lo stampo e aspettate qualche secondo finché la ciambella non si staccherà dalle pareti dello stampo.
  11. Spolverizzate con abbondante zucchero a velo

Ciambella morbida al cioccolato nocciolato e pere

La consistenza della ciambella sarà morbida, il nocciolato durante la lavorazione della torta e la cottura e’ diventato granella, per cui gusterete un intenso sapore di cioccolato fondente con le nocciole ormai tritate, le pere contribuiscono a rendere umido il composto della torta.

Ciambella morbida al cioccolato nocciolato e pere

E’ stato alquanto difficile convincere Liam a non toccare la torta mentre cercavo di fotografarla, la sua tentazione era quella di tagliarne dei pezzi con le mani; pensavo di averlo convinto, e allora poi la sua manina è andata dritta dritta sugli ovetti di cioccolato.

Ciambella morbida al cioccolato nocciolato e pere

 

Muffin ai mirtilli

Muffin ai mirtilli

Lo ammetto, questa ricetta è un po’ particolare, se vi piacciono i mirtilli e il cioccolato, questi Muffin saranno il giusto compromesso per una buona colazione.

Mi sono fatta attrarre dalla ricetta, non amo particolarmente i mirtilli, ma non ho resistito alla tentazione ed ho provato.

Dopo anni di muffin con gocce di cioccolato (

http://wp.me/p4jcMO-pa

i miei preferiti) e alla fragola (

http://wp.me/p4jcMO-jL

) sono approdata a questo abbinamento, grazie ad una ricetta pubblicata su un libro dedicato a Biscotti e  piccola pasticceria dell’Accademia maestri pasticceri italiani.

Devo ammettere tuttavia che i mirtilli, pur essendo molto buoni, li apprezzo di più con un buon gelato alla vaniglia..ma non si può non provare a fare i muffin con i mirtilli, perché sono un’istituzione. Mi ricordano incredibilmente le soste in autogrill durante i nostri viaggi in auto, perché sono sempre in bella mostra per colazione. Di solito non c’è il cioccolato, ma in questa ricetta un pochino di cioccolato fondente c’è …e al cioccolato non si può dir di no…

Muffin ai mirtilli

Ingredienti:

  • 2 uova
  • 80 g di zucchero semolato
  • 100 g di burro a temperatura ambiente
  • 125 g di farina 00
  • 50 g di cioccolato fondente
  • 50 g di mandorle pelate
  • 200 g di mirtilli
  • 3 cucchiai di rhum
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci

Muffin ai mirtilli

preparazione:

  1. Accendete il forno in modalità statici a 180 gradi
  2. Preparate lo stampo dei muffin e foderatelo con i pirottini
  3. Spezzettate il cioccolato fondente in una ciotola e fatelo fondere a bagnomaria
  4. Una volta ammorbidito a temperatura ambiente,tagliate il burro a pezzetti, lavoratelo con lo zucchero, le uova, i, rhum
  5. Versate a filo il cioccolato fuso nel composto
  6. Tostate le mandorle in una padella antiaderente, fatele raffreddare poi tritatele nel mixer. (Per comodità e velocità, ho utilizzato le mandorle già macinate)
  7. Lavate ed asciugate i mirtilli tamponando con carta assorbente
  8. Setacciate la farina con il lievito ed unite al composto preparato, amalgamate con cura il tutto
  9. incoroorate le mandorle tritate ed i mirtilli
  10. Versate il composto nei pirottini per circa tre quarti e fateli cuocere per circa 25 minuti.
  11. Controllate la cottura con uno stuzzicadente, se esce asciutto il muffin sarà cotto
  12. Sfornate i muffin, lasciateli raffreddare e poi togliete i pirottini dallo stampo

Sono proprio curiosa di sapere come andrà ….

Muffin ai mirtilli

 

 

Torta al cioccolato

Prima di catapultarmi nel mondo dolce carnevalesco, devo tornare indietro di almeno tre settimane e condividere ancora qualche ricetta golosa a base di cioccolato che, a volte, risulta terapeutico.

Una premessa è doverosa: preparate questa torta solo se siete in uno di quei periodi in cui vorreste solo del buon cioccolato. Basta una fetta di questa torta per rimettervi in pace col mondo e soprattutto appagare quella sana (o insana, dipende dai periodi) voglia di dolce e di cioccolato…..magari in occasione di una giornata un po’ grigia, oppure di una giornata di tranquillità casalinga, dove la voglia di coccole e di casa la fa da padrona, o, al contrario, in occasione di una grande delusione; scegliete voi il momento più adatto, in sintonia con il vostro sentire e il vostro umore. L’ideale, per me, e’ prepararla per festeggiare qualcosa, ma qualcosa di bello, in famiglia o in compagnia, perché il cioccolato fondente che la “anima” renderà questo momento un momento di festa.

Nel nostro caso, abbiamo preparato questa torta in occasione di una visita a casa: rivedere dopo forse almeno vent’anni una cara cugina che abita oltreoceano, in Florida; penso sempre che, come accade con i buoni amici e i più grandi affetti, anche se sei lontano, anche se non ti senti quotidianamente, rivedere una persona alla quale sei legata dai ricordi di infanzia e da molto affetto, faccia sempre bene al cuore e all’anima, provi quella sensazione di benessere e serenità, hai mille cose da raccontare, e allo stesso tempo non conta quanto tempo sia passato perché l’affetto che provi nel rivederti non è minimamente stato scalfito dal tempo, né dagli anni.

Torniamo a questa torta al cioccolato, la cui ricetta arriva dal mio libro preferito da un po’ di mesi a questa parte, e che mi stuzzica in continuazione con ricette davvero interessanti e golose.

È’ una torta ricca e piena, pertanto, ho un solo consiglio da dare: tagliare una fetta piccola, perché così la gusterete al meglio e soprattutto …. Potrete concedervi il bis senza che il re cioccolato “stufi” il vostro palato.

Torta al cioccolato

Ingredienti:

  • 150 g di cioccolato fondente
  • 75 g di burro morbido
  • 4 uova a temperatura ambiente
  • 100 g di zucchero
  • 30 g di farina auto lievitante

Glassa al cioccolato:

  • 175 g di cioccolato fondente
  • 150 ml di panna fresca
  • 1 cucchiaio e mezzo di golden  syrup (in alternativa, ho utilizzato il miele)

Decorazione:

  • 225 g di frutti di bosco

Torta al cioccolato

Preparazione:

  1. Preriscalda il forno a 180 gradi, modalità statico. Ungi e fodera una tortiera
  2. Riempi un pentolino di acqua e fai scaldare a fiamma bassa. Quando l’acqua bolle, togli dal fuoco
  3. In una terrina metti il cioccolato a pezzi e il burro, appoggia la terrina sul pentolino e fai sciogliere mescolando continuamente, poi togli dal fuoco
  4. Separa i tuorli dagli albumi in due ciotole differenti
  5. Monta gli albumi a neve (sono pronti quando capovolgendo la ciotola, l’albume non si stacca 😉)
  6. Incorpora i tuorli e zucchero al cioccolato e lavora bene il composto
  7. Setaccia la farina e incorpora anche questa
  8. Aggiungi gli albumi a neve, incorporandoli delicatamente
  9. Mescola con un cucchiaio il composto formando un 8
  10. Una volta amalgamato, versa il composto nella tortiera e cuoci per circa 20 minuti
  11. Sforna la torta e coprila con carta di alluminio, rimetti in forno e fai cuocere per altri 15-20 minuti.
  12. La torta dovrà essere soda per essere pronta. Lasciala riposare per almeno venti minuti e poi sformala, aiutandoti con un coltello che passerai sui bordi della tortiera e capovolgendo la torta su una gratella

Prepariamo ora la glassa:

  1. In un pentolino metti il cioccolato a pezzi, la panna ed  il miele e fai sciogliere a fiamma bassa, mescolando continuamente
  2. Riponi la torta sul piatto da portata che hai scelto
  3. Versa la glassa sulla torta facendola colare anche sui lati con un cucchiaio
  4. Guarnisci a piacere con i frutti di bosco

Torta al cioccolato

Mi raccomando…fettine piccole 😉

 

Brownies al triplo cioccolato e mandorle

Brownies triplo cioccolato

E poi ci sono le giornate in cui avresti voglia solo di una bella tavoletta di cioccolato fondente…cosi, tanto per toglierti lo sfizio una volta ogni tanto, di cioccolato.

Ecco, si, oggi il desiderio di cioccolato l’ho soddisfatto con una ricetta “supercioccolatosa”, per un dolce che non fa parte della nostra tradizione, ma che, sfogliando i miei adorati ricettari, trovo sempre piu’ spesso.

Ho scoperto i brownies circa cinque anni fa, grazie ad una cara amica che, al supermercato, in pausa pranzo, cercava una scatola di preparato per fare i brownies, un dolce americano a base di cioccolato e nocciole, oppure noci, che si taglia a quadratini e si gusta, se possibile, ancora tiepido, accompagnandolo con il gelato, oppure con il caffé; dalla curiosità ho poi provato anch’io uno di quei preparati ed era stata una bella scoperta.

Certo che fatto in casa dalla A alla Z con la ricetta che “funziona” e’ tutta un’altra cosa..

Brownies triplo cioccolato e mandorle

Cioccolato fondente, cacao amaro e gocce di cioccolato.

Mandorle oppure noci, o noci pecan. Facoltative.

Sembrano già gli ingredienti giusti per quelle serate autunnali, chiusi in casa con il caminetto acceso…

Brownies

Anche questa ricetta è frutto di quel “super libro” che adoro già, e che vi ho presentato nel post dedicato al Rotolo Svizzero; acquistato da un paio di mesi ma inaugurato con nuove ricette solo durante questo week-end. Forse non mi bastera’ una vita per riuscire a preparare le ricette accumulate nelle pubblicazioni che, di volta in volta, acquisto quando sono in giro a zonzo o mi capita l’occasione di andare in libreria. Si, lo so, come dice mio marito “c’è internet, li trovi tutto”..e se per questo, c’è giallozafferano.it, per non parlare di tutto il nostro mondo di blogger appassionate di fornelli. Ma il libro ha un altro fascino, le fotografie, i disegni, il caro vecchio ricettario, la magia di sfogliare la carta, patinata o non.

E lo spazio della mia libreria si riduce drasticamente. Sarà anche questa un forma di shopping compulsivo?

Brownies

Veniamo al dunque.

Vi servirà una bella scorta di cioccolato, sotto varie forme…

Ingredienti:

  • 100 g di cioccolato fondente
  • 100 g di gocce di cioccolato
  • 100 g di mandorle (oppure noci, o noci pecan)
  • 2 cucchiai di cacao in polveree
  • 125 g di burro a temperatura ambiente
  • 2 uova
  • 275 g di zucchero
  • mezzo cucchiaino di estratto di vaniglia
  • 50 g di farina autolievitante
  • 25 g di farina normale

Una teglia quadrata 20×20

Brownies al triplo cioccolato

Preparazione:

  1. Accendete il forno a 180 gradi, in modalità statico
  2. Preparate la teglia, ungendola e ricoprendone il fondo con carta forno
  3. Preparate un pentolino con un quarto d’acqua e appoggiatevi sopra una ciotola dove spezzare il cioccolato fondente. Fate quindi sciogliere il cioccolato a bagnomaria e una volta che si e’ completamente sciolto, togliete la ciotolina dal pentolino (facendo attenzione a non scottarvi, meglio utilizzare delle presine 😉)
  4. Tritate le mandorle grossolanamente utilizzando un coltello
  5. A parte, montate le uova (se usate il Bimby, vel. 4, 30 sec)
  6. In una ciotola, lavorate con le fruste elettriche il burro con lo zucchero fino a quando non saranno ben amalgamati e cremosi, aggiungete le uova gradualmente e continuate a lavorate il composto. (Bimby vel. 4, 30 sec). Aggiungete l’estratto di vaniglia
  7. Setacciate le due farine con il cacao e amalgamateli al composto di burro, zucchero e uova
  8. Aggiungetevi anche il cioccolato fuso che avete tenuto da parte
  9. Aggiungete le noci oppure le mandorle e amalgamate il composto.
  10. Travasate nella teglia e livellate il composto con il dorso di un cucchiaio
  11. Infornate a 180 gradi, ormai il forno avrà raggiunto la temperatura, e cuocete per circa 25-30 minuti.
  12. Controllate la cottura, perché la tempistica e’ indicativa, dipende dal vostro forno. La ricetta originale prevede circa 35 minuti, ma, ad esempio, con il mio forno ci son voluti circa 30 minuti.
  13. Una volta cotto, sfornate e lasciate intiepidire il dolce.
  14. Ho spolverizzato di zucchero a velo per abitudine, perché mi piace, ma non è consuetudine farlo sui brownies.

Per un po’ non cercherò cioccolato nella dispensa. Diciamo …almeno fino al prossimo week-end..

Brownies

Salame di Cioccolato – Ricetta di Sonia Peronaci

Dite la verità…c’e forse ancora qualcuno che non ha provato a seguire le ricette pubblicate su http://www.GialloZafferano.it e che non conosca Sonia Peronaci, la sua ideatrice?

E’ una donna super, con una marcia in più, se pensiamo che tra le prime ha portato le ricette e la buona cucina sul web, partendo da you tube, da dove poi è partita la sua fama. La prima volta che apparve nella pubblicità di un noto formaggio cremoso, ammetto, non la conoscevo.

Ho scoperto poi di Giallo Zafferano e soprattutto del fatto che Sonia Peronaci fosse Chef. Dai video con tutti i passaggi che spiegano le ricette, alle ricette pubblicate e fotografate passo passo, oggi il suo sito credo sia, nel genere, uno dei più consultati online, con ricette di sicura riuscita.

Sul profilo Instagram del nostro blog, Sonia Peronaci, o chi per lei, ci ha “onorato” di ben due like: uno in occasione della pubblicazione della foto della Caprese al Limone del mitico Sal De Riso, l’altro per le Ciambelline con Gocce di cioccolato e ricotta.

Circa un mese fa, invece, ho voluto provare la sua ricetta per preparare un Salame di Cioccolato, cercavo una preparazione dolce veloce e che potesse essere di sicuro gradimento.

Et voila’.

Salame di Cioccolato

La sua ricetta e’ un po’ diversa dal classico salame di cioccolato, poiché nella lista degli ingredienti non c’è il cacao amaro ma solo quello fondente.

Cioccolato fondente

Ingredienti:

  • 300 g di biscotti secchi
  • 2 uova (freschissime)
  • 200 g di cioccolato fondente (di buona qualità)
  • 2 cucchiai di rum (ho utilizzato in alternativa l’aroma in fialette)
  • 150 g di burro
  • 100 g di zucchero

salame di cioccolato

Preparazione:

  1. Lasciare il burro a temperatura ambiente affinché si ammorbidisca
  2. Sbriciolare grossolanamente i biscotti secchi in una ciotola capiente (indovinate un po’? Avevo in casa solo i Digestive, più indicati per la cheesecake perché tendono a sbriciolarsi molto facilmente, li ho utilizzati comunque)
  3. Sciogliere a bagnomaria il cioccolato fondente fino a quando non avrà raggiungo una consistenza cremosa
  4. In una ciotola, lavorare con un mestolo il burro fino a farlo diventare un crema, aggiungere lo zucchero e lavorare bene, aggiungere le uova e il rum
  5. Aggiungere il cioccolato fondente ormai freddo e sciolto a bagnomaria e mescolare bene il composto
  6. Versare il composto così ottenuto nella ciotola dei biscotti sbriciolati e amalgamare il composto
  7. Rivestire una teglia con carta forno ed agiate i il composto, dandogli una forma cilindrica o di salame.
  8. Avvolgere il salame di cioccolato con la stessa carta forno e ricoprite ancora con un foglio di alluminio.
  9. Lasciare riposare in frigo per due o tre ore
  10. Tagliare a fettine e servire

Come ultimo passaggio, anche se non indicato nella ricetta originale, potrete passare il salame di cioccolato nello zucchero a velo, oppure, in alternativa, nel cacao amaro.

E’ un dolce che piace a tutti, adulti e bambini.

Penso di non sbagliare nel dire che se preferite, le uova possono essere pastorizzate prima di utilizzarle.

Tagliamone una fetta e dimentichiamo dieta e palestra per un attimo….

Salame di cioccolato

Torta Soffice al Cioccolato e Pere

Torta cioccolato e pere

Quando voglio preparare una torta “della domenica” consistente e cioccolatosa, e sono a corto di idee o di spunti nuovi, vuol dire che e’ ora di preparare la Torta Soffice al Cioccolato e Pere.

E’ probabilmente da un anno che non la porto in tavola, ed oggi e’ stata la giornata giusta: il desiderio di cioccolato era notevole, forse semplicemente un desiderio di coccole dopo la perdita di mia Nonna.

Questa torta e’ molto amata, la riprova e’ che da quando ho creato questo blog, l’ho vista pubblicata innumerevoli volte, segno che l’abbinamento cioccolato e pere e’ per noi italiani molto gustoso e quindi molto desiderato.

Forse una delle torte che mi da più soddisfazione; intendiamoci, voi lo sapete che io non sono una masterchef e che se non ho la mia bella ricettina pronta da leggere e da seguire non saprei poi fare molto…quindi, questa lunga lista di ingredienti ed il procedimento sono gelosamente custoditi nel primo manuale che ho ricevuto insieme al Bimby quando mi fu regalato da carissimi amici in occasione del matrimonio.

Quindi, ci tenevo a dirlo, la bontà di questa torta non è chiaramente merito mio. Io so solo che riesce molto bene.

Se avete voglia di seguire questa ricetta preparatevi, c’è una lunga lista di ingredienti che potrebbe scoraggiare dall’intento di prepararla, non fosse altro che ci vogliono almeno dieci minuti per pesare tutti gli ingredienti.

I passaggi sono pensati per utilizzare il Bimby, ma per chi ha una planetaria in casa o le fruste elettriche, penso non vi saranno comunque problemi nel lavorare l’impasto in modo tradizionale.

Vi posso assicurare che e’ deliziosa, decisamente invernale, corposa e robusta nel sapore, ma al contempo di consistenza soffice.

L’ideale per una giornata come questa, con la neve in giardino, e il camino acceso in casa.

E dopo la “nota romantica”, veniamo a quella “fantozziana”: come mia consuetudine, ho utilizzato una tortiera a cerniera. E’ evidente che è tempo di cambiarla poiché una volta messo l’impasto e pronta per infornare, la cerniera si e’ improvvisamente allentata ed il peso dell’impasto ha iniziato lentamente a colare dalla base. Ho fortunatamente trovato un recipiente di “salvataggio”, per poi travasare il tutto in una tortiera classica, salvando l’impasto.

Già vedevo una bella crema di cioccolato e pere spalmata sul pavimento.

Torta cioccolato e pere

Ingredienti:

  • 150 g di cioccolato fondente
  • 3 uova a temperatura ambiente
  • 100 g di burro morbido
  • 200 g di zucchero
  • 120 g di yogurt (io ho utilizzato quello bio alle pere delle Fattorie Scaldasole)
  • 80 g di latte intero
  • 230 g di farina 00
  • 70 g di fecola di patate
  • 2 pere (o equivalenti di 600 g)
  • 1 bustina di vanillina
  • 1 bustina di lievito vanigliato per dolci
  • 1 presa di sale
  • 2 cucchiai di cacao amaro

Preparazione:

  1. Imburrate ed infarinate una teglia di circa 24 cm di diametro
  2. Sbucciate le pere e tagliatele a spicchi di circa 2 cm
  3. Accendete il forno in modalità statico a 160 gradi
  4. Tritare il cioccolato fondente: 10 sec. Vel. 5-8
  5. Aggiungere il burro, lo zucchero, il latte, lo yogurt, le uova e la vanillina e lavorare gli ingredienti: 40 secondi velocità 4
  6. Unire la farina, la fecola di patate e la presa di sale, setacciati e lavorare gli ingredienti: 1 minuto a velocità 5
  7. Aggiungere il lievito e mescolare: 10 secondi, velocità 4
  8. Versare metà del composto nella tortiera e distribuire le fettine di pera sul composto
  9. Cospargere le pere con il cacao amaro in polvere
  10. Ricoprire tutto con l’altra metà dell’impasto
  11. Cuocere in forno caldo statico a 160 gradi per circa 50-60 minuti.
  12. Per verificare la cottura, inserite uno stecchino, se asciutto la torta e’ pronta
  13. Ritirate dal forno e lasciate intiepidire decorando con zucchero a velo.

torta soffice cioccolato e pere

Mini-Cake al cioccolato

 

Mini-cake al cioccolato

La mia insana passione per stampi, stampini, pirottini e quant’altro ricordi la forma di un dolce, mi porta a spese che a ben vedere potrebbero essere giudicate abbastanza inutili, agli occhi dei più.

Ma che dire, non posso farne a meno, continuo a collezionare pirottini per Muffin che gelosamente custodisco nel cassetto in cucina, fino a che non arriva il momento di poterli utilizzare in qualche occasione.

Questa volta mi sono fatta affascinare da un allestimento un po’ “vintage”, ma più che vintage, direi anni ’50, un po’ stile USA e retro’.

I pirottini che ho scelto questa volta sono piccoli stampi di cartoncino colorato utili per cuocervi mini Plumcake o mini-cake. La scritta “Home Made” e le roselline su questo sfondo celeste a pois bianchi mi hanno poi definitivamente convinto.

image

E devo ricredermi, sono alquanto sorpresa nel constatare che anche la ricettina stampata sul retro del cartoncino della confezione degli stampini e’ attendibilissima, a tal punto che ho deciso di pubblicarla.

Ecco quindi come ho preparato i Mini-Cake al Cioccolato:

Ingredienti:

  • 4 uova a temperatura ambiente
  • 160 g di burro morbido tagliato a pezzetti
  • 160 g di zucchero semolato
  • 160 di cioccolato fondente
  • 100 g di farina 00
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • 1 bustina di vanillina
  • 1 piccola presa di sale

 

Preparazione:

  1. Accendere il forno a 180 gradi statico
  2. Sciogliere il cioccolato fondente a bagnomaria (Prendere un pentolino e metterci un terzo d’acqua e accendere il fuoco, sopra riporvi una ciotola e mettere il cioccolato a pezzetti, il calore dell’acqua calda lo farà sciogliere)
  3. Montare il burro con lo zucchero fino a che il composto non diventi spumoso (io ho utilizzato il Bimby, 20 sec. Vel. 4)
  4. Aggiungere le uova e il cioccolato fondente ormai fuso e intiepidito e lavorare il composto (10 sec. Vel. 4)
  5. Setacciare la farina, il lievito, la vanillina e la presa di sale e Aggiungerla al composto e lavorarlo fino a farlo diventare omogeneo (30 sec. Vel. 4)
  6. Ricoprire una teglia con carta forno ed adagiarvi sopra 8-10 stampini
  7. Versare in ogni stampino almeno tre quarti di composto
  8. Mettere in forno e cuocere a 180 gradi per circa 25-30 minuti (controllate la cottura inserendo uno stuzzicadenti, se asciutto il mini-cake sarà cotto)
  9. Togliere dal forno e lasciar raffreddare. A piacere, spolverizzare con zucchero a velo

Mini-cake al cioccolato

 

Biscotti alle Nocciole e Cioccolato Fondente

Ma che soddisfazione questi biscottini!

Vi piaceranno più dei biscottini al limone, più dei Kipferl.

Quando ho visto la prima volta le foto dei Chocolate crinkle cookies sono rimasta colpita dalla bellezza di questi biscottini e dalla particolarità.

Navigando, navigando, ho scoperto diverse versioni, pare che questi biscottini spopolino ultimamente in rete.

Quando poi ho scoperto la rivisitazione (Qui) secondo Zenzero e Limone, non ho più resistito e li ho provati.

Biscotti alle Nocciole e Cioccolato Fondente Piaceranno anche a chi non ama la Nutella, perché non ce n’è, solo cioccolato fondente, e se possibile, al 70%.

Buonissimi.

Facili da fare, ricordatevi due cose:

1) vi serviranno due tavolette di cioccolato fondente

2) e’ necessario che l’impasto riposi in frigorifero alcune ore, quindi si fanno in due momenti, la prima parte si può quindi preparare la sera prima.

Proprio per il fatto che la preparazione e’ divisa in due fasi, vi sembrerà ancora più facile. Biscotti alle Nocciole e Cioccolato Fondente Ingredienti:

  • 180 g di cioccolato fondente
  • 175 g di farina 00
  • 150 g di zucchero
  • 120 g di nocciole tritate
  • 60 g di burro
  • 2 uova a temperatura ambiente
  • 1 bustina di vanillina
  • mezza bustina di lievit
  • zucchero a velo

Preparazione: Fase 1

  1. Fate sciogliere a bagnomaria in un pentolino il cioccolato fondente con il burro finché non diventerà una crema morbida.
  2. Lasciate intiepidire
  3. In una ciotola, lavorate le uova con lo zucchero con le fruste elettriche, fino a che il composto non sarà chiaro e spumoso. (Io utilizzo il Bimby, circa 40 secondi velocità 4).
  4. Aggiungere al composto, il cioccolato ed amalgamare (Bimby 20 sec. Vel 4)
  5. Aggiungere la farina, setacciata con il lievito e la vanillina e lavorare il composto amalgamando bene gli ingredienti (Bimby 40 sec. Vel. 4)
  6. Aggiungere le nocciole tritate ed amalgamare il composto (Bimby 10 sec. Vel. 4)
  7. Riponete il composto ottenuto in frigorifero in una ciotola ricoperta con pellicola e lasciate riposare una notte in frigorifero. (Io ho preparato questa base la sera prima e l’ho ritirata dal frigo la sera dopo, ma non e’ necessario che stia così tanto altrimenti indurirà tantissimo)

Biscotti Nocciole e Cioccolato Fondente Fase 2:

  1. Ritirate la ciotola dal frigo
  2. Accendete il forno a 170 gradi modalità statico, rivestite due teglie con carta forno
  3. Il composto risulterà piuttosto compatto e duro. Prelevate dei pezzetti di impasto e formate delle palline e rigiratele nello zucchero a velo
  4. Ponete le palline sulla teglia ed infornate a 170 gradi modalità statico per circa 12-13 minuti. Fate la prova stuzzicadenti per verificare la cottura, se rimane asciutto, i biscotti sono pronti

Biscotti alle Nocciole e Cioccolato Fondente

Non mi resta che attendere, fiduciosa, i vostri commenti…

Kipferl al cioccolato

Kipferl al cioccolato

E’ ormai tempo di rispolverare le ricette di biscotti natalizi, preparandoci così all’arrivo di dicembre, e salutarlo con un piatto ricco e vario di biscottini.

Adoro preparare biscotti, soprattutto in questo periodo.

Donarli o gustarli in compagnia, poi, e’ ciò che preferisco fare: sembrano fatti apposta per essere mangiati in compagnia.

Il tempo poi, così inclemente, almeno nella mia zona, fa venir voglia di pomeriggi domenicali tranquilli, davanti ad un camino acceso e ad una bella tazza di te’ caldo o una tisana profumata alla cannella.

I negozi sono già addobbati a festa con decorazioni di ogni genere, in fondo manca poco più di un mese e mezzo, e già sento aria di festa.

Decorazioni natalizie

Quale migliore occasione quindi per assaggiare i biscottini austriaci Kipferl?

Dopo i Kipferl alla Vaniglia e i Kipferl senza uova, ecco quelli golosissimi al cioccolato fondente.

Il profumo di questi biscottini e la loro friabilità rendono questa ricetta una delle mie preferite, facile da fare.

Dovete solo sincerarvi di avere in casa tutti gli ingredienti richiesti.

Kipferl al cioccolato

Ingredienti:

  • 1 uovo a temperatura ambiente
  • 250 g di farina 00
  • 125 g di zucchero
  • 175 g di burro a temperatura ambiente
  • 50 g di cioccolato fondente (grattugiato o tritato)
  • 150 g di mandorle tritate o già macinate
  • 1 bustina di vanillina
  • scorza di limone non trattato
  • 1 presa di sale

Kipferl al cioccolato

Preparazione:

  1. impastate la farina con le mandorle tritate e lo zucchero, una presa di sale e la vanillina, il burro a pezzetti, l’uovo, il cioccolato tritato o grattugiato (io ho utilizzato Lindt nero 70%), la scorza di limone grattugiata.
  2. Lavorate l’impasto fino a formare un panetto di pasta, liscia ed omogenea e avvolgetela in una pellicola, lasciate riposare per 1 ora in frigorifero
  3. Accendete il forno in modalità statico a 180 gradi
  4. . Foderate due teglie con la carta forno
  5. Ritirate l’impasto dal frigo e prelevate un pezzetto di impasto. Formate un cordoncino e dategli la forma di mezzaluna
  6. Infornate nel ripiano centrale a 180 gradi per circa 13-15 minuti
  7. Verificate la cottura con uno stecchino
  8. Spolverate i biscotti con zucchero a velo o con cacao amaro mentre sono ancora caldi.
  9. Lasciate raffreddare i biscotti prima di prelevarli

Quali saranno i prossimi biscottini da preparare in previsione delle feste?

Kipferl al cioccolato

Kipferl al cioccolato

Biscotti Heidesand al doppio cioccolato

 

Biscotti Heidesand al doppio cioccolato

Fare questi biscotti e’ stato semplicissimo, in po’ come quando fai il salame di cioccolato.

Spero che questo cielo grigio plumbeo lasci finalmente posto al sole e al calore settembrino, perché, a parte gli scherzi ed il mio post dedicato a decorazioni color arancio un po’ autunnali, neanche a me piace l’idea di avere già zucche in giro per casa prima della fine di ottobre…

Per questa ricettina ringrazio “Dolci creazioni e non solo” per la bella ispirazione (Ricetta originale http://blog.giallozafferano.it/idolciditatam/biscotti-heidesand-neri-al-doppio-cioccolato).

Le foto di presentazione mi hanno subito catturata ed alla prima occasione, ho deciso di prepararli.

Provati una decina di giorni fa, durante il week-end, li ho portati in ufficio e sono piaciuti moltissimo!

Ingredienti:

  • 15 g di cioccolato fondente extra
  • 115 g di burro
  • 175 g di zucchero
  • 2 cucchiai di latte
  • 200 g di farina 00
  • 4 cucchiai di zucchero
  • 4 cucchiai di cacao amaro
  • 1 presa di sale

Biscotti Heidesand al doppio cioccolato

  1. In un pentolino fate sciogliere il burro e fatelo imbrunire.
  2. Aggiungete il cioccolato fondente che avrete tritato con un coltello, e mescolatelo con il burro fino a che non si scioglie.
  3. Trasferite questo composto in una ciotola e mettetela in frigorifero per un’ora
  4. Trascorsa un’ora, mettete la crema solidificata In una planetaria e mescolate (con il Bimby 20 sec. Vel. 4).
  5. Aggiungete il latte a filo e continuate a mescolare
  6. Setacciate la farina con il cacao amaro e aggiungetelo al composto lavorandolo (Bimby 40 sec. Vel. 4) finché non diventa un composto morbido e si stacca dalle pareti della planetaria.
  7. Prendete la teglia del forno, appoggiateci sopra un foglio di carta forno e 4 cucchiai di zucchero
  8. Ritirate il composto dalla planetaria e dategli una forma di cilindro, come se doveste fare un salame di cioccolato, diametro 5-6 cm, rotolatelo bene nello zucchero facendolo ben aderire al cilindro di pasta.
  9. Avvolgetelo in carta stagnola e lasciate riposare per 1 ora in frigorifero
  10. Tagliate delle fette spesse circa 5-6 m e disponetele sulla tegliaP
  11. Infornate a 180 gradi in modalità statico per circa 12-15 minuti
  12. Fate raffreddare i biscotti su una gratella
  13. La consistenza rimarrà morbida e i biscotti si solidificheranno una volta raffreddati.

Per chi adora il cioccolato…

Biscotti Heidesand al doppio cioccolato

Torta Caprese

E’ stato un sabato molto impegnativo perché è’ iniziato stanotte all’una e fino alla tre del mattino sono rimasta sveglia.

Perche’?

Il piccolo Liam ha deciso nel cuore della notte di svegliarsi e tenermi in scacco per due ore..per cui stamattina  tutti i programmi di fare una bella passeggiata in centro sono saltati, dato che ci siamo svegliati un po’ più tardi e soprattutto mi sentivo stanchissima!

Ho quindi approfittato per riordinare e rigovernare, ma tenerlo impegnato in casa con una  bella giornata di sole così non è stato facile. Un bel pomeriggio trascorso in giardino. La serata si è’ conclusa piuttosto tardi, perché, contrariamente alle mie speranze, Liam non si è’ addormentato presto. E’ riuscito a trascorrere una giornata da stamattina alle 9.30 fino a stasera alle 10.30, dormendo 20 minuti oggi pomeriggio.

Cosa ho fatto in quei 20 minuti?!

Una doccia, naturalmente…non sottovaluto mai il potere rigenerante quotidiano di una bella doccia..sembra banale ma con un bimbo piccolo ed un marito che lavora tantissimo, bisogna ritagliarsi dei momenti per se stessi quando dormono!! …. E il mio dorme pochissimo.. 😦 e’ una lotta contro il tempo, sono arrivata cotta questa sera, con lacrimoni di stanchezza ed una voglia incredibile di Una bella tisana.

Ad ogni modo, anche oggi ho dovuto cucinare tenendo d’occhio il piccolino che trotterellando in giro per casa e’ sempre alla ricerca di nuovi pericoli.

Ah, non vedo l’ora di una bella vacanza, che, comunque, non sarà rilassante…

Sogno mare turchese e cielo azzurro, profumo di limoni e colline verdi, sole che ti scalda, come Capri, ad esempio.

Capri
I Faraglioni

E questo forte desiderio di mare, mi ricorda quella ricetta che ho trovato tempo fa… Oggi preparo la Torta Caprese.

Vediamo come viene.

Nonostante la bella giornata di sole ed il primo caldo che invogliano probabilmente più ad un bel gelato, io confermo il mio bisogno di cioccolato, perché le energie che mi servono per sopravvivere alla vita di super mamma non bastano mai.

Ingredienti:

  • 300 g di mandorle pelate
  • 250 g di cioccolato fondente
  • 250 g di burro
  • 5 uova
  • 200 g di zucchero
  • zucchero a velo

Preparazione

1. Foderare la placca del forno con carta forno e mettere le mandorle a tostare a 200 gradi per 10 minuti.

  1. Tritatele nel mixer

  2. In un pentolino sciogliete il cioccolato con qualche cucchiaio di acqua.

  3. Aggiungete il burro a pezzetti e lo zucchero e mescolate fino ad ottenere una crema.

  4. Spegnete il fuoco e lasciate intiepidire

  5. Separare i tuorli dagli albumi

  6. Accendete il forno a 180 gradi, modalità statico

  7. Foderare una tortiera con carta forno, diametro 26 cm

  8. Mettete la crema di cioccolato in una ciotola ed incorporate i tuorli d’uovo mescolando bene.

  9. Unitevi le mandorle tritate, mescolando bene

  10. Montare a neve gli albumi ed incorporateli delicatamente alla crema.

  11. Versare il composto nella tortiera ed infornare a 180 gradi per circa 30-35 minuti.

  12. Lasciare raffreddare e spolverare abbondantemente di zucchero a velo

 

Il mio consiglio:

Per velocizzare i tempi, anziché utilizzare mandorle intere da tritare, ho utilizzato le mandorle  già tritate che vendono in sacchetti capienti da 400 grammi; a patto che siano di ottima qualità.

Il cioccolato fondente l’ho sciolto a bagnomaria, a fuoco lento, senza aggiungere l’acqua richiesta dalla ricetta.

La scorza grattugiata di un’arancia aggiunta alle mandorle tritate e qualche goccia di rhum aggiunta al cioccolato fuso, doneranno alla torta un gusto speciale!

L’impasto cresce bene anche in un anello per torte da 22 centimetri.

Non vi resta che provare!

Io non vedo l’ora di rifarla!

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Crostata Bella Elena

Crostata Bella Elena

Ed eccoci finalmente alla Bella Elena, la crostata cioccolato e pere.. Ho provato a farla per la prima volta venerdì sera ed e’ piaciuta.

Crostata Bella Elena

1. Preparate la base che sarà la Pasta Frolla e lasciatela raffreddare

2. Tagliate e affettate 3 pere, ed unitele in un padellino a circa 20 g di burro morbido e 20 g di zucchero e fatele insaporire, sfumandole con due cucchiai di rum.

3. In una padella portate ad ebollizione la panna.

4. Togliete dal fuoco ed aggiungete il cioccolato fondente tagliato a pezzetti.

5. Mescolate fino a che gli ingredienti non si saranno ben amalgamati diventando una crema morbida

6. Disponete le fettine di pera sulla crostata e versateci sopra la salsa al cioccolato.

7. Decorate, infine, con granella di nocciole.

Crostata Bella Elena