Castagnole – ricetta veloce Bimby

Castagnole

In tre anni di blog, mai come quest’anno, per il Carnevale, ho deciso di seguire le ricette della tradizione, lasciandomi andare al “magico mondo” della frittura. Magico mondo si fa per dire, il fritto e’ si gustoso ma andrebbe limitato il più possibile, lo sappiamo. Ma certe ricette sono buone così come sono nate, e le frittelle o i dolci fritti in generale sono tra questi.

Nel mondo Instagram, che adoro sempre di più, in una settimana, non so quante foto splendide, quante gallerie fotografiche io abbia potuto ammirare, interamente dedicate alle Castagnole, protagoniste indiscusse, insieme alle Chiacchiere, delle tavole di Carnevale. In realtà, per le mie Chiacchiere, credo passeranno altri tre anni prima di cimentarmi personalmente nella preparazione,😂, o almeno fino a quando, dalla porta di casa non entrerà un aggeggino che mi consentirà di tirare la pasta fatta in casa. L’anno scorso infatti ho provato a tirare la pasta delle chiacchiere con il mattarello con risultati un po’ deludenti…io che non sono molto esperta di pasta fatta in casa…

Tornando alle Castagnole, questa ricetta super veloce creata per il Bimby e che non prevede tempi di riposo per l’impasto e’ valida, già provata personalmente e, lo ammetto, ora che mi sono attrezzata con il termometro digitale per la misurazione del l’olio di frittura e ho inserito nella lista della spesa l’olio di semi (prodotto piuttosto raro in casa mia), direi che il gioco è fatto!

Ecco come si preparano,  ci vorrà circa mezz’oretta.

Castagnole

Ingredienti:

(per 6 persone)

  • 150 g di farina 00
  • 50 ml latte
  • 50 ml di olio di semi di arachidi
  • 1 bustina di vanillina
  • 1 uovo
  • 3 cucchiai di zucchero + quello per decorare
  • 1/2 bustina di lievito per dolci
  • olio per friggere q.b.

Preparazione:

  1. Mettete nel boccale del Bimby l’uovo e lo zucchero e mescolate (20 secondi vel. 4)
  2. Aggiugete l’olio ed il latte ed amalgamate (30 sec. vel. 4)
  3. Unire la farina con il lievito e la vanillina ed incorporare (1 min. Vel. 3)
  4. Preparare una padella capiente con l’olio di semi per friggere e aspettare che diventi bollente (170-180 gradi)
  5. Preparate uno scolapasta con carta assorbente
  6. Preparate un vassoio con zucchero semolato
  7. Prelevare con due cucchiaini l’impasto e formare delle palline che verserete nell’olio
  8. Scolatele dell’olio in eccesso, passatele nello zucchero, lasciatele raffreddare (a casa mia, impossibile! 😉) e servire …

Inutile resistere, no?

 

Annunci

Rotolo di biscotti Plasmon e Nutella

Questa ricetta, in origine, si chiamava in un altro modo ma non vi svelerò il titolo, poiché tornerò presto a farla seguendo le indicazioni originarie; e, ad onor del vero, anche l’aspetto era completamente diverso, per forma e soprattutto per colore…

E’ andata proprio così, non avevo biscotti secchi in casa ma tanti tanti biscotti Plasmon di Liam che da diverso tempo non mangia più. Cambiano i suoi gusti e cambiano le abitudini. Non beve più latte e non mangia più questi biscotti, neanche a merenda; i suoi biscotti preferiti sono altri, ahimè..Nonostante ciò, e’ inutile dire che a me i biscotti Plasmon continuano a piacere moltissimo. Quindi, complice la necessità di utilizzarli, ho deciso di sostituire completamente i classici biscotti secchi con i classici Plasmon.

Il colore del rotolo non inganna!

Rotolo di biscotti Plasmon e Nutella

E’ facile da preparare, è molto, molto veloce, un po’ come tutti quei dolci estivi o freddi che hanno la base di biscotto e che vanno conservati in frigorifero..come il salame di cioccolato e la torta fredda al cacao e biscotti.

E’ una bella cosa non dover usare il forno in estate senza rinunciare al dolce..

vi servono solo 4 ingredienti:

  • 350 g di biscotti Plasmon
  • 50 g di zucchero
  • 125 g di latte freddo
  • Nutella circa 5 cucchiai colmi

ROtolo di biscotti Plasmon e Nutella

I passaggi semplici:

  1. Tritate i biscotti nel mixer fino a renderli in polvere
  2. Mettete la polvere di biscotti in una ciotola oppure in una planetaria e versatevi lo zucchero e mescolate. Aggiungete il latte freddo e lavorate l’impasto fino ad ottenere un impasto omogeneo, formate un panetto
  3. mettete l’impasto sopra un foglio di carta forno, adagiate sopra l’impasto un altro foglio di carta forno
  4. Prendete il mattarello e tirate la pasta cercando di ottenere un rettangolo, di circa 1 cm di spessore
  5. Togliete il foglio di carta forno superiore
  6. Scaldate la Nutella per circa 20 secondi nel microonde (o il tempo necessario per renderla fluida cosicché si possa spalmare facilmente)
  7. Spalmate la Nutella sulla superficie della pasta
  8. Aiutandovi con la carta forno, arrotolate su se stessa la pasta dal lato più lungo così da ottenere un rotolo.
  9. Riavvolgete il rotolo nella carta forno e ponete in freezer per almeno trenta minuti
  10. Potete decidere di conservarlo in freezer, oppure di spostare il rotolo nel frigo almeno mezz’ora prima di consumarlo per ammorbidirlo un pochino.
  11. Toglietelo dalla carta forno, srotolandolo piano e se lo gradite spolverizzate di zucchero a velo.

Rotolo di biscotti Plasmon e Nutella

 

Uva Brinata

Settembre e l’uva.

image

Un connubio indissolubile. Uva bianca, o uva nera, un grappolo e’ sempre gradito.

Ma c’è una Ricettina veloce veloce che rende, se possibile, ancor più prezioso il chicco d’uva, dolce e sfiziosa da preparare anche all’ultimo momento o da regalare…si tratta dell’Uva Brinata.

Vi serviranno 3 ingredienti e pochi minuti.

Uva brinata

Ingredienti:

  • 300 g d’uva (meglio senza semi, 😉 bianca e/o nera)
  • 100 g di zucchero
  • 1 albume
  • pirottini di carta
  • carta forno

Uva brinata

Procedimento:

  1. Lavate l’uva e riponetela ad asciugare su carta forno, togliendo eventuali piccioli
  2. Sbattete l’albume d’uovo con una forchetta finché non diventerà spumoso
  3. Preparate una teglia con carta forno e un piatto con lo zucchero
  4. Intingete i chicchi d’uva nel bianco d’uovo, 4 o 5 alla volta e con un cucchiaino prelevateli e passateli nello zucchero rigirandoli finché non aderirà lo zucchero
  5. Con una pinza, prelevate delicatamente i chicchi dallo zucchero e poneteli ad asciugare su dei piroettino di carta

Uva brinata

Un’idea carina anche per presentare la frutta al termine di una cena.

Uva brinata

La ricetta e’ talmente semplice che sarà un piacere prepararla anche senza avere necessariamente la quantità di uva e zucchero che vi ho indicato, un grappolo d’uva, un piatto di zucchero e un albume…ed il gioco e’ fatto.

Uva brinata

 

Panna Cotta alla Vaniglia con salsa di lamponi

panna cotta alla vaniglia con salsa di lamponi

Sono giorni torridi, il week-end in città mi e’ praticamente volato senza accorgermene, nonostante le temperature invitassero ad andare al mare, e anche di corsa.

Reduce da una settimana particolarmente difficile, dal punto di vista lavorativo, staccare per il fine settimana sarebbe stato molto utile al mio spirito, al mio umore. Racconterò su altre pagine bianche questa storia, mentre ora voglio solo condividere con voi il colore che questa Panna Cotta alla vaniglia con salsa di lamponi mi ha regalato quest’oggi.

Il rosso vivo della salsa di lamponi, energia pura, passione.

Panna cotta alla vaniglia

Cromoterapia, insomma, per questo mio umore particolarmente altalenante, nonostante alcuni momenti di pura allegria trascorsi sabato pomeriggio.

Veniamo al dunque. Perché la panna cotta?

Avevo in frigorifero la panna da utilizzare, tanta voglia di un dolce fresco e al cucchiaio.  Un bel cestino di lamponi. Infine, stampini per budino carinissimi, ancora nuovi, da provare, utili non solo per budini ma per qualsiasi altro dolce freddo che richieda di riposare in frigorifero in una forma, come bavarese e la panna cotta.

Il mio aiutante stamattina era in grande forma, prontissimo ad aiutarmi con questo dolce sfizioso.

E’ facilissimo da fare. E indovinate? Per me e’ la prima volta …

Ingredienti:

  • 500 ml di panna fresca
  • 80 g di zucchero
  • gelatina per torte (oppure 15 grammi di gelatina in fogli)
  • 1 baccello di vaniglia
  • 1 limone non trattato, la scorza

Per la salsa di lamponi:

  • 200 g di lamponi
  • 100 g di zucchero
  • Gelatina (oppure 4 g di gelatina in fogli)

Preparazione:

  1. Lavate i lamponi e asciugateli. Lasciatene qualcuno da parte per la decorazione finale.
  2. Frullateli con lo zucchero. Passateli al setaccio, così da ottenere una salsa liscia, ed eliminare tutti i semini dei lamponi.
  3. A parte preparate la gelatina, secondo istruzioni sulla confezione, oppure se utilizzate i fogli di gelatina, provvedete ad ammollarli, strizzarli e poi scioglierli in 60 g acqua calda.
  4. Unite la gelatina alla salsa di lamponi
  5. Versate negli stampini o nei bicchierini e mettete in frigorifero a riposare
  6. In una casseruola piccola, versate la panna e scioglietevi lo zucchero, aggiungete il baccello di vaniglia tagliato a metà (io l’ho inciso per far fuoriuscire la vaniglia), e la scorza di un limone
  7. Fate cuocere per circa un quarto d’ora, mescolando spesso con un cucchiaio di legno
  8. Ritirate dal fuoco e togliete il baccello e la scorza di limone.
  9. preparate la gelatina o i fogli di gelatina, ammollandoli nell’acqua, strizzandoli ed unite alla panna, mescolando bene.
  10. Versate negli stampini sopra la salsa e riponete in frigorifero per almeno tre ore.
  11. Al momento di servire, mettete un piatto alla base dello stampino e capovolgetelo. Infine decorate con qualche lampone e con zucchero a velo

La vista appagata dal rosso intenso della salsa di lamponi e dalla delicatezza del bianco, il gusto dolce della vaniglia si sposa con quello leggermente acre dei lamponi. Questo dolcetto riporta il buonumore.

Panna cotta alla vaniglia con salsa di la poni

Dolcetti alla ricotta

Le tentazioni dolci sono sempre dietro l’angolo e sfogliando i ricettari di biscotti e piccola pasticceria, mi faccio spesso attrarre dall’aspetto invitante di pasticcini e dolcetti vari.

La ricotta e’ un ingrediente che in frigorifero a casa non manca mai, e, anche se il frigo dovesse essere quasi vuoto, 1 uovo a disposizione c’è sempre.

Ecco allora la ricetta dolce che ho provato qualche giorno fa.

Sono ottimi con un te o una tazza di latte.

Ingredienti:

  • 250 g di farina 00
  • 150 g di ricotta
  • 120 g di zucchero semolato
  • 30 g di burro
  • 2 cucchiaini di lievito vanigliato
  • 1 uovo
  • sale
  1. Accendete il forno a 180 gradi, modalità statico
  2. Rivestite la placca con della carta forno
  3. In una ciotola, amalgamate ricotta e zucchero, il burro, l’uovo fino ad ottenere una bella crema soffice
  4. Setacciare la farina con il lievito ed il sale
  5. Aggiungerla a pioggia, amalgamandola pian piano
  6. Con un cucchiaino, prendete un po’ di composto e mettetelo sulla placca, formando dei biscottini
  7. Cuocete in forno per circa 15 minuti, i biscottini dovranno risultare dorati
  8. Ponete i biscottini su una gratella a raffreddare
  9. Se preferite, spolverate con zucchero a velo

 

Muffin con gocce di cioccolato – Bimby

Sarò breve, perché per i Muffin, che io adoro, esistono mille ricette e mille post.

Io adoro preparare questa ricetta per il Bimby, da quando l’ho scoperta, non la lascio più, soprattutto se ho voglia di concedermi una bella colazione al sabato mattina con dolcetti fatti in casa.

Vi anticipo che l’impasto non è molto dolce e soprattutto lievita molto, per cui cercate di non versare più di 3/4 di impasto negli appositi stampini

Ingredienti:

  • Teglia per Muffin o appositi stampini
  • 2 uova
  • 300 g di farina 00
  • 60 g di zucchero
  • 150 g latte
  • 120 g di burro
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 1 pizzico di sale
  1. Accendere il forno a 180 gradi modalità statico
  2. Versare nel boccale il latte e scaldarlo (2 min a 37 gradi, vel. 1)
  3. Aggiungete il burro tagliato a pezzetti e morbido, lo zucchero e le uova e frullate l’impasto (20 sec. Vel. 4)
  4. Unite la farina, il lievito e il sale e impastate (15 sec. Vel 5)
  5. Versate l’impasto negli stampini per Muffin che avrete rivestito con i pirottini.
  6. Mettete circa un cucchiaino di impasto, aggiungete le gocce di cioccolato, e ricoprite con un altro cucchiaino di impasto o quanto serve per raggiungere i 3/4 dello stampino.
  7. Cuocete in forno per circa 20 minuti

..Il buongiorno si vede dal mattino, no?

Crema Pasticcera

Ero quasi pronta a svelarvi il dolce preparato oggi, quando mi sono accorta di non aver dedicato ancora uno spazio alla Crema Pasticcera, base per la Chantilly all’italiana o semplicemente base per i nostri Pan di Spagna e Crostate (e non solo…).

Per avere la giusta quantità di crema per decorare una crostata, utilizzo queste dosi:

  • 4 tuorli d’uovo
  • 100 g di zucchero
  • 500 ml di latte
  • 30 g di farina
  • una scorza grattugiata di limone non trattato (o limone della Costiera Amalfitana)
  1. In un pentolino riscaldate il latte con la scorza grattugiata di limone
  2. A parte in altro pentolino, a fuoco spento, lavorate i tuorli con lo zucchero fino a renderli spumosi.
  3. Aggiungete gradualmente la farina, poco alla volta per non creare grumi, e continuate a mescolare
  4. Aggiungete a filo e lentamente il latte caldo continuando a mescolare
  5. Fate sobbollire a fuoco basso per circa 3 minuti
  6. Lasciare raffreddare

..da leccarsi le dita..

Crema pasticcera

Pan di Spagna

Il buon giorno si vede dal mattino.

E allora, perché non iniziare con la base di moltissime torte?

Il Pan di Spagna, ottima base per le torte di festa, da farcire, decorare, abbellire secondo la propria fantasia oppure secondo la tradizione.

Ci sono mille ricette anche per il Pan di Spagna.

Io ho provato questa, dal ricettario de Il Cucchiaio d’Argento, ed il risultato e’ stato ottimo.

Ecco come l’ho preparato

Ingredienti:

  • 6 uova a temperatura ambiente
  • 80 g di farina 00
  • 80 g di fecola di patate
  • 150 g di zucchero
  • burro q.b.
  1. Accendete il forno a 180 gradi, modalità statico
  2. Separate i tuorli dagli albumi, facendo attenzione a non lasciare tracce dei tuorli altrimenti gli albumi non monteranno bene
  3. In una ciotola lavorate i tuorli con lo zucchero fino a che non diventeranno chiari e spumosi
  4. In un’altra ciotola, montate a neve fermissima gli albumi
  5. Incorporare delicatamente i bianchi nel composto dei tuorli e zucchero
  6. Aggiungetevi poco alla volta la farina con la fecola, setacciate, e mescolate bene finché i due composti non sono ben amalgamati
  7. Imburrate con un pennello una tortiera dai bordi alti e spolverizzatela con la farina
  8. Versatevi l’impasto e cuocete in forno a 180 gradi per circa 40 minuti.
  9. Verificate la cottura con uno stuzzicadenti
  10. Ritirate, lasciate raffreddare e sformatelo.

Clafoutis ai lamponi

E finalmente riesco a preparare questo dolce francese che da un po’ di tempo stuzzicava la mia curiosità.

Protagonisti, questa volta, i lamponi.

Anche questa ricetta e’ semplice e veloce da preparare.

Il dolce sapore dell’impasto morbido a base di uova (tipo pancake) si sposa con il gusto un po’ acre dei lamponi.

Non vedo l’ora di prepararlo con le fragole, sicuramente ancora più goloso.

Il clafoutis infatti si presta ad essere preparato con la frutta di stagione: dalle ciliege, alle mele, alle fragole.

More, mirtilli, frutti di bosco,  a voi la scelta.

Ingredienti:

  • 3 uova
  • 100 g di zucchero
  • 90 g di farina
  • 1 bustina di vanillina
  • 250-300 g di lamponi
  • 300 ml di latte
  • 20 ml di brandy
  • 30 g di zucchero per il fondo della tortiera
  • burro per la tortiera
  • zucchero a velo
  1. Accendete il forno a 180 gradi
  2. Imburrate un tortiera di 26 cm
  3. Spargetevi sopra i 30 g di zucchero
  4. In una terrina lavorate le uova con lo zucchero finché il composto non diventerà bello spumoso
  5. Aggiungete la farina setacciata con la vanillina ed un pizzico di sale
  6. Stemperate il latte e aggiungete il brandy
  7. Disponete i lamponi nella tortiera
  8. Versatevi molto delicatamente il composto
  9. Infornate a 180 gradi per circa 35 minuti, fino a quando il dolce non risulterà dorato
  10. Una volta intiepidito, spolverate con zucchero a velo

Avendo un bimbo piccolo che adora assaggiare tutto, ho preferito omettere il brandy, sapendo di essermi persa il gusto originale.

A proposito, il brandy può essere sostituito con il rum oppure con il kirsch.

Un dolce diverso, da provare.

Kipferl senza uova

La seconda giornata con bimbo malato e’ trascorsa e il bimbo sta molto meglio.Ora dorme come un angioletto.

Certo, a metà mattinata stava ancora male, per cui ho richiamato il pediatra per un aggiornamento. E mi dice : “se entro mezzogiorno non vede miglioramenti, lo porti qui in studio così vediamo se è il caso di portarlo al pronto soccorso, c’è rischio che si disidrati”…. Non so se è stata la strizza o semplicemente il virus si stava finalmente esaurendo, fatto sta che, per fortuna, non è stato necessario: si è gradualmente ripreso, ricominciando pian pianino a mangiucchiare, prima una fetta di pane. A seguire, un bel pezzetto di parmigiano reggiano.

Ora sono certa che sta meglio, poi ha ripreso nelle sue normali attività girellando per casa 🙂 Domani rientro al lavoro, mentre lui trascorrerà la giornata con i nonni.

Colgo questa occasione per ringraziarvi per i gentili commenti e la solidarietà ricevuta in questi due giorni.

Stasera, quindi, un po’ più rilassata e serena, voglio riproporvi la ricetta dei Kipferl alla vaniglia ma nella versione senza uova che, vi assicuro, e’ buonissima e con una piccola variante : farina di nocciole (o nocciole tritate). Anziché quella di mandorle.

Ingredienti

  • 35 g di zucchero
  • 120 g di burro
  • 140 g di farina 00
  • 60 g di farina di mandorle (anche con quella di nocciole sono ottimi!)
  • 1 stecca di vaniglia (oppure, in alternativa, potete sostituire con della vanillina)
  • Zucchero vanigliato
  1. Incidete la stecca di vaniglia ed estraete i semini che mischierete allo zucchero, dentro una ciotola
  2. Aggiungete il burro morbido e la farina setacciata mischiata con quella di mandorle o di nocciole
  3. Mescolate tutto con un cucchiaio di legno e poi con le mani, formando una palla
  4. Avvolgetela nella pellicola e Lasciatela riposare almeno venti minuti in frigorifero
  5. Accendete il forno a 170 gradi, modalità statico
  6. Trascorso il tempo, tagliate dei pezzetti di pasta e stendeteli con le mani, formando dei salsicciotti a cui darete la classica forma di mezzaluna
  7. Ponete i biscotti su una placca forno foderata con la carta forno e cuocete per circa un quarto d’ora-venti minuti, nella parte centrale del forno
  8. Quando saranno cotti, estraete la placca e lasciatevi raffreddare i biscotti, cercando di non toccarli per non romperli
  9. Delicatamente, passate i biscotti nello zucchero a velo mischiato con quello vanigliato e lo zucchero semolato.

Spero vi piacciano, eccoli :

Senza uovo
Kipferl alla vaniglia ma senza uova

 

Torta Caprese

E’ stato un sabato molto impegnativo perché è’ iniziato stanotte all’una e fino alla tre del mattino sono rimasta sveglia.

Perche’?

Il piccolo Liam ha deciso nel cuore della notte di svegliarsi e tenermi in scacco per due ore..per cui stamattina  tutti i programmi di fare una bella passeggiata in centro sono saltati, dato che ci siamo svegliati un po’ più tardi e soprattutto mi sentivo stanchissima!

Ho quindi approfittato per riordinare e rigovernare, ma tenerlo impegnato in casa con una  bella giornata di sole così non è stato facile. Un bel pomeriggio trascorso in giardino. La serata si è’ conclusa piuttosto tardi, perché, contrariamente alle mie speranze, Liam non si è’ addormentato presto. E’ riuscito a trascorrere una giornata da stamattina alle 9.30 fino a stasera alle 10.30, dormendo 20 minuti oggi pomeriggio.

Cosa ho fatto in quei 20 minuti?!

Una doccia, naturalmente…non sottovaluto mai il potere rigenerante quotidiano di una bella doccia..sembra banale ma con un bimbo piccolo ed un marito che lavora tantissimo, bisogna ritagliarsi dei momenti per se stessi quando dormono!! …. E il mio dorme pochissimo.. 😦 e’ una lotta contro il tempo, sono arrivata cotta questa sera, con lacrimoni di stanchezza ed una voglia incredibile di Una bella tisana.

Ad ogni modo, anche oggi ho dovuto cucinare tenendo d’occhio il piccolino che trotterellando in giro per casa e’ sempre alla ricerca di nuovi pericoli.

Ah, non vedo l’ora di una bella vacanza, che, comunque, non sarà rilassante…

Sogno mare turchese e cielo azzurro, profumo di limoni e colline verdi, sole che ti scalda, come Capri, ad esempio.

Capri
I Faraglioni

E questo forte desiderio di mare, mi ricorda quella ricetta che ho trovato tempo fa… Oggi preparo la Torta Caprese.

Vediamo come viene.

Nonostante la bella giornata di sole ed il primo caldo che invogliano probabilmente più ad un bel gelato, io confermo il mio bisogno di cioccolato, perché le energie che mi servono per sopravvivere alla vita di super mamma non bastano mai.

Ingredienti:

  • 300 g di mandorle pelate
  • 250 g di cioccolato fondente
  • 250 g di burro
  • 5 uova
  • 200 g di zucchero
  • zucchero a velo

Preparazione

1. Foderare la placca del forno con carta forno e mettere le mandorle a tostare a 200 gradi per 10 minuti.

  1. Tritatele nel mixer

  2. In un pentolino sciogliete il cioccolato con qualche cucchiaio di acqua.

  3. Aggiungete il burro a pezzetti e lo zucchero e mescolate fino ad ottenere una crema.

  4. Spegnete il fuoco e lasciate intiepidire

  5. Separare i tuorli dagli albumi

  6. Accendete il forno a 180 gradi, modalità statico

  7. Foderare una tortiera con carta forno, diametro 26 cm

  8. Mettete la crema di cioccolato in una ciotola ed incorporate i tuorli d’uovo mescolando bene.

  9. Unitevi le mandorle tritate, mescolando bene

  10. Montare a neve gli albumi ed incorporateli delicatamente alla crema.

  11. Versare il composto nella tortiera ed infornare a 180 gradi per circa 30-35 minuti.

  12. Lasciare raffreddare e spolverare abbondantemente di zucchero a velo

 

Il mio consiglio:

Per velocizzare i tempi, anziché utilizzare mandorle intere da tritare, ho utilizzato le mandorle  già tritate che vendono in sacchetti capienti da 400 grammi; a patto che siano di ottima qualità.

Il cioccolato fondente l’ho sciolto a bagnomaria, a fuoco lento, senza aggiungere l’acqua richiesta dalla ricetta.

La scorza grattugiata di un’arancia aggiunta alle mandorle tritate e qualche goccia di rhum aggiunta al cioccolato fuso, doneranno alla torta un gusto speciale!

L’impasto cresce bene anche in un anello per torte da 22 centimetri.

Non vi resta che provare!

Io non vedo l’ora di rifarla!

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Profumo di domenica: la Torta di Mele

Ed è domenica, piove, sara’ quindi una domenica casalinga, tra le quattro mura domestiche.

Mio marito e’ ai fornelli, oggi prepara lui il pranzetto che sarà a base di pesce.

Io mi occuperò “solo” di Liam e del dolce.

Una giornata così mi ispira solo un tipo di dolce…. La torta di mele!

A voi piace? Vi ricorda qualcosa in particolare?

Quando ero piccina, mia mamma la preparava sempre di domenica. Non era pratica di dolci, ma sapeva fare due torte principalmente: la torta margherita e quella di mele…Ovviamente, per noi era una festa, sapendo che mamma non era una gran pasticcera, apprezzavano moltissimo il suo impegno nel preparare questi due dolci.

Eccoci allora all’opera:

Ingredienti:

  • 3 mele (oppure 600 g), golden oppure renette
  • 1 limone non trattato, succo e scorza
  • 200 g di zucchero
  • 50 g di nocciole
  • 3 uova a temperatura ambiente
  • 1 vasetto di yogurt bianco da 125 g
  • 70 g di burro
  • 200 g di farina 00
  • 1 pizzico di sale
  • 1 dose di lievito per dolci

Esecuzione:

  1. Iniziate sbucciando le mele e affettandole. Sistematele in una ciotola e irroratele con il succo di limone. Tenetele da parte
  2. Imburrate e infarinate uno stampo per torte da 26 cm.
  3. Accendete il forno in modalità statico a 180 gradi
  4. Tritate la scorza di limone e le nocciole nel mixer e mescolateli con lo zucchero
  5. Unite le uova, lo yogurt, il burro, la farina e lavorate l’impasto. Aggiungete una presa di sale e il lievito e amalgamate.
  6. Versare metà dell’impasto nella tortiera e distribuiteci sopra metà delle fettine di mela disponendole a raggera
  7. Ricoprite con il restante impasto e decorate con un altro strato di mele
  8. Cuocete in forno a 180 gradi per circa 40 minuti. Controllate la cottura con uno stecchino, se è’ asciutto la torta e’ cotta.
  9. Lasciatela raffreddare e spolveratela di zucchero a velo

Il pranzo e’ servito!

Buona domenica a tutti voi, ovunque voi siate..

Biscottini tipo Canestrelli

Sono alla ricerca della ricetta dei Canestrelli Liguri da un po’ di tempo e ancora non ho trovato quella che mi soddisfa in quanto a gusto e friabilità dei biscotti.

Questa che ho provato stamattina però si avvicina molto.

Tuttavia, e qui mi rivolgo alle più esperte e alle professioniste, siate clementi con me: le formine che ho scelto per tagliare questi golosissimi biscotti non sono esattamente le più adatte a ricordare un canestrello..e mi scuso: ho tanta voglia di fare, ma non sempre ho con me gli strumenti adatti.

Sicuramente li rifarò, perché pur essendo buoni, ancora non sono gustosi come quelli che ho in mente e continuerò a cercare nuove ricette. Per allora spero di aver trovato la dimensione giusta del taglia biscotti e la proporzione per avere la classica forma a margherita. 🙂

Quindi, siate buone con me.

Ecco come li ho preparati questa mattina:

Ingredienti:

  • 300 g di farina 00
  • 230 g di burro
  • 100 g di zucchero semolato
  • 2 tuorli
  • sale
  • zucchero a velo vanigliato per decorare
  • 2 albumi

Preparazione:

  1. Tagliate il burro a pezzetti e lasciatelo ammorbidire a temperatura ambiente.
  1. Prendete due uova e lasciatele a temperatura ambiente
  1. Accendete il forno a 150 gradi.

  2. Ricoprite la placca del forno con carta forno e preparare un altro foglio che vi servirà per stendere la pasta

  3. Prendete una ciotola grande e mescolatevi lo zucchero, la farina setacciata, un pizzico di sale

  4. Aggiungete il burro e i tuorli ed impastate tutto rapidamente fino ad ottenere una pasta omogenea

  5. Infarinate il ripiano e sopra la pasta ponete un foglio di carta forno e stendete la pasta fino a raggiungere lo spessore di 1 cm. (Per aiutarvi potete usare le bacchette che esistono in commercio e che aiutano a regolarsi per lo spessore della pasta)

  6. Ritagliate i biscotti con uno stampino di 5 cm e poi fate il buco al centro, dandogli la caratteristica forma

Biscotti 9. Metteteli sulla placca del forno e spennellateli con gli albumi non battuti.

Placca forno

  1. 10.Cuocete in forno per 25-30 minuti. Fateli raffreddare prima di toccarli e di spolverar li con lo zucchero a velo vanigliato

Per la conservazione, dicono che i biscotti si conservino bene nelle scatole di latta oppure nei barattoli di vetro a chiusura ermetica.

Il profumo e’ invitante, non mi resta che augurarvi

Buon biscottino a tutti!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ciambellone marmorizzato

 

Ciambellone Marmorizzato

Avevo proprio voglia di mangiare questa delizia…e l’occasione scelta e’ stata la Festa del Papà di ieri.

Chissà se come me avete il Bimby per prepararla.

Se così non fosse, e’ facile prepararla ugualmente. Non fatevi spaventare dalla lunga lista di ingredienti…vale la pena prepararla e gustarla a colazione o a merenda.

Credo che tutti da bambini abbiamo adorato questa torta..

Ciambellone Marmorizzato

 

Ecco cosa serve:

Ingredienti:

  • 200 g di zucchero
  • 1 limone biologico, la scorza
  • 3 uova
  • 150 g di burro morbido
  • 1 bustina di vanillina
  • 220 g di latte intero
  • 400 g di farina 00
  • 1 pizzico di sale
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 20 g di cacao amaro in polvere
  • 1 stampo a ciambella da 24 cm

Preparazione:

  1. Imburrate e infarinate lo stampo
  2. Accendete il forno a 160 gradi in modalità statico
  3. Versate nel boccale del Bimby lo zucchero e la scorza di limone:10 sec. Vel.8
  4. riunite sul fondo con la spatola
  5. Aggiungete: le uova, il burro, la vanillina, il latte: frullate 40 sec. Vel 5.
  6. Aggiungete la farina e il pizzico di sale: impastare 40 sec. Vel 5-6
  7. Unite il lievito: mescolate 20 sec. Vel 5
  8. Versate la metà del composto nello stampo
  9. Aggiungete nel boccale il cacao: mescolare 10 sec. Vel 5
  10. Versate nello stampo sopra l’impasto giallo
  11. Cuocete in forno a 160 gradi per 50 minuti

Quante calorie? Sarebbe meglio non saperlo, ma, poichè la prova costume lentamente e inesorabilmente si avvicina, e’ giusto dare un’occhiata … 316 Kcal per 100 gr.

Ciambellone Marmorizzato