Torta di grano saraceno e marmellata di arance

Prometto che presto recupererò tutti gli aneddoti dell’ultimo mese con qualche post dedicato alla mera vita da mamma, di mamma in corriera, pendolando su e giù dalla frontiera italo-svizzera e da e per l’asilo..presto..prometto, peccato che qui il tempo per scrivere tra queste pagine non si trova più facilmente. Perché? Cosa è cambiato? Presto, appunto, lo racconterò..almeno spero, avrei bisogno di un’altra giornata di 24 ore perché una non mi basta più.

Nel frattempo, però, questo poco tempo a disposizione ho deciso di dedicarlo ad un’altra ricettina  dolce sperimentata in uno di questi week-end frenetici durante i quali non mi sembra neanche di aver trascorso il sabato e la domenica.

Un dolce semplice, come del resto tutte le preparazioni che ritrovate tra queste pagine. Un dolce che sa di “antico” o di tradizione e che è oltretutto senza glutine.

Si tratta di una torta fatta con la farina di grano saraceno, la farina che tanto amiamo quando mangiamo i Pizzocheri, che quindi ci riporta un po’, grazie alle papille gustative e ai nostri pensieri saltellanti, a brevi gite in montagna.

image

La farcitura ideale sarebbe con le marmellate di mirtilli, o ribes rosso, o more, insomma con marmellate di bacche e frutti di bosco, che ben richiamano alla mente questo dolce dal gusto rustico.

Io, invece, ho scelto di abbinarci una marmellata di arance fatta in casa, da mia zia. Questa volta non si tratta della zia della Marmellata di Limoni, ma di un’altra sorella di mia mamma, anche lei bravissima con le conserve e le marmellate fatte in casa, per non parlare degli ottimi dolci che ha sempre preparato, da che io ricordi: lei, come la mia nonna, prepara torte di compleanno deliziose, come base utilizza il classico pan di Spagna e poi farcisce con creme buonissime. Zeppole, struffoli, pastiere, alle feste comandate, il dolce della tradizione c’è sempre..Per la cucina lei ha proprio un’innata predisposizione.

La torta e’ nella sua semplicità buona e “rustica”.

Torta di grano saraceno e marmellata di arance

Vi lascio gli ingredienti:

  • 3 uova a temperatura ambiente
  • 100 g di burro a temperatura ambiente
  • 100 g di zucchero
  • 100 g di farina di grano saraceno
  • 100 g di mandorle  spellate (tritate nel mixer)
  • 1 bacca di vaniglia (la polpa)
  • 200 g di marmellata o confettura di arance

Preparazione:

  1. Separate i tuorli dagli albumi
  2. Accendete il forno a 180 gradi, modalità statico
  3. Lavorate a crema il burro con fruste a mano, unite lo zucchero, la polpa della bacca di vaniglia (incidete il baccello di vaniglia per il lungo, apritelo e con la punta del coltello raschiate e prelevate la polpa) e amalgamate
  4. Aggiungete al composto un tuorlo alla volta e sbattete il tutto
  5. Aggiungete la farina di grano saraceno e le mandorle tritate (io utilizzo spesso le Mandorle già tritate finemente, in buste da 400 g) e mescolate con un cucchiaio di legno
  6. Montate gli albumi a neve ben ferma con un pizzico di sale
  7. Versate gli albumi montati con delicatezza nell’impasto e amalgamate bene con movimenti dal basso verso l’alto, sempre con un cucchiaio di legno
  8. Imburrate ed infarinate una tortiera (22 cm)
  9. Versate il composto nella tortiera e non appena il forno avrà raggiunto la temperatura di 180 gradi, infornate nel ripiano centrale, per circa 40 minuti.
  10. Controllate la cottura intorno al 30esimo minuto e fate la prova stecchino, solo quando uscirà asciutto la torta sarà pronta
  11. Sfornate la torta e lasciatela raffreddare nella tortiera
  12. Una volta fredda, toglietela dalla tortiera e tagliatela a metà, in senso orizzontale, così da ottenere due dischi; farcitela con la marmellata di arance
  13. Sovrapponete l’altro disco e spolverizzate con zucchero a velo

Torta di grano saraceno e marmellata di arance

Non riesco a dipanare questa matassa fatta di ricordi, profumi, emozioni che una semplice fetta di torta di grano saraceno e marmellata di arance hanno involontariamente suscitato in me: il ricordo di un week-end trascorso anni fa a Bormio, prima che nascesse Liam, una camera vista montagne innevate alle Terme dei Bagni Vecchi, i grandi portoni di legno, il sapore del grano saraceno, pizzoccheri  e via dicendo, il profumo della marmellata d’arance, le scorzette d’arancia, ricordano l’inverno, il tepore di una casa riscaldata da un camino acceso, nelle giornate di attesa del Natale.

Sto invecchiando…

Ciambella morbida al cioccolato nocciolato e pere

Alla fine e’ trascorsa anche Pasqua ..andata, finita, volata. Mi è rimasto però un chilo in più, x chili che potrei metter su qualora la cioccolata che gira per casa non dovesse sparire in quattro e quattr’otto. Perché mi conosco, un pezzettino oggi, uno domani, fino ad esaurimento scorte, potrebbe essere una dolce abitudine a cui potrei abituarmi facilmente..

Cioccolato fondente con nocciole

Liam ha ricevuto molte uova pasquali, la fortuna è che però la cioccolata e’ rimasta dalla nonna…quello che è rimasto in casa qui da me, invece, è un ottimo uovo di cioccolato fondente nocciolato Novi che però è pericolosamente buono.

Quindi, come tutti i blog che si rispettino e che trattano “cibo”, non posso non dedicare un post al “riciclo” del cioccolato avanzato che “gira” per casa ancora in questi giorni.

Cioccolato fondente alla nocciola

Idee? Un milione! Ma nel milione di ricette a base di cioccolato, ho provato questa, che faceva al caso mio, anche perché avevo anche delle pere da consumare, ormai molto mature.

Una torta si può offrire, condividere, mangiare a colazione o accompagnare ad una tazza di tè.

Ecco la ricetta che mi ha ispirato, trovata sfogliando un inserto della rivista di cucina Alice “Torte e dolci di cioccolato”, io ho cambiato solo il tipo di cioccolato e la quantità di pere.

Ciambella morbida al cioccolato nocciolato e pere

 

Ingredienti:

  • 150 g di cioccolato fondente (io ho utilizzato il cioccolato fondente nocciolato Novi)
  • 2 uova a temperatura ambiente
  • 100 g di burro a temperatura ambiente
  • 100 g di farina 00
  • 120 g di zucchero semolato
  • 1 vasetto di yogurt bianco (125 grammi)
  • mezza bustina di lievito per dolci (8 grammi)
  • 4 pere (io ne ho utilizzate 2 )

 

Ciambella morbida al cioccolato nocciolato e pere

Preparazione:

  1. Preriscaldate il forno a 170 gradi, statico
  2. Imburrate ed infarinate uno stampo a ciambella (circa 24 cm)
  3. Fate sciogliere a bagnomaria il cioccolato tagliato a pezzetti con il burro, mescoliamo finché gli ingredienti non saranno fusi ed amalgamati. Poi togliamo dal fuoco
  4. Lavorare lo zucchero con le uova fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso
  5. Aggiungere lo yogurt, il cioccolato fuso, la farina setacciata con il lievito e lavorate il composto amalgamando gli ingredienti (io ho utilizzato il Bimby, velocità 4 per 40 secondi)
  6. Sbucciare e tagliare a quadratini le pere
  7. Amalgamarle nel composto e versare il tutto nello stampo
  8. Infornare a 170 gradi per circa 35 minuti. Verificate la cottura con uno stecchino, se esce asciutto e’ pronta
  9. Togliete dal forno e lasciatela raffreddare nello stampo
  10. una volta fredda, ponete un piatto da portata sulla base dello stampo, capovolgete lo stampo e aspettate qualche secondo finché la ciambella non si staccherà dalle pareti dello stampo.
  11. Spolverizzate con abbondante zucchero a velo

Ciambella morbida al cioccolato nocciolato e pere

La consistenza della ciambella sarà morbida, il nocciolato durante la lavorazione della torta e la cottura e’ diventato granella, per cui gusterete un intenso sapore di cioccolato fondente con le nocciole ormai tritate, le pere contribuiscono a rendere umido il composto della torta.

Ciambella morbida al cioccolato nocciolato e pere

E’ stato alquanto difficile convincere Liam a non toccare la torta mentre cercavo di fotografarla, la sua tentazione era quella di tagliarne dei pezzi con le mani; pensavo di averlo convinto, e allora poi la sua manina è andata dritta dritta sugli ovetti di cioccolato.

Ciambella morbida al cioccolato nocciolato e pere

 

Victoria Sponge

Victoria Sponge

La prima volta che ho sentito parlare della torta Victoria Sponge e’ stata alcuni mesi fa, dalla bellissima e brava Csaba Della Zorza, per la quale nutro una particolare adorazione, per la sua semplicità e la sua eleganza, un modo tutto chic di essere chef e presentarsi al proprio pubblico. Dopo qualche tempo, di ritorno da uno dei nostri viaggi a Civitanova, durante una sosta in autogrill, mi sono lasciata conquistare da un piccolo libro dedicato ai dolci, con carta opaca e un po’ ruvida e ricette di dolci e biscotti di provienenza britannica, tra le cui pagine spiccava la ricetta della torta “Victoria Sandwich”: “se dovessi fare anche solo una torta e dovesse essere l’unica da poter preparare”, scriveva l’autrice, ” farei sicuramente la Victoria Sandwich, nota anche come Victoria Sponge”. Affascinata dal nome, dal richiamo alla Regina Vittoria, all’età vittoriana, alla sua letteratura, all’ora del the, a Londra, penso che questa torta sia davvero qualcosa di particolare. Lasciato da parte il libro per un po’, durante uno degli ultimi libri di ricette acquistato, ritrovo, con altri ingredienti ed altro procedimento, ancora lei…allorché mi dissi: prima o poi la voglio preparare.

Trascorrono i mesi, e altre ricette e, durante una puntata di Bake-Off Italia la protagonista di una delle sfide tra i concorrenti e’ proprio lei: Victoria Sponge. Salto sul divano e dico: lo sapevo, lo sapevo che la dovevo preparare! Avevo avuto una giusta intuizione, e allora, ingredienti alla mano, ho deciso di prepararla in occasione di un pranzo domenicale.

Ma insomma, che cos’è ?

Victoria Sponge

Si tratta di due torte sovrapposte della stessa dimensione, farcite con marmellata di lamponi o fragole, e crema al burro. La base non è Pan di Spagna, ma una base più consistente e ricca.

Come al solito, durante la mia prima prova, mi sono ritrovata a non avere due teglie dello stesso diametro di 20 cm, ma al secondo tentativo mi sono organizzata così da avere due anelli per torte, di quelli modificabili a seconda del diametro che serve, alla cui base va poi messa la carta forno.

La ricetta arriva dalla pasticceria Primrose Bakery, la più famosa di Londra, o, almeno, secondo la pubblicazione di Martha Swift e Lisa Thomas. Assolutamente da provare e condividere.

Ingredienti:

  • 210 g di farina  auto lievitante
  • 225 g di zucchero di canna chiaro, a grana fine
  • 25 g di farina di mais
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • 225 g di burro a temperatura ambiente, ammorbidito
  • 4 uova
  • 3 cucchiai di latte parzialmente scremato

Per farcire:

  • Circa 3 cucchiai di marmellata di lamponi o fragole
  • Crema al burro, oppure, due cucchiai di panna montata

Ingredienti per la crema al burro:

  • 60 g di burro a temperatura ambiente
  • 30 ml di latte parzialmente scremato
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • 250 g di zucchero a velo

Per decorare:

  • Zucchero a velo, oppure, crema al burro

Victoria Sponge

 

Procedimento:

  1. Riscaldare il forno a 180 gradi, modalità statico
  2. Preparate due tortiere con i bordi alti del diametro di 20 cm l’una (imburrate e infarinate, oppure, se avete la tortiera “ad anello”, preparate una teglia, rivestitela di carta forno e poggiatevi sopra l’anello)
  3. Setacciare la farina, lo zucchero, la farina di mais e il lievito. Versare il tutto nel Bimby oppure nella planetaria e amalgamare il tutto. Aggiungere gli altri ingredienti (burro, uova, latte ed estratto di vaniglia) e lavorate ancora il composto nella l’Algeria velocemente, altrimenti il composto diventerà pesante.
  4. Dividete il composto tra le due tortiere e livellate la superficie con una spatola
  5. Cuocere al centro del forno per circa 20-25 minuti. Il tempo e’ indicativo, verificate che le torte siano cresciute e dorate. Nel mio caso, il mio forno ultimamente poco attendibile, si surriscalda piuttosto in fretta, quindi il tempo di cottura si è ulteriormente ridotto, tra i 15 ed i 20 minuti. Ho poi infornato una torta alla volta, poiché non è detto che su un unico ripiano del forno si riescano ad infornare ben due tortiere da 20 cm.
  6. Sfornate e lasciate riposare per circa dieci minuti. Poi, sformate la torta delicatamente e lasciate raffreddare completamente
  7. Preparare la crema al burro con 60 g di burro a temperatura ambiente, 30 ml di latte parzialmente scremato, 1 cucchiaino di estratto di vaniglia e 250 g di zucchero a velo. Lavorare tutti gli ingredienti e metà dello zucchero a velo per qualche minuto con lo sbattitore elettrico fino ad ottenere un composto cremoso. Aggiungete poi poco per volta lo zucchero a velo rimasto
  8. Togliete la carta forno dalla base della torta
  9. Mettete una torta su un piatto o su un’alzatina per dolci e spalmateci sopra la marmellata che avete scelto per la farcia
  10. Prendete l’altra torta, appoggiatela su un altro piano, farcite con due o tre cucchiai di crema al burro o con la panna montata la parte che dovrà poggiare sullo strato di marmellata
  11. Se desiderate, potete aggiungere alla farcia, anche fragole o lamponi freschi
  12. Sovrapponete le due torte e spolverizzate di zucchero a velo

Vi assicuro che è una torta degna di una Regina!

Victoria Sponge

Ciambella alle Carote

Poco prima delle vacanze, durante l’ultima settimana, mi sono resa conto di avere il frigorifero ancora pieno di…carote.

E dunque ho colto l’occasione per utilizzarle al meglio, preparando una ciambella alle carote ed utilizzando uno dei miei stampi preferiti, l’ultimo acquisto in ordine di tempo. Per la ricetta, ho pensato ad una variante di una ricetta di Torta di Carote, che preparerò’ più avanti, quando le temperature saranno più miti e fresche e consentiranno dolci anche più elaborati.

Eccola qui

image

Di seguito gli ingredienti che ho utilizzato

  • 450 g di carote grattugiate
  • 4 uova
  • 250 g di zucchero di canna chiaro a grana fine
  • 240 ml di olio di mais
  • 240 g di farina 00
  • 1 cucchiaino di aroma di vaniglia
  • 4 cucchiaini di buccia grattugiata di arancia
  • 2 cucchiaini di lievito per dolci
  • 1 presa di sale
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere

Ciambella alle Carote

Primrose Bakery

L’ispirazione è arrivata dalla ricetta golosa della Torta di Carote della Pasticceria Primrose Bakery di Londra, e così, con qualche leggerissima modifica a qualche ingrediente ed alla preparazione, ho pensato di utilizzare la base per preparare una ciambella.

Ecco i passaggi

  1. Accendete il forno in modalità statico e fate raggiungere la temperatura a 180 gradi
  2. Fate sciogliere una noce di burro e spennellate lo stampo a ciambella, ricoprite poi di farina oppure di pane grattugiato (in alternativa al burro, l’olio)
  3. In una ciotola, grattuggiate le carote
  4. Con lo sbattitore elettrico lavorate le uova con lo zucchero, aggiungere l’olio a filo, poi aggiungete l’estratto di vaniglia, la buccia d’arancia grattugiata ( con Bimby, ho lavorato uova e zucchero per 40 sec. Vel. 4, poi ho aggiunto gli altri ingredienti e lavorato il tutto per lo stesso tempo)
  5. In una ciotola, setacciate la farina con il lievito, il sale e la cannella.
  6. Aggiungete questi ingredienti, al composto di uova, zucchero e olio, mescolate.
  7. Aggiungete le carote grattugiate, mescolate tutto il composto
  8. Versate tutto il composto nello stampo a ciambella e cuocete in forno per circa 30 minuti a 180 gradi statico

Ciambella alle Carote

Ciambella alle Carote

Con la scusa delle carote, una fetta tira l’altra e….

Torta all’Acqua

Torta all'Acqua

La prima volta che ho letto il nome di questa torta mi sono “imbambolata”.

Si, perché una serie di immagini un po’ atipiche mi sono balzate alla mente: dapprima una torta ondeggiante, poi ho pensato ad una torta “trasparente”, poi azzurra, poi delicata, poi dissetante, poi leggera, poi ancora light, ma no e’ qualcosa di vegano. Insomma, una curiosità irrefrenabile.

torta all'Acqua

A voi cosa viene in mente?

La morbidezza di questa torta mi ha colpita, e’ soffice e piacevole.

Insomma, e’ particolare. E’ particolarmente buona.

Impazza sul web, e non potevo non provarla, ho messo da parte ultimamente dolci e dolcetti, crostate varie, tempo non ne ho molto in questo periodo così particolare, ma ho voluto provare proprio questa dolce tentazione, utilizzando la tortiera più piccola che ho, una da 18 cm. Non vi nascondo che durante la cottura il dolce prometteva bene anche in lievitazione, ma temo che il mio forno stia invecchiando, e sul più bel bello, un dolce scoscendimento ha modificato la forma quasi perfetta della torta. Sapete che e’ mia buona regola pubblicare ricette rodate e stra-provate. Questa e’ perfetta, il gusto e’ buono, anche se la forma, non è perfetta.

Ringrazio però di cuore Mani amore e fantasia per avermi catturata con questa ricetta facile e veloce, che mi ha davvero incuriosito.

Torta all'acqua

Ecco come si prepara

Ingredienti:

  • 100 g di Farina 00
  • 125 g di Farina 0
  • 150 di Zucchero
  • 250 g di Acqua
  • 50 g di Olio di semi
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • aroma a piacere
  • zucchero a velo quanto basta

torta all'acquaPreparazione:

  1. Accendere il forno in modalità statico a 180 gradi
  2. Imburrare ed infarinare una tortiera del diametro di circa 20 cm.
  3. In una ciotola, sciogliere lo zucchero nell’acqua a temperatura ambiente e mescolare fino a quando lo zucchero non sarà sciolto completamente
  4. Unire l’olio e l’aroma scelto e mescolare
  5. Separatamente, setacciare le due farine con il lievito per dolci
  6. Unire il composto liquido a quello solido delle farine e lavorare il composto, fino a renderlo omogeneo e senza grumi (io ho mescolato il tutto nel Bimby per circa 40 secondi a velocità 4)
  7. Versare l’impasto nella tortiera e cuocere in forno per circa 35-40 minuti.
  8. Controllare la cottura con uno stuzzicadenti.
  9. Lasciate raffreddare la torta, poi sformatela su un piatto e spolverizzate con zucchero a velo.

Adesso so che sapore ha.

E voi, cosa aspettate a provarla?

Torta all'acqua

 

 

Torta soffice alle fragole – 2

torta Soffice alle Fragole

Torta soffice alle fragole

La domenica in casa nostra il dolce non manca mai. Liam non vede l’ora di prepararlo, tutte le volte.

E’ felice e il rischio di un disastro e’ sempre dietro l’angolo perché metterebbe le mani ovunque, quindi non posso essere certa che il dolce sarà in tavola  fino all’ultimo.

Oggi il mio piccolo grande aiutante ha addirittura cambiato gli ingredienti, rifiutandosi categoricamente di mettere nella torta le pesche sciroppate che avevo già tagliato a fettine. “Mamma, no le pecche no! Io novoio pecche!”. Allorché ho dovuto velocemente pensare ad una valida alternativa, quando finalmente mi son ricordata che in frigorifero avevo un cestino di fragole.

La torta soffice alle pesche sciroppate dovrà aspettare, nel frattempo abbiamo gustato la “variante Liam”, ovvero la Torta Soffice alle Fragole.

Torta Soffice alle FragoleTorta soffice alle fragole

Ingredienti:

  • 250 g di farina 00
  • 4 uova temperatura ambiente
  • 1 cestino di fragole
  • 150 g di burro a temperatura ambiente
  • 100 g di zucchero
  • 2 cucchiai di latte
  • 1 bustina di lievito vanigliato per dolci
  • 1 bustina di vanillina
  • zucchero a velo Q.b

Torta Soffice alle fragole

Preparazione:

  1. Accendere il forno, modalità statico a 180 gradi
  2. Imburrare ed infarinare una tortiera sui 24 cm
  3. Lavorare il burro con lo zucchero con le fruste elettriche fino ad ottenere una crema morbida e omogenea
  4. Unire un uovo alla volta e lavorare il composto con le fruste elettriche
  5. Setacciare la farina con la vanillina ed il lievito.
  6. Aggiungere al composto la farina setacciata con la vanillina ed il lievito, aggiungere il latte
  7. Amalgamare fino ad ottenere un impasto abbastanza duro e compatto
  8. Versare metà impasto nella tortiera e livellate con una spatola
  9. Aggiungere le fragole tagliate a fettine ricoprendo tutto l’impasto
  10. Ricoprire le fragole con l’impasto rimasto
  11. Infornare a 180 gradi per circa 35-40 minuti. La superficie dovrà risultare dorata, fate la prova dello stecchino per assicurarvi che la torta sia asciutta dentro e quindi cotta
  12. Togliere dal forno e lasciar raffreddare il dolce nello stampo
  13. Una volta raffreddato, toglierlo dalla tortiera, riponendolo su un piatto e spolverizzare di zucchero a velo vanigliato

E’ una torta semplice da preparare, dal gusto delicato, e’ morbida e si presta ad essere preparata con il ripieno di frutta sciroppata.

torta soffice alle fragole

La ricetta originale questa volta arriva da un libriccino grazioso, acquistato in Autogrill lo scorso inverno in occasione di una sosta durante il viaggio: mi piace sempre sbirciare tra libri e pubblicazioni varie, talvolta mi stupisco non solo di quante pubblicazioni siano dedicate alla cucina, anche se il mio occhio cattura sempre le copertine dedicate a dolci, torte & company, ma soprattutto del fatto che le ricette siano attendibili!

torta soffice alle fragole

Caprese al Limone – Ricetta di Salvatore De Riso

E’ arrivato il momento di accostarmi alle ricette del grande Maestro Sal De Riso, per diversi motivi: la familiarità con sapori e colori dei suoi dolci, le sue origini, Minori, i giardini di limone,e poi per la grande curiosità che ho di provarle, seguendo dosi e modi che illustra nel suo libro Dolci del sole.

Caprese al Limone

Questo libro ha tutta l’aria familiare che può avere un album di fotografie della mia famiglia, dove ritrovo il mare, i vicoli di Minori, le piante ed i giardini di limone, alcuni volti conosciuti, tutto il calore del sole e i colori del mare che ho frequentato per molti anni. I suoi ricordi, somigliano ai miei, almeno in parte.

Leggendo questo libro, ho rivissuto alcuni momenti estivi trascorsi a Minori durante la mia infanzia e la mia gioventù, quando le vacanze mi riportavano al mare ogni anno, dai nonni, dagli zii e cugini, come ho già raccontato in altre occasioni parlando della mia nonna.

Era una bella consuetudine per noi andare a mangiare il gelato nella gelateria di suo padre, Antonio, e dove prima di concludere la vacanza, andavamo a scegliere le cartoline da spedire agli amici. Il gelato al limone era il più buono di tutta Minori. Ricordo come fosse ieri, di rientro dalla passeggiata sul lungomare, in compagnia della mia famiglia e dei miei zii, ci fermavamo in gelateria, i miei gusti preferiti fragola e limone. Era proprio li, a ridosso di Piazza Cantilena, non molto distante dove oggi c’è la Pasticceria di Salvatore De Riso. Io di quegli anni ricordo l’estate a casa di mia nonna, il mare, le cotte estive ed il gelato al limone. Della sua bella Pasticceria, le mousse.

La ricetta di Sal De Riso della Caprese al Limone e’ pubblicata nella sezione intitolata “Le mie creature” ed il sottotitolo e’ Ricetta adatta anche per celiaci.

Dunque, cari amici gioite, la Caprese al Limone, oltre ad essere buonissima, e’ anche gluten free!

Caprese al limoneIngredienti per 8 persone:

Cioccolato bianco

  • 200 g di mandorle dolci pelate
  • 120 g di zucchero a velo
  • 1/2 baccello di vaniglia
  • 180 g di cioccolato bianco
  • 1 limone Costa d’Amalfi, la scorza grattugiata
  • 30 g di scorzette di limone candito
  • 50 g di fecola di patate
  • 5 g di lievito per dolci
  • 100 g di olio extra vergine di oliva
  • 250 g di uova (n. 5)
  • 60 g di zucchero

Preparazione:

Caprese al Limone

  1. Accendete il forno a 200 gradi (modalità statico)
  2. Imburrate ed infarinate con la fecola di patate una tortiera del diametro di 22 cm
  3. Frullate le mandorle con lo zucchero a velo e i semini di vaniglia e mettete da parte in una ciotola
  4. A parte, grattugiate il cioccolato bianco oppure tagliatelo finemente
  5. In una capiente terrina con le fruste elettriche, montate le uova con lo zucchero finché non triplicherà di volume
  6. Alla miscela di mandorle e zucchero a velo, incorporate il cioccolato bianco grattugiato, le scorzette di limone candite tritate finemente, la scorza grattugiata del limone, la fecola di patate setacciata con il lievito.
  7. Mescolate tutti gli ingredienti
  8. Aggiungete l’olio extra vergine di oliva e infine le uova montate.
  9. Emulsionate tutto con una spatola senza preoccuparvi se le uova dovessero smontarsi
  10. Versate il composto nella tortiera e infornate a 200 gradi per 5 minuti, poi abbassate la temperatura a 160 gradi per circa 45 minuti. (Con il mio forno, ho dovuto aumentare il tempo di cottura 160 gradi fino a quasi 60 minuti. Controllate quindi la cottura con lo stuzzicadenti finché non risulterà asciutto)
  11. Dopo la cottura lasciate raffreddare il dolce nella tortiera
  12. Sformatelo quando sarà tiepido
  13. Lasciatelo riposare qualche ora, poi spolverizzatelo con lo zucchero a velo.

La ricetta originale e’ scritta diversamente, ho cercato infatti di semplificare ulteriormente tutti i passaggi, mantenendo ovviamente il procedimento invariato, credo che l’elenco dei passaggi da fare, forse, aiuti un po’, soprattutto con ricette un po’ elaborate come queste.

Caprese al Limone di Sal De Riso

Il mio aiuto pasticcere oggi è stato proprio bravo, ha voluto aiutarmi proprio in tutto, anzi, anticipava i passaggi, tanto che alla miscela di mandorle macinate e zucchero a velo ha ben deciso di aggiungere dell’acqua nel momento in cui ero pronta per aggiungere il cioccolato e tutto il resto….per non sbagliare, ho ricominciato da capo.

Grazie a Sal De Riso e ai grandi Pasticceri come lui che negli ultimi anni condividono segreti e ricette con il proprio pubblico.

Caprese al Limone

Torta Soffice al Cioccolato e Pere

Torta cioccolato e pere

Quando voglio preparare una torta “della domenica” consistente e cioccolatosa, e sono a corto di idee o di spunti nuovi, vuol dire che e’ ora di preparare la Torta Soffice al Cioccolato e Pere.

E’ probabilmente da un anno che non la porto in tavola, ed oggi e’ stata la giornata giusta: il desiderio di cioccolato era notevole, forse semplicemente un desiderio di coccole dopo la perdita di mia Nonna.

Questa torta e’ molto amata, la riprova e’ che da quando ho creato questo blog, l’ho vista pubblicata innumerevoli volte, segno che l’abbinamento cioccolato e pere e’ per noi italiani molto gustoso e quindi molto desiderato.

Forse una delle torte che mi da più soddisfazione; intendiamoci, voi lo sapete che io non sono una masterchef e che se non ho la mia bella ricettina pronta da leggere e da seguire non saprei poi fare molto…quindi, questa lunga lista di ingredienti ed il procedimento sono gelosamente custoditi nel primo manuale che ho ricevuto insieme al Bimby quando mi fu regalato da carissimi amici in occasione del matrimonio.

Quindi, ci tenevo a dirlo, la bontà di questa torta non è chiaramente merito mio. Io so solo che riesce molto bene.

Se avete voglia di seguire questa ricetta preparatevi, c’è una lunga lista di ingredienti che potrebbe scoraggiare dall’intento di prepararla, non fosse altro che ci vogliono almeno dieci minuti per pesare tutti gli ingredienti.

I passaggi sono pensati per utilizzare il Bimby, ma per chi ha una planetaria in casa o le fruste elettriche, penso non vi saranno comunque problemi nel lavorare l’impasto in modo tradizionale.

Vi posso assicurare che e’ deliziosa, decisamente invernale, corposa e robusta nel sapore, ma al contempo di consistenza soffice.

L’ideale per una giornata come questa, con la neve in giardino, e il camino acceso in casa.

E dopo la “nota romantica”, veniamo a quella “fantozziana”: come mia consuetudine, ho utilizzato una tortiera a cerniera. E’ evidente che è tempo di cambiarla poiché una volta messo l’impasto e pronta per infornare, la cerniera si e’ improvvisamente allentata ed il peso dell’impasto ha iniziato lentamente a colare dalla base. Ho fortunatamente trovato un recipiente di “salvataggio”, per poi travasare il tutto in una tortiera classica, salvando l’impasto.

Già vedevo una bella crema di cioccolato e pere spalmata sul pavimento.

Torta cioccolato e pere

Ingredienti:

  • 150 g di cioccolato fondente
  • 3 uova a temperatura ambiente
  • 100 g di burro morbido
  • 200 g di zucchero
  • 120 g di yogurt (io ho utilizzato quello bio alle pere delle Fattorie Scaldasole)
  • 80 g di latte intero
  • 230 g di farina 00
  • 70 g di fecola di patate
  • 2 pere (o equivalenti di 600 g)
  • 1 bustina di vanillina
  • 1 bustina di lievito vanigliato per dolci
  • 1 presa di sale
  • 2 cucchiai di cacao amaro

Preparazione:

  1. Imburrate ed infarinate una teglia di circa 24 cm di diametro
  2. Sbucciate le pere e tagliatele a spicchi di circa 2 cm
  3. Accendete il forno in modalità statico a 160 gradi
  4. Tritare il cioccolato fondente: 10 sec. Vel. 5-8
  5. Aggiungere il burro, lo zucchero, il latte, lo yogurt, le uova e la vanillina e lavorare gli ingredienti: 40 secondi velocità 4
  6. Unire la farina, la fecola di patate e la presa di sale, setacciati e lavorare gli ingredienti: 1 minuto a velocità 5
  7. Aggiungere il lievito e mescolare: 10 secondi, velocità 4
  8. Versare metà del composto nella tortiera e distribuire le fettine di pera sul composto
  9. Cospargere le pere con il cacao amaro in polvere
  10. Ricoprire tutto con l’altra metà dell’impasto
  11. Cuocere in forno caldo statico a 160 gradi per circa 50-60 minuti.
  12. Per verificare la cottura, inserite uno stecchino, se asciutto la torta e’ pronta
  13. Ritirate dal forno e lasciate intiepidire decorando con zucchero a velo.

torta soffice cioccolato e pere

Party4kids.it – Ed e’ già festa

Segnate questo indirizzo e fatene buon uso:

http://www.party4kids.it

Vi servirà quando il giorno della festa di compleanno del vostro campione o della vostra fatina si avvicinerà inesorabilmente e sarete ancora alla ricerca disperata di idee per l’organizzazione di una festa “memorabile” per i vostri piccoli amati di casa.

Oggi parliamo di feste di compleanno, feste a tema, party, e chi più ne ha più ne metta.

Abbiamo sempre tutte poco tempo ed è prezioso, per cui, organizzare una festa di compleanno, seppur per il nostro cucciolo di casa, potrebbe rivelarsi involontariamente un piccolo stress, una ulteriore corsa contro il tempo per reperire materiale ed organizzare il tutto. Ma per fortuna, siamo Super Mamme e in quest’era tecnologica, esiste una bella soluzione.

L’anno scorso ho dedicato un post in occasione di un Baby Party a casa di amiche, sottolineando la capacità di alcune persone di organizzare feste di compleanno memorabili non solo per gli adulti che vi partecipano, anche se da spettatori, ma soprattutto per i bambini che le vivono con grande entusiasmo ed attesa.

Sweet Sins Bakery

Una passione e un talento che sfociano naturalmente in una vera e propria attività a tempo pieno.

E quando una passione e’ grande e ci si mette cuore ed anima, i risultati arrivano.

Immaginate un portico d’estate che pullula di bambini in festa, ghirlande del colore preferito, palloncini, una tavola imbandita con bicchieri e posate colorate (pois, a righe, retro’, a tinta unita), una bella tovaglia intonata e tante cose buone da assaggiare, fino al momento magico: l’arrivo della torta con le candeline!

E in un’occasione speciale, non possiamo avere una torta qualunque, ma una bella, buona e scenografica Cake, firmata Sweet sins bakery.

Party4kids.it

Eccoci dunque,  questo post e’ dedicato oggi a Party4kids.it

Per scoprire qualcosa di più, la sua fondatrice Laura ci racconta questa bella avventura.

La prima curiosità che nasce curiosando sul sito e’ già nel nome. Perchè “Party4kids”?

“Abbiamo quattro meravigliose bambine e la loro incontenibile e contagiosa eccitazione nei giorni (se non addirittura settimane) che precedono il loro compleanno, il loro stupore davanti a una torta con una manciata di candeline accese hanno incontrato la nostra grande passione per la decorazione e l’organizzazione di eventi. Da qui nasce Party4kids, party per i bambini, sì.. per TUTTI i bambini, perchè quel meraviglioso stupore è esattamente lo stesso in ciascuno di loro..

Party4kids.it

Di cosa vi occupate?

“Nel nostro store online http://www.party4kids.it proponiamo una vasta gamma di accessori per il party dei bambini e ci occupiamo, su richiesta del cliente, dell’allestimento della festa, per quanto riguarda sia la tavola che il Party Decor. Ci rivolgiamo ad un pubblico vasto che va dal cliente privato al professionista, a sua volta organizzatore di eventi, non mancano infatti richieste per l’allestimento di eventi aziendali”.

Raccontaci cosa offrite sul vostro sito?

“Prodotti particolari e difficilmente reperibili nei negozi ‘fisici’ di accessori per il party, accessori volutamente un po’ fuori dalla righe, che selezioniamo con tantissima cura, esclusivamente da fornitori esteri, seguendo un nostro stile personale. Per scelta non trattiamo accessori (piatti, bicchieri, tovaglioli, etc) che riproducono l’immagine dei personaggi dei cartoni animati preferiti dai bambini Preferiamo progettare una festa ogni volta diversa, assecondando le richieste dei nostri piccoli clienti e ovviamente delle mamme..

Proponiamo accessori colorati e raffinati allo stesso tempo, sia ‘moderni’ che dal sapore ‘retrò’..”

Party4kids.it

“E in caso di festa a tema, prepariamo un allestimento con i colori del tema prescelto (per es. rosso e blu per ‘Spiderman’, azzurro e argento per ‘Frozen’..) abbinando una grafica studiata e realizzata ad hoc per quell’evento.

Per grafica si intendono, ad esempio, le applicazioni murali, i banner, mentre sulla tavola avremo i toppers (stecchini per decorare cupcakes o pizzette), i food tags (etichette che riportano la descrizione del cibo), e molto altro ancora.”

Party4kids.it

Il vostro valore aggiunto, quindi, possiamo dire sia la personalizzazione.

“Assolutamente, e la possibilità di realizzare un party originale anche con un basso investimento. Perché ogni bimbo merita una bella festa di compleanno!”

Parlavi di feste a tema..

“Sì, da sempre i bambini amano immedesimarsi nel proprio personaggio preferito.. questo accade ogni giorno, ma la festa di compleanno quasi sempre diventa l’occasione per travestirsi e soprattutto giocare con gli amichetti del cuore, altrettanto ben ‘camuffati’. Basta davvero poco per ricreare un’atmosfera magica per i bimbi (che si accontentano decisamente di più di noi adulti!).. una coroncina per le bimbe, una maschera da supereroe o una benda da intrepido pirata per i maschietti..”

Feste a tema

Laura, quali sono i temi più richiesti?

“Per le femminucce, l’incantevole mondo di principesse, fatine, ballerine.. e da qualche mese, l’onnipresente Frozen! Per i bimbi, invece: pirati e supereroi, ma anche cavalieri, cowboy, pompieri, etc.”

Feste a tema per bambini

Tornando alle vostre proposte, quali sono i tre accessori più richiesti per la Tavola?

Innanzitutto le Cannucce, rigorosamente in carta, biodegradabili, a righe, pois, stelline.. e coloratissime!

Party4kids.it

Abbiamo poi le Backing cups, ovvero pirottini in carta per muffins o cupcake che possono però anche essere utilizzati per servire simpatiche e dolcissime monoporzioni di caramelle per i piccoli invitati… Per non parlare poi delle scatoline porta popcorn a righe, una vera chicca!

A seguire, le Posate in legno, sempre biodegradabili, ecofriendly, da usare ‘al naturale’ o da decorare con il contagiosissimo ‘washi tape’.. sai cos’è?”

Lasciami pure questa curiosità, me lo racconterai la prossima volta?

Party4kids.it

Qual e’ invece la tua ‘top 3’ per il Party decor?

“Al primo posto, senza alcun dubbio, le ‘tassel garlands’, ovvero delle ghirlande realizzate in carta velina con fiocchi di diversi colori, un must nei party d’oltreoceano e oramai molto di moda anche da noi e nel resto d’Europa. Gli americani, si sa, in fatto di party hanno moltissimo (forse tutto) da insegnarci! Questa bella ghirlanda dona un tocco di colore ed eleganza all’allestimento e, a festa finita, siamo noi a poterle donare una ‘seconda vita’, utilizzandola come decorazione per la cameretta del nostro bimbo o bimba.. Nei colori pastello, i nostri preferiti, sono semplicemente adorabili!

Molto belle e richieste anche le Honey comb balls’, decorazioni sferiche a sospensione e con una lavorazione ‘a nido d’ape’. Generalmente si combinano varie forme e colori per un effetto molto scenografico”.

Honeycombs

“Last but not least” come direbbero gli inglesi, richiestissimi sono anche i Confettis’, ovvero coriandoli di carta velina, di varie forme e colori, perfetti per impreziosire la tavola o, come dettano le ultime tendenze, da inserire all’interno di palloncini trasparenti. I miei preferiti..”

Beh, Laura, lasciami dire che anch’io li adoro, sono bellissimi, ma ho anche una predilezione per le honeycomb!

Quali sono infine gli aspetti da curare e da tenere in considerazione quando si organizza un party?

“In primo luogo, la location, a seguire e’ importante scegliere il tema della festa, scegliere il catering. L’animazione ha un ruolo importante, soprattutto se abbiamo molti amichetti dei nostri festeggiati alla festa: renderà il party più effervescente e coinvolgente. E, alla fine di tutto, non mancheranno i party favours, per salutare con un omaggio tutti i nostri piccoli invitati con un piccolo dono che ricorderà loro questa bellissima festa di compleanno.”

Party4kids

Laura ci hai stuzzicato la curiosità e soprattutto la voglia di scegliere gli accessori per la prossima festa di compleanno in famiglia.

Ti aspettiamo presto, così ci racconterai delle prossime novità!

Allora, ci state ancora pensando?

Corro subito ad ordinare backing cups, honeycomb e Confettis.

E a voi cosa piace di più?

Party4kids.it

Torta Light al Cioccolato

Ve la ricordate?
E’ la “torta matta”, leggera leggera, perché tra gli ingredienti non ci sono uova, non c’è’ burro.
Nonostante ciò’ , e’ comunque golosa, grazie al cacao
Cosa la rende leggera?
L’acqua
Non ci credete? Provatela…..così potrete fare uno strappo alla dieta, domenica prossima!

Diario di una mamma "in corriera"

Vi é mai capitato di voler preparare una torta e di trovare il frigo vuoto, ma la dispensa piena? Beh, a quel punto mi sono chiesta: posso fare una torta senza avere le uova e senza il burro, senza il lievito, pur avendo la farina per dolci?

Ed ecco che scartabellando tra i vari ricettari, ho trovato questa particolarissima ricetta.

Non vi aspettate il pan di spagna alto e gonfio, ma una torta leggerissima e soffice, molto light, anche se “cioccolatosa”. Non vi aspettate che piaccia a tutti. Non e’ questa la torta del giorno della festa o che possa impressionare favorevolmente i vostri ospiti.

Non sarà strepitosa esteticamente, ma é comunque buona, testimoni le mie amiche Giulia, Laura, Daniela che hanno fatto il bis, oltre al mio piccolino che mi da sempre soddisfazione gridando “totta”!!

Quanto a mio fratello, lui si aspettava una torta bella consistente ed  é rimasto deluso…

View original post 227 altre parole

Torta “morbidosa” alla Nutella

Torta morbidosa alla Nutella Qualche tempo fa, in una tranquilla domenica, in occasione di un pranzo in famiglia, ho preparato una torta che “corteggiavo” da almeno un anno.

Poi la faccio, poi la preparo, oggi non ho la Nutella, accidenti il barattolo e’ quasi finito, oggi ho la Nutella ma non ho il Philadelphia….e così via…

Il tempo e’ volato.

Poi un giorno, davanti al banco frigo del supermercato, mi sono ricordata del barattolo da 250 gr di “formaggio fresco spalmabile” ovvero l’inimitabile Philadelphia e del barattolo grande di Nutella.

Finalmente posso provare questa ricetta!

Dopo averla assaggiata, abbiamo fatto tutti il bis, anche chi era a dieta!

Buona  e “morbidosa”, la Nutella ed il Philadelphia, insieme, rendono il composto morbido e goloso.

La ricetta originale e’ pubblicata su zenzero e limone, un blog giallo zafferano che io adoro, che seguo da anni e che e’ affidabilissimo.

Eccoci dunque alla “morbidosa”…Morbidosa alla Nutella

  Torta morbidosa alla Nutella Ingredienti:

  • 250 g di Philadelphia
  • 250 g di farina
  • 250 g di zucchero
  • 40 g di burro a temperatura ambiente
  • 3 uova
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 1 bustina di vanillina
  • Nutella quanto basta

Torta morbidosa alla Nutella

Preparazione:

  1. Imburrare uno stampo per dolci ed infarinarlo
  2. Accendere il forno a 180 gradi, modalità statico
  3. In una ciotola, lavorate con le fruste elettriche le uova con lo zucchero, finché il composto non diventerà chiaro e spumoso (Bimby, 40 secondi, velocità 4)
  4. Aggiungete il burro morbido a pezzetti e il Philadelphia e continuate a lavorare il composto
  5. Setacciate la farina con il lievito e la vanillina ed incorporatelo al composto, utilizzando un cucchiaio di legno.
  6. Io ho utilizzato ancora il Bimby, seppur a bassa velocità, per circa 20 secondi.
  7. Non appena il composto risulterà morbido e senza grumi, mettetene una metà sul fondo dello stampo per dolci
  8. Ricoprite la metà del composto che avete messo nello stampo, con abbondante strato di Nutella
  9. Ricoprite ora lo strato di Nutella con la metà del composto rimasto ed infornate a 180 gradi per circa 40 minuti
  10. Per verificare se il dolce e’ cotto, fate la prova dello stecchino, se asciutto il dolce e’ pronto e potrà essere sfornato
  11. Lasciatelo raffreddare, prima di togliere dallo stampo

Questa morbida prelibatezza vi scalderà il cuore!image

Torta Soffice alle Fragole

Torta soffice alle fragole
Il fine settimana vola, in qualunque modo si decida di trascorrerlo: all’aperto, al mare o in montagna, in casa, sul divano.

Questo week-end non ha fatto eccezioni.

Siamo stati all’aperto, sabato, a fare una bella passeggiata in centro, domenica in famiglia.

Proviamo quindi a portare alla nonna una piccola torta. Mentre decido quale fare, apro il frigo per prendere le uova e mi ricordo di avere un cestino di fragole che aspetta solo noi…sarà il caso di utilizzarlo!

Corro allora a spulciare tra le ricette che ho raccolto in questo periodo che ancora non ho sperimentato….si, lo so, non e’ buona cosa sperimentare per la prima volta una ricetta quando si è’ ospiti, ma poi ho pensato che, da un lato, i miei, sarebbero stati onesti nel dirmi che il dolce non era buono, caso mai qualcosa fosse andato storto. In secondo luogo, penso sempre che le ricette sperimentate da altre blogger sono sicuramente buone!

Ecco allora che decido: facciamo la Torta Soffice alle Fragole.Torta Soffice alle fragole

Ho il mio fidato aiuto pasticcere, il mio piccolino e’ sempre più curioso di aiutarmi in cucina. E anche oggi non ha perso occasione.

Ha mescolato l’impasto, ha decorato la torta con le fragole e tutto orgoglioso, quando la nonna mi ha detto “Cri, hai fatto la torta?”, lui mi ha anticipato, rispondendo:”io fatto totta!”, e’ stato un momento tenerissimo, anzi, per rimanere in tema, direi, “sofficissimo”.

Mio padre, che dai dolci sta solitamente alla larga, si e’ fatto incuriosire, e dopo averla assaggiata ha esclamato: “ma che buoooonaa”! Non e’ da lui, non si entusiasma molto per i dolci, ma questa volta pare che la torta sia stata davvero gradita…

Giusto per sapere com’è e avere la conferma che sia davvero soffice, devo assaggiarla, questo sacrificio dovrò pur farlo! Ed e’ semplicemente morbida e buona, da provare, facile da fare.

Ringrazio per questa ottima ricetta Cranberry ed il suo delizioso sito Cappuccino e Cornetto (potrete trovare la ricetta originale su http://www.cappuccinoecornetto.com/2014/04/torta-soffice-alle-fragole).

Io ho fatto una minuscola modifica, cambiando solo un minuscolo ingrediente, l’estratto di vaniglia, sostituendolo con l’aroma di limone.

A noi, dunque.

Torta soffice alle fragole

Ingredienti:

  • 1 cestino di fragole
  • 2 uova medie a temperatura ambiente
  • 80 g di burro morbido
  • 175 g di Farina 00 (stavolta avevo in casa la Farina Ticinese 00, buona!)
  • 225 g di Zucchero
  • 125 g di Latte
  • 1 spicchio di limone
  • aroma di limone (in alternativa, una bustina di vanillina oppure estratto di vaniglia)
  • Mezza bustina di lievito vanigliato per dolci
  • 1 presa di sale
  • zucchero a velo q.b.
  • 1 tortiera da circa 20 cmTorta soffice alle fragole
  1. Tagliare le fragole a spicchi (non troppo piccole, diciamo una fragola grande in quattro pezzi, una piccola in due) e metterle da parte
  2. Accendere il forno in modalità statico a 180 gradi
  3. Tagliare a pezzetti le fragole (non troppo piccole, in quattro parti se sono fragole grandi, in due se sono piccole)
  4.  Nel Bimby ho lavorato lo zucchero con il burro morbido fino a farlo diventare un composto morbido (40 sec. Vel. 4)
  5. Preparare il latte, spremendoci qualche goccia di limone (io ho utilizzato un quarto di spicchio di limone) e lasciarlo riposare per 15 minuti
  6. Setacciare la farina con il lievito e tenerla da parte
  7. Aggiungere le due uova al composto di zucchero e burro e lavorare l’impasto (40 sec. Vel 4), aggiungere il latte in cui avete lasciato riposare le gocce di limone, aggiungere qualche goccia di aroma di limone e lavorare l’impasto (40 sec. Vel 4)
  8. Aggiungere la farina setacciata con il lievito ed una presa di sale. lavorare il composto (40 sec. Vel. 4) fino a che non diventa un composto morbido.
  9. Versare il composto nella tortiera da 20 cm e decorare in superficie con le fragole tagliate.
  10. Cuocere in forno statico a 180 gradi per circa 40 minuti, sinceratevi della cottura facendo la prova dello stecchino (se rimane asciutto, la torta e’ cotta).
  11. A cottura ultimata, ritiratela dal forno e Lasciatela raffreddare.
  12. Adagiate la torta su un piatto e spolverizzate di zucchero a velo

Torta soffice alle fragole

Dopo averla preparata ed assaggiata in compagnia, la parte più divertente e’ stata preparare le foto per il blog.

Questa e’ la prima volta che mi capita di preparare l’allestimento per le foto a casa dei miei, nella loro cucina, che per me e’ piena di ricordi, di anni trascorsi a quel tavolo.

Per fermare questo momento, ho voluto che a fare da sfondo a questa torta apprezzata anche dai nonni, ci fossero questi ultimi tre pezzi “sopravvissuti” di una collezione da te’ in stile anglo-danese: teiera, bricco del latte e tazza.

Un genere che, quando ero ragazza, non mi appassionava molto, ed anche oggi, devo dire, amante come sono del design, del bianco, dello stile provenzale e shabby chic, questo blu-azzurro non mi fa impazzire: ma ha comunque un fascino “country”, quasi da mercatino francese, che ho riscoperto anche grazie alla passione per questa oggettistica che fa capolino nel blog http://www.acasadibianca.wordpress.com.

Un tuffo nella mia infanzia, semplicemente con una fetta di torta soffice alle fragole ed una domenica trascorsa con i miei.

Torta Caprese

E’ stato un sabato molto impegnativo perché è’ iniziato stanotte all’una e fino alla tre del mattino sono rimasta sveglia.

Perche’?

Il piccolo Liam ha deciso nel cuore della notte di svegliarsi e tenermi in scacco per due ore..per cui stamattina  tutti i programmi di fare una bella passeggiata in centro sono saltati, dato che ci siamo svegliati un po’ più tardi e soprattutto mi sentivo stanchissima!

Ho quindi approfittato per riordinare e rigovernare, ma tenerlo impegnato in casa con una  bella giornata di sole così non è stato facile. Un bel pomeriggio trascorso in giardino. La serata si è’ conclusa piuttosto tardi, perché, contrariamente alle mie speranze, Liam non si è’ addormentato presto. E’ riuscito a trascorrere una giornata da stamattina alle 9.30 fino a stasera alle 10.30, dormendo 20 minuti oggi pomeriggio.

Cosa ho fatto in quei 20 minuti?!

Una doccia, naturalmente…non sottovaluto mai il potere rigenerante quotidiano di una bella doccia..sembra banale ma con un bimbo piccolo ed un marito che lavora tantissimo, bisogna ritagliarsi dei momenti per se stessi quando dormono!! …. E il mio dorme pochissimo.. 😦 e’ una lotta contro il tempo, sono arrivata cotta questa sera, con lacrimoni di stanchezza ed una voglia incredibile di Una bella tisana.

Ad ogni modo, anche oggi ho dovuto cucinare tenendo d’occhio il piccolino che trotterellando in giro per casa e’ sempre alla ricerca di nuovi pericoli.

Ah, non vedo l’ora di una bella vacanza, che, comunque, non sarà rilassante…

Sogno mare turchese e cielo azzurro, profumo di limoni e colline verdi, sole che ti scalda, come Capri, ad esempio.

Capri
I Faraglioni

E questo forte desiderio di mare, mi ricorda quella ricetta che ho trovato tempo fa… Oggi preparo la Torta Caprese.

Vediamo come viene.

Nonostante la bella giornata di sole ed il primo caldo che invogliano probabilmente più ad un bel gelato, io confermo il mio bisogno di cioccolato, perché le energie che mi servono per sopravvivere alla vita di super mamma non bastano mai.

Ingredienti:

  • 300 g di mandorle pelate
  • 250 g di cioccolato fondente
  • 250 g di burro
  • 5 uova
  • 200 g di zucchero
  • zucchero a velo

Preparazione

1. Foderare la placca del forno con carta forno e mettere le mandorle a tostare a 200 gradi per 10 minuti.

  1. Tritatele nel mixer

  2. In un pentolino sciogliete il cioccolato con qualche cucchiaio di acqua.

  3. Aggiungete il burro a pezzetti e lo zucchero e mescolate fino ad ottenere una crema.

  4. Spegnete il fuoco e lasciate intiepidire

  5. Separare i tuorli dagli albumi

  6. Accendete il forno a 180 gradi, modalità statico

  7. Foderare una tortiera con carta forno, diametro 26 cm

  8. Mettete la crema di cioccolato in una ciotola ed incorporate i tuorli d’uovo mescolando bene.

  9. Unitevi le mandorle tritate, mescolando bene

  10. Montare a neve gli albumi ed incorporateli delicatamente alla crema.

  11. Versare il composto nella tortiera ed infornare a 180 gradi per circa 30-35 minuti.

  12. Lasciare raffreddare e spolverare abbondantemente di zucchero a velo

 

Il mio consiglio:

Per velocizzare i tempi, anziché utilizzare mandorle intere da tritare, ho utilizzato le mandorle  già tritate che vendono in sacchetti capienti da 400 grammi; a patto che siano di ottima qualità.

Il cioccolato fondente l’ho sciolto a bagnomaria, a fuoco lento, senza aggiungere l’acqua richiesta dalla ricetta.

La scorza grattugiata di un’arancia aggiunta alle mandorle tritate e qualche goccia di rhum aggiunta al cioccolato fuso, doneranno alla torta un gusto speciale!

L’impasto cresce bene anche in un anello per torte da 22 centimetri.

Non vi resta che provare!

Io non vedo l’ora di rifarla!

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Profumo di domenica: la Torta di Mele

Ed è domenica, piove, sara’ quindi una domenica casalinga, tra le quattro mura domestiche.

Mio marito e’ ai fornelli, oggi prepara lui il pranzetto che sarà a base di pesce.

Io mi occuperò “solo” di Liam e del dolce.

Una giornata così mi ispira solo un tipo di dolce…. La torta di mele!

A voi piace? Vi ricorda qualcosa in particolare?

Quando ero piccina, mia mamma la preparava sempre di domenica. Non era pratica di dolci, ma sapeva fare due torte principalmente: la torta margherita e quella di mele…Ovviamente, per noi era una festa, sapendo che mamma non era una gran pasticcera, apprezzavano moltissimo il suo impegno nel preparare questi due dolci.

Eccoci allora all’opera:

Ingredienti:

  • 3 mele (oppure 600 g), golden oppure renette
  • 1 limone non trattato, succo e scorza
  • 200 g di zucchero
  • 50 g di nocciole
  • 3 uova a temperatura ambiente
  • 1 vasetto di yogurt bianco da 125 g
  • 70 g di burro
  • 200 g di farina 00
  • 1 pizzico di sale
  • 1 dose di lievito per dolci

Esecuzione:

  1. Iniziate sbucciando le mele e affettandole. Sistematele in una ciotola e irroratele con il succo di limone. Tenetele da parte
  2. Imburrate e infarinate uno stampo per torte da 26 cm.
  3. Accendete il forno in modalità statico a 180 gradi
  4. Tritate la scorza di limone e le nocciole nel mixer e mescolateli con lo zucchero
  5. Unite le uova, lo yogurt, il burro, la farina e lavorate l’impasto. Aggiungete una presa di sale e il lievito e amalgamate.
  6. Versare metà dell’impasto nella tortiera e distribuiteci sopra metà delle fettine di mela disponendole a raggera
  7. Ricoprite con il restante impasto e decorate con un altro strato di mele
  8. Cuocete in forno a 180 gradi per circa 40 minuti. Controllate la cottura con uno stecchino, se è’ asciutto la torta e’ cotta.
  9. Lasciatela raffreddare e spolveratela di zucchero a velo

Il pranzo e’ servito!

Buona domenica a tutti voi, ovunque voi siate..

Torta Light al Cioccolato

Vi é mai capitato di voler preparare una torta e di trovare il frigo vuoto, ma la dispensa piena? Beh, a quel punto mi sono chiesta: posso fare una torta senza avere le uova e senza il burro, senza il lievito, pur avendo la farina per dolci?

Ed ecco che scartabellando tra i vari ricettari, ho trovato questa particolarissima ricetta.

Non vi aspettate il pan di spagna alto e gonfio, ma una torta leggerissima e soffice, molto light, anche se “cioccolatosa”. Non vi aspettate che piaccia a tutti. Non e’ questa la torta del giorno della festa o che possa impressionare favorevolmente i vostri ospiti.

Non sarà strepitosa esteticamente, ma é comunque buona, testimoni le mie amiche Giulia, Laura, Daniela che hanno fatto il bis, oltre al mio piccolino che mi da sempre soddisfazione gridando “totta”!!

Quanto a mio fratello, lui si aspettava una torta bella consistente ed  é rimasto deluso. Ma in fondo, non ha necessità di controllare le calorie, la torta light non fa per lui, questa é una torta apprezzata dalle donne che vogliono concedersi una fetta di dolce in piu’.

Altra cosa bizzarra: questa torta si prepara direttamente nella tortiera che andrà in forno.image

Ecco cosa vi serve per prepararla.

Ingredienti:

  • 180 g di farina 00
  • 200 g di zucchero
  • 30 g di cacao
  • 1 pizzico di sale
  • 1 cucchiaino di bicarbonato
  • 250 ml di acqua
  • 80 ml di olio e.v.o.
  • 1 cucchiaio di aceto di vino bianco
  • zucchero a velo per decorare
  1. Imburrate ed infarinate una tortiera di 24 cm. In questa tortiera metteremo gli ingredienti elencati

  2. Accendete il forno (modalità statico) a 180°

  3. Mettete nella tortiera la farina, lo zucchero, il cacao, il bicarbonato ed un pizzico di sale.

  4. Mescolate questi ingredienti con un mestolo o un cucchiaio, dovrete ottenere un colore omogeneo

  5. Con un cucchiaio, fate 3 solchi rotondi nella miscela

  6. In uno versate l’olio, nell’altro l’acqua, nel terzo il cucchiaio di aceto. I liquidi si mescoleranno comunque, non preoccupatevi se fuoriescono dai solchi…

  7. Mescolate tutto con un cucchiaio fino a quando non avrete una miscela omogenea

  8. Mettete la tortiera in forno, che nel frattempo avrà raggiunto la temperatura di 180°. Ci vorrà circa 30 minuti.

Prova dello stecchino, ovviamente, anche per la torta “Light”. Se fuoriesce asciutto, la torta é cotta.

image