Oreo Cheesecake

Prima o poi arriva l’estate, il caldo, il sole,  la voglia di andare al mare, feste di paese all’aria aperta di sera, la musica e il fritto misto con le patatine..ma quando si parla di dolci, che siano della domenica o della merenda pomeridiana, il forno a casa e ‘ rigorosamente spento.

E allora quando si parla di dolci freddi, e’ giocoforza parlare di cheesecake. Il web e il mondo food bloggers in questo periodo dell’anno impazziscono per questo dolce tutto anglo-americano, postando, come non ci fosse un domani, una cheesecake al secondo. E poiché anch’io non posso farne a meno, eccomi qua! In casa mia non la amano particolarmente, prediligono i dolci italiani come tiramisù e zuppa inglese, ma io preparerei cheesecake in continuazione, solo per il gusto di variarle e metterle in tavola..

L’anno scorso ho trovato per caso questa ricetta, acquistando dei biscotti simili agli Oreo, l’ho provata, gustata, mi è piaciuta, ma alla fine non l’ho pubblicata per mancanza di tempo. Quest’anno invece alla prima occasione per preparare una cheesecake, ho pensato agli Oreo e a questa ricetta che ho rifatto proprio durante il week-end, ho comprato tre pacchi di Oreo, il formaggio cremoso e la panna e, dimezzando le dosi, ho deciso di preparare una piccola cheesecake in una tortiera da 18 cm.

Se lo desiderate, potete raddoppiare tutte le dosi ed utilizzare una tortiera da 22 cm.

Ricordate che è fondamentale utilizzare una tortiera a cerniera (o a cerchio apribile che dir si voglia, perché consente di sformare la cheesecake senza romperla).

Ingredienti:

Per una tortiera a cerchio apribile di 18 cm

  • 20 biscotti Oreo + 10 biscotti (3 tubi Oreo in tutto)
  • 150 g. di Philadelpia
  • 150 ml di panna
  • 25 g . di zucchero a velo
  • 4 fogli di gelatina + 1 cucchiaio di latte scremato caldo
  • 1/2 bustina di vanillina

Preparazione:

  1. Prendere una ciotolina ed un pentolino, prelevare dai biscotti Oreo la farcia bianca e metterla nel pentolino e scaldarla sul fornello piccolo, fino a scioglimento
  2. Nel mixer, tritate finemente i biscotti rimasti senza farcia, devono ridursi in polvere di biscotto
  3. Dividere in parti uguali i biscotti tritati e metterli in due ciotole separate
  4. In una, versatevi la farcia liquida e mescolate il composto
  5. Foderate il fondo della tortiera con un disco di carta forno di 18 cm
  6. Versate il composto della prima ciotola (quella composta da polvere e farcia) sul fondo della tortiera, e livellate bene col dorso di un cucchiaio, mettete in frigorifero a riposare per mezz’ora
  7. Mettete a bagno in acqua fredda i fogli di gelatina affinché si ammorbidiscano
  8. In una ciotola lavorate il formaggio cremoso con lo zucchero a velo è una bustina di vanillina
  9. In una planetaria, montate la panna
  10. Prendete una ciotola e una decina di biscotti e sbriciolateli grossolanamente
  11. Nel frattempo, scaldate un cucchiaio di latte in un pentolino e togliete dal fuoco, strizzate i fogli di gelatina dall’acqua, e fateli sciogliere nel latte caldo, mescolando
  12. Versate la gelatina sciolta sul composto di Philadelphia e zucchero e mescolate, aggiungete mescolando lentamente la panna montata e i biscotti sbriciolando grossolanamente, mescolando amalgamando
  13. Togliete dal frigo la tortiera con la base di biscotti. Versate il composto nella tortiera, livellandola con il dorso di un cucchiaio
  14. Versate ora la polvere di biscotti sopra il composto, coprendola del tutto e livellandola il più possibile
  15. Riponete in frigo per almeno sei ore. L’ideale sarebbe prepararla la sera precedente per poterla gustare al meglio il giorno dopo
  16. Per sformare la cheesecake: toglietela dal frigorifero e lasciatela qualche istante; Aprite la cerniera della tortiera lentamente, passate un coltello lungo i bordi della torta per sincerarvi che si stacchi facilmente, togliete l’anello
  17. Prendete un piatto piano, ponetelo sopra la torta e capovolgetela su se stessa, come si fa quando si girano una frittata
  18. Togliete il fondo della tortiera e il foglio di carta forno, delicatamente e servite

I golosi di biscotti Oreo apprezzeranno questa Tortina.

Quanto a me, sono già pronta per prepararne un’altra!

Annunci

Panna Cotta alla Vaniglia con salsa di lamponi

panna cotta alla vaniglia con salsa di lamponi

Sono giorni torridi, il week-end in città mi e’ praticamente volato senza accorgermene, nonostante le temperature invitassero ad andare al mare, e anche di corsa.

Reduce da una settimana particolarmente difficile, dal punto di vista lavorativo, staccare per il fine settimana sarebbe stato molto utile al mio spirito, al mio umore. Racconterò su altre pagine bianche questa storia, mentre ora voglio solo condividere con voi il colore che questa Panna Cotta alla vaniglia con salsa di lamponi mi ha regalato quest’oggi.

Il rosso vivo della salsa di lamponi, energia pura, passione.

Panna cotta alla vaniglia

Cromoterapia, insomma, per questo mio umore particolarmente altalenante, nonostante alcuni momenti di pura allegria trascorsi sabato pomeriggio.

Veniamo al dunque. Perché la panna cotta?

Avevo in frigorifero la panna da utilizzare, tanta voglia di un dolce fresco e al cucchiaio.  Un bel cestino di lamponi. Infine, stampini per budino carinissimi, ancora nuovi, da provare, utili non solo per budini ma per qualsiasi altro dolce freddo che richieda di riposare in frigorifero in una forma, come bavarese e la panna cotta.

Il mio aiutante stamattina era in grande forma, prontissimo ad aiutarmi con questo dolce sfizioso.

E’ facilissimo da fare. E indovinate? Per me e’ la prima volta …

Ingredienti:

  • 500 ml di panna fresca
  • 80 g di zucchero
  • gelatina per torte (oppure 15 grammi di gelatina in fogli)
  • 1 baccello di vaniglia
  • 1 limone non trattato, la scorza

Per la salsa di lamponi:

  • 200 g di lamponi
  • 100 g di zucchero
  • Gelatina (oppure 4 g di gelatina in fogli)

Preparazione:

  1. Lavate i lamponi e asciugateli. Lasciatene qualcuno da parte per la decorazione finale.
  2. Frullateli con lo zucchero. Passateli al setaccio, così da ottenere una salsa liscia, ed eliminare tutti i semini dei lamponi.
  3. A parte preparate la gelatina, secondo istruzioni sulla confezione, oppure se utilizzate i fogli di gelatina, provvedete ad ammollarli, strizzarli e poi scioglierli in 60 g acqua calda.
  4. Unite la gelatina alla salsa di lamponi
  5. Versate negli stampini o nei bicchierini e mettete in frigorifero a riposare
  6. In una casseruola piccola, versate la panna e scioglietevi lo zucchero, aggiungete il baccello di vaniglia tagliato a metà (io l’ho inciso per far fuoriuscire la vaniglia), e la scorza di un limone
  7. Fate cuocere per circa un quarto d’ora, mescolando spesso con un cucchiaio di legno
  8. Ritirate dal fuoco e togliete il baccello e la scorza di limone.
  9. preparate la gelatina o i fogli di gelatina, ammollandoli nell’acqua, strizzandoli ed unite alla panna, mescolando bene.
  10. Versate negli stampini sopra la salsa e riponete in frigorifero per almeno tre ore.
  11. Al momento di servire, mettete un piatto alla base dello stampino e capovolgetelo. Infine decorate con qualche lampone e con zucchero a velo

La vista appagata dal rosso intenso della salsa di lamponi e dalla delicatezza del bianco, il gusto dolce della vaniglia si sposa con quello leggermente acre dei lamponi. Questo dolcetto riporta il buonumore.

Panna cotta alla vaniglia con salsa di la poni

Crema Chantilly

Per la festa della mamma, dopo aver preparato il Pan di Spagna ho pensato ad una crema per farcirlo, ma non volevo fosse la solita crema pasticcera.

E così ho preparato per la prima volta  la crema chantilly che in realtà si presta a tante altre gustose preparazioni.

Crema chantilly

Quando ero bambina, per le torte di compleanno, papà sceglieva quasi sempre torte a base di questa crema molto delicata, dalla migliore pasticceria della città arrivava una magnifica torta decorata con crema chantilly e cioccolata.

Esistono due versioni, quella classica e la cosiddetta crema chantilly “all’italiana” ( o crema diplomatica) che prevede l’aggiunta di panna montata ad una base di crema pasticcera, ed e’ la più diffusa.

Ecco gli ingredienti:

  • 250 ml latte intero
  • 75 g zucchero
  • 2 tuorli
  • 15 g di farina 00
  • mezzo baccello di vaniglia
  • 300 ml di panna fesca
  • 2 cucchiai di zucchero a velo vanigliato

Per prima cosa ho preparato la crema in questo modo:

  1. In un pentolino ho scaldato il latte con la vaniglia (il baccello va inciso a metà e con un cucchiaino estraete la polpa)
  2. in un altro pentolino lavorate i tuorli con lo zucchero.
  3. Aggiungete poco alla volta la farina e continuate a mescolare fino ad ottenere un composto omogeneo
  4. Aggiungete a filo il latte continuando a mescolare e fate sobbollire a fuoco lento per circa 3 minuti
  5. Fate raffreddare

A questo punto, amalgamate la panna che avrete montato in precedenza con due cucchiai di zucchero a velo vanigliato

E’ ora di farcire la nostra torta o il nostro dolce…

Torta Festa della mamma

 

Crostata Bella Elena

Crostata Bella Elena

Ed eccoci finalmente alla Bella Elena, la crostata cioccolato e pere.. Ho provato a farla per la prima volta venerdì sera ed e’ piaciuta.

Crostata Bella Elena

1. Preparate la base che sarà la Pasta Frolla e lasciatela raffreddare

2. Tagliate e affettate 3 pere, ed unitele in un padellino a circa 20 g di burro morbido e 20 g di zucchero e fatele insaporire, sfumandole con due cucchiai di rum.

3. In una padella portate ad ebollizione la panna.

4. Togliete dal fuoco ed aggiungete il cioccolato fondente tagliato a pezzetti.

5. Mescolate fino a che gli ingredienti non si saranno ben amalgamati diventando una crema morbida

6. Disponete le fettine di pera sulla crostata e versateci sopra la salsa al cioccolato.

7. Decorate, infine, con granella di nocciole.

Crostata Bella Elena