Clafoutis alle fragole

Qui mi sta volando l’estate e il tempo per il mio adorato blog sembra non essere mai abbastanza…un po’ è colpa di questi mesi frenetici e anche un po stressanti che mi hanno tolto energie per le cose alle quali tengo di più e al mio tempo libero, poco, sia chiaro, ma arrivare ogni week-end con una sensazione del limone spremuto non è affatto divertente. Per fortuna, quando sono al limite di energie e l’umore va giù, ci pensa la mia eroboristeria di fiducia: no, niente ginseng, mi causa tachicardia, niente cose strane (cosa avete capito?), solo tonici naturali a base di eleuterococco e rodiola, oppure acido folico e zafferano che, a quanto pare, hanno il potere di infondere serenità e migliorare il tono dell’umore. Perché sì, a volte l’orgoglio (e tante altre cose stupide) ti fanno tenere tutto dentro, anche i sentimenti negativi, come tristezza, disagio, o malessere, senso di inadeguatezza, stress e altro; solo un paio di amiche, quelle con la A maiuscola poi ti ascoltano, veramente, regalandoti comprensione e, perché no, un punto di vista diverso dal tuo, che ti consente di vedere le cose da un’altra prospettiva.

Caldo estivo e fresco autunnale quest’anno si avvicendano, temporali serali rinfrescano le notti, e giorno  dopo giorno, si avvicinano le tanto desiderate ferie. Già sui social molti amici sono al mare o in viaggio verso le vacanze, mentre io penso che in fondo è già passato un mese dalla nostra mini-vacanza di una settimana trascorsa a Civitanova Marche, presso l’Antico Casale NapoleonicoFossacieca“. Un luogo accogliente, raccolto, gestito da una bella famiglia che ha la capacità di farti sentire subito a casa.

Il posto molto bello e confortevole, Angela che delizia gli ospiti al mattino con una colazione superba, dolce e salata, preparata da lei: appassionata di pasticceria, si diletta e al mattino agli ospiti offre non una semplice e standardizzata colazione, ma una selezione raffinata di torte o crostate fatte in casa, brioche appena sfornate, tutto rigorosamente homemade. Inutile dire che è stato feeling immediato con lei e con tutta la famiglia. Liam ha stretto subito amicizia tanto da non perdere occasione per “sgattaiolare” in casa da loro e poter giocare con la figlia più “piccola”, diventata ben presto sua grande compagna di giochi. Per non parlare della micia, Mimi, anche con lei Liam ha stretto amicizia, forse per il pelo rosso come i suoi capelli, forse per il fatto che non abbiamo mai avuto pet qui da noi, fatto sta che l’ho sentito conversare teneramente con la gatta più di una volta, in giardino e nei pressi della nostra portafinestra che dava sul giardino e su una bellissima vista mare.

Liam ha terminato il suo primo anno di scuola d’infanzia, entrato da Pulcino, ne esce “Scoiattolo”, non so descrivere la rapidità con cui quest’anno si è consumato, i momenti delicati dell’inserimento, le numerose iniziative organizzate dalla Scuola nonché gli incontri con le mamme per la preparazione di eventi, e nonostante gli ottimi propositi di esserci sempre, mi sono ritrovata a dover rinunciare, spesso e volentieri, mio malgrado. tra malattie di Liam ( seppur poche, devo dire, nonostante tutto), i miei malanni, il poco tempo, la stanchezza, l’anno è volato.

Tra una festa e l’altra, la Scuola ha chiuso i battenti, dopo una parentesi di circa tre settimane di asilo “estivo”, lo scorso 22 luglio.

E ci siamo ritrovati a festeggiare il quarto compleanno di Liam.

Più lo guardo, più lo ascolto, e trovo di fronte a me un bimbo con la sua personalità, i suoi discorsi da fare, un fiume di parole con le quali comunica il proprio essere.

 

Continue reading “Clafoutis alle fragole”

Dolcetti alla ricotta

Le tentazioni dolci sono sempre dietro l’angolo e sfogliando i ricettari di biscotti e piccola pasticceria, mi faccio spesso attrarre dall’aspetto invitante di pasticcini e dolcetti vari.

La ricotta e’ un ingrediente che in frigorifero a casa non manca mai, e, anche se il frigo dovesse essere quasi vuoto, 1 uovo a disposizione c’è sempre.

Ecco allora la ricetta dolce che ho provato qualche giorno fa.

Sono ottimi con un te o una tazza di latte.

Ingredienti:

  • 250 g di farina 00
  • 150 g di ricotta
  • 120 g di zucchero semolato
  • 30 g di burro
  • 2 cucchiaini di lievito vanigliato
  • 1 uovo
  • sale
  1. Accendete il forno a 180 gradi, modalità statico
  2. Rivestite la placca con della carta forno
  3. In una ciotola, amalgamate ricotta e zucchero, il burro, l’uovo fino ad ottenere una bella crema soffice
  4. Setacciare la farina con il lievito ed il sale
  5. Aggiungerla a pioggia, amalgamandola pian piano
  6. Con un cucchiaino, prendete un po’ di composto e mettetelo sulla placca, formando dei biscottini
  7. Cuocete in forno per circa 15 minuti, i biscottini dovranno risultare dorati
  8. Ponete i biscottini su una gratella a raffreddare
  9. Se preferite, spolverate con zucchero a velo

 

Muffin con gocce di cioccolato – Bimby

Sarò breve, perché per i Muffin, che io adoro, esistono mille ricette e mille post.

Io adoro preparare questa ricetta per il Bimby, da quando l’ho scoperta, non la lascio più, soprattutto se ho voglia di concedermi una bella colazione al sabato mattina con dolcetti fatti in casa.

Vi anticipo che l’impasto non è molto dolce e soprattutto lievita molto, per cui cercate di non versare più di 3/4 di impasto negli appositi stampini

Ingredienti:

  • Teglia per Muffin o appositi stampini
  • 2 uova
  • 300 g di farina 00
  • 60 g di zucchero
  • 150 g latte
  • 120 g di burro
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 1 pizzico di sale
  1. Accendere il forno a 180 gradi modalità statico
  2. Versare nel boccale il latte e scaldarlo (2 min a 37 gradi, vel. 1)
  3. Aggiungete il burro tagliato a pezzetti e morbido, lo zucchero e le uova e frullate l’impasto (20 sec. Vel. 4)
  4. Unite la farina, il lievito e il sale e impastate (15 sec. Vel 5)
  5. Versate l’impasto negli stampini per Muffin che avrete rivestito con i pirottini.
  6. Mettete circa un cucchiaino di impasto, aggiungete le gocce di cioccolato, e ricoprite con un altro cucchiaino di impasto o quanto serve per raggiungere i 3/4 dello stampino.
  7. Cuocete in forno per circa 20 minuti

..Il buongiorno si vede dal mattino, no?

Crema Pasticcera

Ero quasi pronta a svelarvi il dolce preparato oggi, quando mi sono accorta di non aver dedicato ancora uno spazio alla Crema Pasticcera, base per la Chantilly all’italiana o semplicemente base per i nostri Pan di Spagna e Crostate (e non solo…).

Per avere la giusta quantità di crema per decorare una crostata, utilizzo queste dosi:

  • 4 tuorli d’uovo
  • 100 g di zucchero
  • 500 ml di latte
  • 30 g di farina
  • una scorza grattugiata di limone non trattato (o limone della Costiera Amalfitana)
  1. In un pentolino riscaldate il latte con la scorza grattugiata di limone
  2. A parte in altro pentolino, a fuoco spento, lavorate i tuorli con lo zucchero fino a renderli spumosi.
  3. Aggiungete gradualmente la farina, poco alla volta per non creare grumi, e continuate a mescolare
  4. Aggiungete a filo e lentamente il latte caldo continuando a mescolare
  5. Fate sobbollire a fuoco basso per circa 3 minuti
  6. Lasciare raffreddare

..da leccarsi le dita..

Crema pasticcera

Pan di Spagna

Il buon giorno si vede dal mattino.

E allora, perché non iniziare con la base di moltissime torte?

Il Pan di Spagna, ottima base per le torte di festa, da farcire, decorare, abbellire secondo la propria fantasia oppure secondo la tradizione.

Ci sono mille ricette anche per il Pan di Spagna.

Io ho provato questa, dal ricettario de Il Cucchiaio d’Argento, ed il risultato e’ stato ottimo.

Ecco come l’ho preparato

Ingredienti:

  • 6 uova a temperatura ambiente
  • 80 g di farina 00
  • 80 g di fecola di patate
  • 150 g di zucchero
  • burro q.b.
  1. Accendete il forno a 180 gradi, modalità statico
  2. Separate i tuorli dagli albumi, facendo attenzione a non lasciare tracce dei tuorli altrimenti gli albumi non monteranno bene
  3. In una ciotola lavorate i tuorli con lo zucchero fino a che non diventeranno chiari e spumosi
  4. In un’altra ciotola, montate a neve fermissima gli albumi
  5. Incorporare delicatamente i bianchi nel composto dei tuorli e zucchero
  6. Aggiungetevi poco alla volta la farina con la fecola, setacciate, e mescolate bene finché i due composti non sono ben amalgamati
  7. Imburrate con un pennello una tortiera dai bordi alti e spolverizzatela con la farina
  8. Versatevi l’impasto e cuocete in forno a 180 gradi per circa 40 minuti.
  9. Verificate la cottura con uno stuzzicadenti
  10. Ritirate, lasciate raffreddare e sformatelo.

Amaretti con gocce di cioccolato e Amaretti con pistacchi

E ancora una volta ho due albumi inutilizzati e vorrei preparare un dolcetto..

Ce ne sono molti a base di chiare d’uovo e zucchero, tra i numerosi, però, oggi voglio proporvi gli Amaretti con gocce di cioccolato e gli Amaretti con i pistacchi.

Se necessario, come e’ capitato a me, potete dimezzare le dosi.

Ingredienti:

  • 250 g di mandorle macinate
  • 250 g di zucchero
  • 25 g di gocce di cioccolato
  • 25 g di pistacchi tritati
  • 1 bustina di vanillina
  • 4 albumi
  1. Montate a neve ferma gli albumi
  2. In una ciotola lavorate le mandorle tritate con lo zucchero e la vanillina e amalgamate gli albumi montati.
  3. Dividete il composto in due parti uguali: in uno amalgamatevi le gocce di cioccolato, nell’altro i pistacchi tritati
  4. Ricoprite la placca con carta forno
  5. Con l’aiuto di un cucchiaino, prelevate una piccola quantità di impasto e adagiatela sulla placca del forno
  6. Coprite il tutto con un telo e lasciate riposare per 2 ore
  7. Accendete il forno a 200 gradi
  8. Trascorse le 2 ore, cuocete per circa 15 minuti
  9. Fateli raffreddare su una gratella
  10. Spolverate di zucchero a velo

Se non gradite il cioccolato o i pistacchi,  questi amaretti sono molto buoni anche con le scorzette di arancia candita.

 

Colazione in giardino: Muffin alle fragole

La domenica mattina ha sempre un profumo particolare: sarà che sono un po’ più rilassata, sarà che ho dormito un po’ di più, Liam permettendo, la domenica e’ sempre un po’ speciale.

E di solito mi concedo sempre qualcosina in più e, visto che c’è’ più tempo, posso fare colazione con una certa calma: una fetta di torta, o un dolcetto, dei biscotti, oppure pane, burro e marmellata.

E dunque, ho riservato a questa mattinata una ricetta che volevo provare da tempo e che non mi ha deluso.

Complici molte di voi, che, con le vostre meravigliose ricette e foto invitanti a base di questo frutto rosso, mi avete ingolosito.

Protagonista: la regina di questa stagione, Sua Altezza Reale la Fragola.

Ecco a voi, i Muffin alle Fragole.

Ricetta Facilissima e velocissima, come piace a me..

La regina di questa stagione
La regina di questa stagione

 

 

Ingredienti (circa 24 Muffin)

  • 300 g di farina
  • 250 g di fragole
  • 250 g di zucchero
  • 1 bicchiere di latte
  • 50 g di burro
  • 2 uova
  • 1 bustina di lievito
  • 1 pizzico di sale

 

 

  1. Lavate, asciugate e tagliate a pezzetti le fragole
  2. In una ciotola, setacciate la farina con il lievito, aggiungete lo zucchero ed un pizzico di sale, mescolate
  3. In un altra ciotola, lavorate le uova con il latte ed il burro fuso tiepido
  4. Versate il composto sulla farina e amalgamate bene
  5. Aggiungete le fragole e mescolate
  6. Mettete i pirottini nello stampo per Muffin e versate l’impasto fino a circa 3/4
  7. Cuocete in forno a 180 gradi per circa 20-25 minuti

Buona domenica a tutti!

Gnocchetti agli spinaci

Non so dire se e’ stata la forma tonda di questi gnocchetti, che richiamava alla mente le Polpettine di verdure della scorsa settimana, o il colore verde intenso degli ingredienti, ad essere di gradimento.

Fatto sta che Liam, che non adora particolarmente le verdure, li ha graditi.

Questa volta, per questa ricetta dei piccoli, devo ringraziare l’inesauribile fonte di nuove ricette, la signora Benedetta Parodi.

…Ma dove troverà il tempo di curare la pubblicazione di libri pieni zeppi di ricette e programmi televisivi di grande successo?

Ecco quindi una nuova idea per tutti i bimbi che, come il mio, sono restii a mangiare piatti a base di verdura.

Ingredienti

  • 600 g di spinaci
  • 250 g di ricotta (io ho utilizzato il Philadelphia)
  • 80 g di grana grattuggiato
  • 80 g di farina
  • 40 g di burro o olio extra vergine di oliva
  • 1 uovo
  • 1 rametto di salvia
  • sale
  1. Lavate gli spinaci e cuoceteli in poca acqua bollente. Scolateli e strizzateli bene, tritateli finemente.
  2. In una ciotola, setacciate la ricotta. Unite gli spinaci, l’uovo, 40 g di grana e 20 di farina.
  3. Salate e mescolate ottenendo un composto omogeneo.
  4. Versate la restante farina in un piatto. Con il composto ricavate tante piccole sfere di circa 3 cm. Passatele nella farina un paio di volte, rivestendole uniformemente
  5. Fate fondere il burro in un pentolino con la salvia
  6. Portate ad ebollizione abbondante acqua salate e cuoceteci gli gnocchi. Sgocciolateli man mano che vengono a galla e metteteli in una terrina.
  7. Cospargete con il grana rimasto, versatevi il burro fuso, mescolate e servite.

E magia magia…

Gnocchetti

Torta Caprese

E’ stato un sabato molto impegnativo perché è’ iniziato stanotte all’una e fino alla tre del mattino sono rimasta sveglia.

Perche’?

Il piccolo Liam ha deciso nel cuore della notte di svegliarsi e tenermi in scacco per due ore..per cui stamattina  tutti i programmi di fare una bella passeggiata in centro sono saltati, dato che ci siamo svegliati un po’ più tardi e soprattutto mi sentivo stanchissima!

Ho quindi approfittato per riordinare e rigovernare, ma tenerlo impegnato in casa con una  bella giornata di sole così non è stato facile. Un bel pomeriggio trascorso in giardino. La serata si è’ conclusa piuttosto tardi, perché, contrariamente alle mie speranze, Liam non si è’ addormentato presto. E’ riuscito a trascorrere una giornata da stamattina alle 9.30 fino a stasera alle 10.30, dormendo 20 minuti oggi pomeriggio.

Cosa ho fatto in quei 20 minuti?!

Una doccia, naturalmente…non sottovaluto mai il potere rigenerante quotidiano di una bella doccia..sembra banale ma con un bimbo piccolo ed un marito che lavora tantissimo, bisogna ritagliarsi dei momenti per se stessi quando dormono!! …. E il mio dorme pochissimo.. 😦 e’ una lotta contro il tempo, sono arrivata cotta questa sera, con lacrimoni di stanchezza ed una voglia incredibile di Una bella tisana.

Ad ogni modo, anche oggi ho dovuto cucinare tenendo d’occhio il piccolino che trotterellando in giro per casa e’ sempre alla ricerca di nuovi pericoli.

Ah, non vedo l’ora di una bella vacanza, che, comunque, non sarà rilassante…

Sogno mare turchese e cielo azzurro, profumo di limoni e colline verdi, sole che ti scalda, come Capri, ad esempio.

Capri
I Faraglioni

E questo forte desiderio di mare, mi ricorda quella ricetta che ho trovato tempo fa… Oggi preparo la Torta Caprese.

Vediamo come viene.

Nonostante la bella giornata di sole ed il primo caldo che invogliano probabilmente più ad un bel gelato, io confermo il mio bisogno di cioccolato, perché le energie che mi servono per sopravvivere alla vita di super mamma non bastano mai.

Ingredienti:

  • 300 g di mandorle pelate
  • 250 g di cioccolato fondente
  • 250 g di burro
  • 5 uova
  • 200 g di zucchero
  • zucchero a velo

Preparazione

1. Foderare la placca del forno con carta forno e mettere le mandorle a tostare a 200 gradi per 10 minuti.

  1. Tritatele nel mixer

  2. In un pentolino sciogliete il cioccolato con qualche cucchiaio di acqua.

  3. Aggiungete il burro a pezzetti e lo zucchero e mescolate fino ad ottenere una crema.

  4. Spegnete il fuoco e lasciate intiepidire

  5. Separare i tuorli dagli albumi

  6. Accendete il forno a 180 gradi, modalità statico

  7. Foderare una tortiera con carta forno, diametro 26 cm

  8. Mettete la crema di cioccolato in una ciotola ed incorporate i tuorli d’uovo mescolando bene.

  9. Unitevi le mandorle tritate, mescolando bene

  10. Montare a neve gli albumi ed incorporateli delicatamente alla crema.

  11. Versare il composto nella tortiera ed infornare a 180 gradi per circa 30-35 minuti.

  12. Lasciare raffreddare e spolverare abbondantemente di zucchero a velo

 

Il mio consiglio:

Per velocizzare i tempi, anziché utilizzare mandorle intere da tritare, ho utilizzato le mandorle  già tritate che vendono in sacchetti capienti da 400 grammi; a patto che siano di ottima qualità.

Il cioccolato fondente l’ho sciolto a bagnomaria, a fuoco lento, senza aggiungere l’acqua richiesta dalla ricetta.

La scorza grattugiata di un’arancia aggiunta alle mandorle tritate e qualche goccia di rhum aggiunta al cioccolato fuso, doneranno alla torta un gusto speciale!

L’impasto cresce bene anche in un anello per torte da 22 centimetri.

Non vi resta che provare!

Io non vedo l’ora di rifarla!

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Profumo di domenica: la Torta di Mele

Ed è domenica, piove, sara’ quindi una domenica casalinga, tra le quattro mura domestiche.

Mio marito e’ ai fornelli, oggi prepara lui il pranzetto che sarà a base di pesce.

Io mi occuperò “solo” di Liam e del dolce.

Una giornata così mi ispira solo un tipo di dolce…. La torta di mele!

A voi piace? Vi ricorda qualcosa in particolare?

Quando ero piccina, mia mamma la preparava sempre di domenica. Non era pratica di dolci, ma sapeva fare due torte principalmente: la torta margherita e quella di mele…Ovviamente, per noi era una festa, sapendo che mamma non era una gran pasticcera, apprezzavano moltissimo il suo impegno nel preparare questi due dolci.

Eccoci allora all’opera:

Ingredienti:

  • 3 mele (oppure 600 g), golden oppure renette
  • 1 limone non trattato, succo e scorza
  • 200 g di zucchero
  • 50 g di nocciole
  • 3 uova a temperatura ambiente
  • 1 vasetto di yogurt bianco da 125 g
  • 70 g di burro
  • 200 g di farina 00
  • 1 pizzico di sale
  • 1 dose di lievito per dolci

Esecuzione:

  1. Iniziate sbucciando le mele e affettandole. Sistematele in una ciotola e irroratele con il succo di limone. Tenetele da parte
  2. Imburrate e infarinate uno stampo per torte da 26 cm.
  3. Accendete il forno in modalità statico a 180 gradi
  4. Tritate la scorza di limone e le nocciole nel mixer e mescolateli con lo zucchero
  5. Unite le uova, lo yogurt, il burro, la farina e lavorate l’impasto. Aggiungete una presa di sale e il lievito e amalgamate.
  6. Versare metà dell’impasto nella tortiera e distribuiteci sopra metà delle fettine di mela disponendole a raggera
  7. Ricoprite con il restante impasto e decorate con un altro strato di mele
  8. Cuocete in forno a 180 gradi per circa 40 minuti. Controllate la cottura con uno stecchino, se è’ asciutto la torta e’ cotta.
  9. Lasciatela raffreddare e spolveratela di zucchero a velo

Il pranzo e’ servito!

Buona domenica a tutti voi, ovunque voi siate..

Polpettine di verdure

L’ispirazione mi è venuta grazie al blog “un viaggio in cucina” – che ringrazio – ed alle appetitose Polpettine al sugo, che adoro.

Liam non adora particolarmente le verdure, da quando ha scoperto i sapori, mangia quello che mangiamo noi, e quindi, da quando ha compiuto 1 anno, avvicinarlo ai contorni di verdure risulta sempre molto difficile.

E dunque, poiché le polpette piacciono a tutti, come giustamente si diceva, ho pensato che anche le verdure potessero trasformarsi in gustosissimi bocconcini.

Servono:

  • 1 zucchina
  • 1 carota
  • 1 patata
  • 1 uovo
  • pane raffermo o fette biscottate
  • 1 bicchiere di latte
  • 4 cucchiai di parmigiano reggiano

Facilissimo prepararle:

  1. Faccio bollire le verdure fino a che son cotte

  2. Con lo schiacciapatate passo le verdure e le metto in una ciotola

  3. A parte in una ciotolina, metto 1 bicchiere di latte tiepido e lascio ammollare il pane o almeno 5 fette biscottate e poi lo strizzo bene

  4. Aggiungo un uovo e il parmigiano, il pane strizzato e mescolo il composto. Per via delle verdure che contengono molta acqua il composto potrebbe risultare molto umido. In questo caso aggiungete più pane e un po’ di formaggio.

  5. Accendo il forno a 180 gradi ventilato

  6. Rivesto la placca forno con la carta forno

  7. Con un cucchiaino prendo un po’ di impasto e formo delle polpettine

  8. Cuocio in forno per circa mezz’ora

Vi posso assicurare che non ne avanza neanche una!

Liam e’ contento ed io sono tranquilla: la sua buona razione di verdure e’ assicurata.

Biscottini tipo Canestrelli

Sono alla ricerca della ricetta dei Canestrelli Liguri da un po’ di tempo e ancora non ho trovato quella che mi soddisfa in quanto a gusto e friabilità dei biscotti.

Questa che ho provato stamattina però si avvicina molto.

Tuttavia, e qui mi rivolgo alle più esperte e alle professioniste, siate clementi con me: le formine che ho scelto per tagliare questi golosissimi biscotti non sono esattamente le più adatte a ricordare un canestrello..e mi scuso: ho tanta voglia di fare, ma non sempre ho con me gli strumenti adatti.

Sicuramente li rifarò, perché pur essendo buoni, ancora non sono gustosi come quelli che ho in mente e continuerò a cercare nuove ricette. Per allora spero di aver trovato la dimensione giusta del taglia biscotti e la proporzione per avere la classica forma a margherita. 🙂

Quindi, siate buone con me.

Ecco come li ho preparati questa mattina:

Ingredienti:

  • 300 g di farina 00
  • 230 g di burro
  • 100 g di zucchero semolato
  • 2 tuorli
  • sale
  • zucchero a velo vanigliato per decorare
  • 2 albumi

Preparazione:

  1. Tagliate il burro a pezzetti e lasciatelo ammorbidire a temperatura ambiente.
  1. Prendete due uova e lasciatele a temperatura ambiente
  1. Accendete il forno a 150 gradi.

  2. Ricoprite la placca del forno con carta forno e preparare un altro foglio che vi servirà per stendere la pasta

  3. Prendete una ciotola grande e mescolatevi lo zucchero, la farina setacciata, un pizzico di sale

  4. Aggiungete il burro e i tuorli ed impastate tutto rapidamente fino ad ottenere una pasta omogenea

  5. Infarinate il ripiano e sopra la pasta ponete un foglio di carta forno e stendete la pasta fino a raggiungere lo spessore di 1 cm. (Per aiutarvi potete usare le bacchette che esistono in commercio e che aiutano a regolarsi per lo spessore della pasta)

  6. Ritagliate i biscotti con uno stampino di 5 cm e poi fate il buco al centro, dandogli la caratteristica forma

Biscotti 9. Metteteli sulla placca del forno e spennellateli con gli albumi non battuti.

Placca forno

  1. 10.Cuocete in forno per 25-30 minuti. Fateli raffreddare prima di toccarli e di spolverar li con lo zucchero a velo vanigliato

Per la conservazione, dicono che i biscotti si conservino bene nelle scatole di latta oppure nei barattoli di vetro a chiusura ermetica.

Il profumo e’ invitante, non mi resta che augurarvi

Buon biscottino a tutti!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ciambellone marmorizzato

 

Ciambellone Marmorizzato

Avevo proprio voglia di mangiare questa delizia…e l’occasione scelta e’ stata la Festa del Papà di ieri.

Chissà se come me avete il Bimby per prepararla.

Se così non fosse, e’ facile prepararla ugualmente. Non fatevi spaventare dalla lunga lista di ingredienti…vale la pena prepararla e gustarla a colazione o a merenda.

Credo che tutti da bambini abbiamo adorato questa torta..

Ciambellone Marmorizzato

 

Ecco cosa serve:

Ingredienti:

  • 200 g di zucchero
  • 1 limone biologico, la scorza
  • 3 uova
  • 150 g di burro morbido
  • 1 bustina di vanillina
  • 220 g di latte intero
  • 400 g di farina 00
  • 1 pizzico di sale
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 20 g di cacao amaro in polvere
  • 1 stampo a ciambella da 24 cm

Preparazione:

  1. Imburrate e infarinate lo stampo
  2. Accendete il forno a 160 gradi in modalità statico
  3. Versate nel boccale del Bimby lo zucchero e la scorza di limone:10 sec. Vel.8
  4. riunite sul fondo con la spatola
  5. Aggiungete: le uova, il burro, la vanillina, il latte: frullate 40 sec. Vel 5.
  6. Aggiungete la farina e il pizzico di sale: impastare 40 sec. Vel 5-6
  7. Unite il lievito: mescolate 20 sec. Vel 5
  8. Versate la metà del composto nello stampo
  9. Aggiungete nel boccale il cacao: mescolare 10 sec. Vel 5
  10. Versate nello stampo sopra l’impasto giallo
  11. Cuocete in forno a 160 gradi per 50 minuti

Quante calorie? Sarebbe meglio non saperlo, ma, poichè la prova costume lentamente e inesorabilmente si avvicina, e’ giusto dare un’occhiata … 316 Kcal per 100 gr.

Ciambellone Marmorizzato

Cookies con gocce di cioccolato

Scatole di latta

La prima volta che ho assaggiato i cookies e’ stata nel lontano 1989 in occasione di una gita scolastica a Parigi. Non so come, ma durante il cosiddetto “pomeriggio libero” dedicato all’ultimo shopping prima di ritornare in Italia, con alcune compagne di classe ci imbattemmo in un grazioso negozietto di dolci. Il profumo era molto invitante e sapendo che il viaggio sarebbe stato lungo (ricordo ancora l’odore del treno durante le ore di viaggio), decisi di acquistare qualche biscotto.

Cookies

Erano grandi come la mia mano. Profumatissimi e pieni di gocce di cioccolato. Se riguardo le foto che ritraggono quei quattro giorni di gita scolastica mi rivedo ragazzina, in foto di gruppo e di classe scattate in diverse zone affascinanti della città, con un abbigliamento improbabile e acconciature vintage..che oggi mi fanno sorridere.

Certo, cosa c’entra Parigi con i Cookies che sono americani.. avete ragione, non c’entrano nulla, se non per questo lontano e personale ricordo.

Cookies con gocce di cioccolatoDando un’occhiata sul web ho scoperto sul sito

http://www.kitchenproject.com/history/cookies.htm

che questi biscotti in realtà sono di origine olandese, chiamati “Koekje” cioé little cookies, pare fossero nati per caso da un  test, nel tentativo di provare un po di impasto nel forno, prima di cuocere una grande torta (forse come la storia della leggendaria pizza Margherita?):

A little cookie history: The first cookies were created by accident. Cooks used a small amount of cake batter to test their oven temperature before baking a large cake. These little test cakes were called “koekje”, meaning “little cake” in Dutch.

Certo che dire Olanda e dire States é quasi la stessa cosa, se storicamente, facciamo un bel salto indietro fino ai Padri Pellegrini; ben presto quindi questi piccoli dolcetti olandesi si diffusero negli Stati Uniti.

Qualche mese fa, curiosando tra le dolci ricette pubblicate alla ricerca di biscotti e dolcetti, ho trovato questa dei Cookies che é risultata affidabile e che ho rifatto molto volentieri in piu’ occasioni.

Oggi ve la voglio riproporre, grazie a Zenzero e Limone, http://blog.giallozafferano.it/paola67/

Sempre buoni con una tazza di caffelatte o un te delle cinque, i cookies sono buonissimi e riescono sempre.

Cookies con gocce di cioccolato

Ingredienti

  • 150 g di zucchero di canna
  • 90 g di burro a pezzetti
  • 1 uovo
  • 1 bustina di vanillina
  • 190 g di farina 00
  • mezzo cucchiaino di lievito per dolci
  • 1 pizzico di sale
  • 150 g di gocce di cioccolato

Cookies con gocce di cioccolato

  1. Accendete il forno a 180°
  2. Mettete nel mixer lo zucchero di canna e macinatelo fino ad ottenere lo zucchero al velo.
  3. Unite il burro che dovrà essere freddo e tagliato a pezzetti
  4. Mescolate il tutto finché non ottenete un composto cremoso
  5. Aggiungete l’uovo intero e la bustina di vanillina
  6. Mescolate tutto
  7. Unite il lievito, la farina ed un pizzico di sale
  8. Mescolate ancora tutti gli ingredienti
  9. Unite le gocce di cioccolato ed amalgamatele al composto
  10. Con l’impasto ottenuto, formate delle palline grandi come una noce
  11. Poneteli sulla placca rivestita di carta forno, distanziandoli ben bene gli uni dagli altri poiché tenderanno ad appiattirsi
  12. Infornate a 180° per circa 10 – 15 minuti
  13. Una volta cotti, sfornateli e lasciateli raffreddare completamente prima di maneggiarli o toccarli.

Cookies con Gocce di cioccolato

Pasta frolla

La pasta frolla e’ un’ottima base per le nostre crostate.

Io utilizzo sempre questa ricetta del Bimby e mi trovo benissimo.

L’unico accorgimento riguarda la consistenza che sarà molto morbida ma al contempo se la lavorate troppo tende a “bruciarsi” cioè a sbriciolarsi. La pasta andrà quindi lavorata velocemente.

Io spesso la stendo nella tortiera solo con le mani

Pasta Frolla

Ingredienti

  • 1 limone, la scorza a pezzetti
  • 80 g di zucchero
  • 300 g di farina 00
  • 1 uovo intero (grandezza media, circa 60-70 gr.)
  • 1 tuorlo
  • 130 g di burro morbido a pezzetti (e’ importante che sia di buona qualità, da questo la pasta prende il gusto e la consistenza)
  • 1 cucchiaino di lievito vanigliato (facoltativo)

image

image

image

Procedimento

  1. Imburrate una tortiera per crostate da 26 cm e infarinatela

  2. Accendete il forno a 180 gradi, modalità statico

  3. Tritate la scorza di limone e lo zucchero (per il Bimby 10 sec. Vel 8)

  4. Unite la farina, le uova, il burro morbido e il lievito ed impastate il tutto (Bimby 20 sec vel 5)

  5. Avvolgete l’impasto in una pellicola e lasciate riposare per circa venti minuti in frigorifero

  6. Trascorso il tempo, ritirate la pasta frolla dal frigo e stendetela con il mattarello infarinato fino a raggiungere lo spessore di 4 o 5 mm.

Per questo passaggio, io mi trovo bene con le bacchette apposite che si mettono sui due lati della pasta e che consentono di capire quando la pasta ha raggiunto lo spessore desiderato.

Con questa ricetta ho notato che la pasta risulta morbidissima e potrebbe rompersi facilmente. In tal caso aggiungete un po’ di farina. In ogni caso cercate di lavorare la pasta velocemente e di non scaldarla troppo con le mani.

  1. Rivestite la tortiera con la pasta frolla, tagliate i bordi in eccesso che fuoriescono dalla tortiera.

  2. Bucherellate con una forchetta il fondo della pasta

  3. Copritela con un foglio di carta forno ricoperta di fagioli secchi (serviranno a non farla gonfiare).

  4. Cuocete in forno statico a 180 gradi per circa quindici minuti. Poi togliete lo strato di legumi e il foglio di carta e cuocete la pasta per altri dieci minuti.

Ricordate che la pasta dovrà risultare solo appena dorata. Se troppo scura, la pasta frolla perderà friabilità e acquisterà un gusto poco gradevole.