Barrette energetiche al cioccolato, fiocchi d’avena e frutta secca

Dopo aver sperimentato le barrette fatte in casa con fiocchi d’avena e la frutta secca, ho deciso di mostrarvi anche la variante preparata con le scaglie di cioccolato fondente, oppure, se preferite, le gocce di cioccolato.

I passaggi per la preparazione sono abbastanza semplici e le barrette saranno gustose e croccanti, uno spezzafame tutto genuino ma anche goloso.

Ecco come si preparano:

Ingredienti:

  • 100 g di miele
  • 30 g di mandorle
  • 30 g di nocciole
  • 30 g di gocce di cioccolato oppure scaglie di cioccolato fondente
  • 130 g di fiocchi d’avena
  • 2 cucchiai di olio di semi
  • 1 pizzico di cannella

Preparazione:

  1. Pre-riscaldate il forno a 160°C in modalità “statico”.
  2. Se avete la frutta secca intera, iniziate tritandola grossolanamente e mettetela da parte in una ciotola.
  3. Prendete un pentolino, ponetelo sul fuoco e sciogliete il miele mescolandolo con due cucchiai di olio di semi, fino a ebollizione.
  4. A questo punto, aggiungete i fiocchi d’avena, le mandorle e le nocciole tritate ed il pizzico di cannella.
  5. Mescolate bene gli ingredienti, amalgamandoli, utilizzando un cucchiaio di legno
  6. In ultimo, aggiungete le gocce di cioccolato o le scaglie di cioccolato fondente
  7. Con un cucchiaio, inserite il composto ottenuto nello stampo di silicone, fino al bordo di ogni incavo, appiattendo bene il composto con il dorso del cucchiaio.
  8. Cuocete l’impasto in forno pre-riscaldato (vedi punto 1) per circa 20-25 minuti.
  9. Il composto dovrà essere dorato in superficie, a quel punto sarà pronto
  10. Sfornate e lasciate intiepidire per circa 5-10 minuti per poterle sformare dallo stampo
  11. Potrete conservare le barrette per circa una settimana

 

Ho scoperto di esserne particolarmente golosa, ma si sa, il mio amore per il cioccolato non ha proprio limiti…

Brownies al cioccolato

Oggi vi parlo dei Brownies, fatti a modo mio. 

Preparati nei giorni antecedenti il Natale, questi Brownies rievocano proprio questo periodo dell’anno, profumano di buono, mentre sciolgo il cioccolato fondente, penso che in fondo si, i brownies sono una bella e dolce scoperta, grazie un po’ alle tradizioni che a volte facciamo nostre senza neanche rendercene conto, “importando” dal mondo anglosassone questo “dolce” modo di concederci una pausa deliziosa, fatta di cioccolato e frutta secca, in genere noci (tanto amate, e soprattutto a Natale”).

I miei brownies durante le feste natalizie diventano improvvisamente piccole e grandi stelle. Perché in questo periodo, quasi alle soglie della fine di un anno, non si puo’ non pensare a quello che abbiamo vissuto in questi 365 giorni.

Stelle.

Abbiamo un modo migliore per rappresentare questo periodo? 

Forse si, esiste, ed ognuno di voi avrà sicuramente il proprio. 

Questo blog delle stelle ne ha fatto un nome, partendo da una canzone che mi accompagna da una vita, “L’isola che non c’ è” di Edoardo Bennato e quel “seconda stella a destra, questo è il cammino, e poi dritto fino al mattino…” che ho cantato per la prima volta a nove anni, e da allora non ho più dimenticato, arrivando a ciò che le stelle possono rievocare ogni volta che le volgiamo lo sguardo all’insù. 

Ecco i brownies a modo mio.

Ingredienti:

  • 100 g di Cioccolato fondente
  • 100 g di mandorle tritate (o farina di mandorle)
  • 50 g di farina 00 autolievitante (Miscela di farina che contiene già il lievito)
  • 50 g di farina normale
  • 2 cucchiai di cacao
  • 275 g di zucchero
  • 125 g di burro morbido
  • 2 Uova a temperatura ambiente
  • mezzo cucchiaino di estratto di vaniglia (oppure semini di mezza bacca di vaniglia)

1 Teglia quadrata da 20 cm di lato, profonda

1 terrina resistente al calore da appoggiare sopra al pentolino

Preparazione

  1. Preriscaldate il forno a 180° C in modalità statico
  2. Preparate la teglia da 20 cm di lato, imburratela ed infarinatela
  3. In una terrina resistente al calore, mettetevi il cioccolato spezzettato
  4. Riempite un pentolino d’acqua per circa un quarto, mettetelo sul fornello piccolo, sopra adagiatevi la terrina, la quale non dovrà toccare l’acqua, e lasciate sciogliere il cioccolato lentamente, utilizzate un cucchiaio di legno per mescolare di tanto in tanto il cioccolato finché non sarà completamente sciolto; con un paio di presine o guanti da forno estraete la terrina dal pentolino
  5. Prendete una ciotola e sbattetevi le uova con un frullino elettrico
  6. A parte, nella planetaria oppure in un’altra ciotola, sbattete il burro, lo zucchero e la vaniglia fino ad ottenere un composto cremoso
  7. Aggiungetevi, gradualmente, le uova sbattute, un po’ alla volta e amalgamate bene
  8. Prendete un setaccio, e direttamente nella ciotola setacciatevi i due tipi di farina con il cacao.
  9. Aggiungete il cioccolato fuso e mescolate bene
  10. Aggiungete le mandorle tritate (o la farina di mandorle) e amalgamate con un cucchiaio di legno
  11. Distribuite l’impasto nella teglia e livellate la superficie con il dorso del cucchiaio
  12. Infornate a 180° per 35 minuti. Il dolce dovrà lievitare un pochino e dovrà formarsi una crosticina in superficie
  13. Una volta cotto, togliere dal forno e lasciare raffreddare nella teglia per circa venti minuti
  14. Tagliate il dolce facendo 3 tagli in verticali e 3 in orizzontale
  15. In alternativa, potrete usare delle formine tagliabiscotto

Potrete spolverizzare i Brownies con zucchero a velo, decorandoli con degli stencil.

E voi come li preparate i vostri Brownies?

Baci di amaretti al cocco e mascarpone

Anche oggi siamo pronti per una ricettina dolce estiva, fresca e senza cottura.

Tornando da una settimana di vacanza al mare, avevo proprio voglia di casa e, come si dice, “home sweet home” e’ la frase che mi piace ripetere dinanzi alla porta, ogniqualvolta rientri da una breve o lunga assenza.

Anche quando lascio posti incantevoli, che mi hanno riempito il cuore, e che rivedrei molto volentieri e molto presto, la sensazione di benessere che mi prende alla fine del viaggio davanti all’uscio di casa, le chiavi nella toppa, e il trolley sulla soglia e’ senpre la stessa: una sorta di “sospiro di sollievo” benaugurale per essere di nuovo tornati a casa, quasi già pronti per tante altre cose nuove. Una sorta di auspicio per tutto ciò che verra’. Un nuovo capodanno, diciamo, che ci riporta alle nostre abitudini, i nostri spazi, le nostre comodità.

E cosi domenica, primo giorno di effettivo relax casalingo, ho provato questi dolcetti fatti di amaretti e farciti con mascarpone e cocco. Velocissimi da preparare e senza cottura.

Ecco cosa serve:

  • 1 confezione di amaretti
  • 1 confezione di mascarpone da 250 g
  • 1 confezione di cocco grattuggiato
  • due tazzine di caffè lungo

Procedimento:

  1. Preparate il caffè lungo e versatelo  in una ciotola capiente, zuccheratelo e lasciatelo raffreddare
  2. Preparare un piatto e riponetevi gli amaretti e in un altro piatto a parte riponete il cocco già grattugiato
  3. Per prima cosa dovremo comporre dei “baci di dama”, farcendo con un cucchiaino di mascarpone un amaretto, e con un secondo “chiudere” la  farcitura di mascarpone; riponete nel piatto tutte le coppie che avrete così composto
  4. Fare rigirare ogni coppia di amaretti nel caffè e subito nel cocco cosicché tutta la superficie rimanga decorata con il cocco grattuggiato
  5. Una volta terminati gli ingredienti, lasciate raffreddare gli amaretti in frigorifero

Beh, facili son facili, golosi anche, quindi direi che non resta che provarli.

Mini-pasticciotti al cioccolato ripieni di mascarpone

Di questa ricetta mi sono innamorata subito, nonostante poi abbia atteso del tempo prima di provarla, assaggiarla e confermare che…si’, è proprio golosa come sembra! Niente trucchi e niente inganni, cio’ che piu’ mi ha attirato dell’immagine della ricetta (forma, colore e ripieno) si è poi riconfermato in toto una volta sfornati e assaggiati.

Cosi come il pasticciotto tradizionale che adoro (e anche qui, la ricetta arriverà a breve) per questa “variazione sul tema” non ho avuto dubbi: il cioccolato fondente, il cacao, e la crema al mascarpone non possono che essere un successo.

Per la ricetta originale e quindi questa ispirazione, ringrazio la rivista “Più dolci” che mi ha fatto scoprire una vera e propria squisitezza.

Questi dolcetti sono ottimi per accompagnare un caffè o un tè pomeridiano, oppure per essere regalati su un bel vassoietto.

La base è composta da una frolla alle mandorle con cioccolato fondente e cacao che la rendono davvero squisita. La farcia è invece una crema al mascarpone che impreziosisce il ripieno di questi dolcetti indimenticabili..

Quanto alla forma, sono andata rivedere nel mio scaffale dedicato a stampi, stampini per dolci per ritrovare uno stampo di silicone di Pavonidea acquistato molto tempo fa, che ha 15 sfere del diametro di 4 cm, perfette per preparare questi bocconcini speciali.

Realizzarli non è poi cosi complesso come sembra.

Seguite i miei passaggi e vedrete che sarà semplicissimo.

Ingredienti:

Per circa 35 pasticciotti (diametro di 4 cm)

Frolla alle mandorle:

  • 350 g di farina 00
  • 50 g di farina di mandorle (io ho utilizzato le mandorle già tritate in sacchetto)
  • 2 uova a temperatura ambiente
  • 100 g di burro a temperatura ambiente
  • 50 g di cioccolato fondente (fuso e freddo)
  • 30 g di cacao amaro
  • 120 g di zucchero
  • 3 cucchiai di acqua fredda

Farcia

  • 180 g di mascarpone
  • 75 g di zucchero a velo
  • 1 tuorlo d’uovo
  • 1 bustina di vanillina

Preparazione:

  1. Pesate il cioccolato fondente e ponetelo in una ciotola adatta alla cottura a bagnomaria (acciaio), ponetela su un pentolino con due dita d’acqua e accendete il fornello. Fate fondere completamente il cioccolato fondente, a fuoco basso, rimestando con un cucchiaio di legno. Quando sarà fuso, togliete la ciotola dal pentolino utilizzando una presina (perché la ciotola scotta!!) e lasciate raffreddare completamente
  2. In una ciotola, o in una planetaria, mescolate e setacciate le farine con il cacao
  3. Aggiungetevi il burro a pezzetti e lo zucchero ed iniziate ad impastare il composto
  4. Aggiungete le uova, il cioccolato fuso e freddo e l’acqua fredda ed impastate fino a formare un panetto di pasta frolla. Se utilizzate la planetaria, l’impasto dovrà staccarsi dalle pareti della ciotola
  5. Avvolgete il panetto in una pellicola e lasciate riposare almeno 30 minuti in frigorifero
  6. Prepariamo la farcia: mescolate il mascarpone allo zucchero a velo e amalgamateli, aggiungete il tuorlo leggermente sbattuto, aggiungete la vanillina e amalgamate
  7. Imburrate ed infarinate lo stampo che intendete utilizzare; io ho utilizzato le mini-sfere ma potrete utilizzare anche lo stampo per mini-muffin
  8. Pre-riscaldate il forno in modalità statico a 170°C
  9. Preparate un piano di lavoro per stendere il panetto di frolla: potrete lavorarlo tra due fogli di carta forno, stendetelo col mattarello e con un coppapasta di 4,5 cm realizzate i dischi che serviranno per foderare le sfere dello stampo e foderate le basi delle sfere; la pasta non dovrebbe fuoriuscire troppo dal bordo, se necessario, date una forma omogenea utilizzando le dita
  10. Farciteli con un cucchiaino di farcia, oppure, potete utilizzare una sac-a-poche con la crema al mascarpone, facendo attenzione a non sporcare i dischetti, poiché la farcia è abbastanza liquida
  11. Con un coppapasta da 4 cm, formate i dischi piu’ piccoli
  12. Inumidite il bordo dei dolcetti con un pochino di acqua (con un pennello o utilizzando le dita) e richiudeteli con i dischetti più piccoli
  13. E’ ora di infornare i dolcetti (170°C) pre circa 15 minuti; controllate la cottura con uno stecchino per capire se la frolla è asciutta e quindi cotta
  14. Sfornate lo stampo e lasciate raffreddare completamente i mini-pasticciotti prima di sformarli
  15. Decorateli con lo zucchero a velo

 

Realizzare questi dolcetti è davvero molto piacevole, sarà per la forma cosi particolare, per i profumi che sprigiona il cacao e il cioccolato e per come si presentano.

E’ stato un piacere anche mangiarli e regalarli. Pensateci, un dolcetto che piacerà, eccome se piacerà!

Torroncini morbidi al cioccolato – ricetta Bimby

Prima di lanciarmi nei preparativi di altri dolci, devo assolutamente condividere con voi questi deliziosi torroncini morbidi al cioccolato.

In effetti, la ricetta era rimasta lì da parte per moltissimo tempo, solo in questi primissimi giorni di novembre mi sono ricordata di non averla mai pubblicata.

In molti infatti hanno pubblicato immagini sui social del “torrone dei morti”.

Non e’ lo stesso torrone, però e’ molto buono,  è facilissimo da fare

La ricetta e’ adatta per prepararlo velocemente con il Bimby, in alternativa potete utilizzare un pentolino nel quale scaldare tutti gli ingredienti tranne le nocciole.

I torroncini si preparano velocemente salvo poi lasciarli riposare in freezer (per qualche ora ) oppure in frigo almeno per una notte.

Eccoli:
Continua a leggere “Torroncini morbidi al cioccolato – ricetta Bimby”

Tortine alle Carote

L’altra sera mio marito è tornato a casa con un libro per Liam un po’ speciale…

Piccolo cuoco

Sull’onda “emotiva” di Masterchef junior, Liam si propone spesso e volentieri di aiutarmi a preparare la cena, lavare i piatti e la domenica spesso sceglie il dolce.

Passaggio obbligato da qualche giorno, indossare il suo grembiule dei Minions, adocchiato da lui stesso in uno scaffale dedicato ai nanetti gialli..

Grembiule Minions

Da oggi, quindi, inauguriamo ufficialmente la categoria “Scelte da Liam”, vale a dire ogni qual volta il piccolo grande chef di casa sceglie in modo categorico (non crediate di fargli cambiare idea) una Ricettina dolce, la troverete pubblicata li.

Così è successo con queste Tortine alle Carote, ricetta facile facile, a prova di bimbo….ehm ehm, scusate, a prova di “piccolo grande chef”..

Gli ingredienti sono dosati per avere due tortine, ho raddoppiato le dosi, ed abbiamo ottenuto circa otto tortine, diciamo otto muffin…si lo so che due per due fa quattro, ma non chiedetemi perché..raddoppiando le dosi io abbia ottenuto ben otto Tortine..

Tortine alle carote

ingredienti:

  • 2 carote
  •  2 uova a temperatura ambiente
  • 80 g di farina
  • 40 g di mandorle in polvere
  • 80 g di zucchero
  • 60 g di burro
  • 1 pizzico di lievito per dolci
  • pirottini

Tortine alle carote

Procedimento:

  1. Accendi il forno a 160 gradi, modalità statico
  2. Prepara una teglia e dei pirottini per muffin
  3. Grattugiare le carote su un foglio di carta assorbente affinché perdano l’acqua
  4. Prendere un pentolino e mettervi il burro, che farete sciogliere a fuoco basso, mescolando di tanto in tanto
  5. In una ciotola, con un cucchiaio di legno, lavorare lo zucchero con il burro e l’uovo sbattuto
  6. Aggiungere al composto, la farina setacciata con il lievito, le carote grattugiate e le mandorle, amalgamando bene
  7. Versare l’impasto nei pirottini, fino a terminare l’impasto
  8. Cuocere per circa 25 minuti. Fai la “prova stecchino” per verificare se le tortine sono cotte
  9. Lasciale raffreddare. A piacere, puoi spargere sopra lo zucchero a velo oppure preparare una glassa

 

Tortine alle carote

 

Muffin ai mirtilli

Muffin ai mirtilli

Lo ammetto, questa ricetta è un po’ particolare, se vi piacciono i mirtilli e il cioccolato, questi Muffin saranno il giusto compromesso per una buona colazione.

Mi sono fatta attrarre dalla ricetta, non amo particolarmente i mirtilli, ma non ho resistito alla tentazione ed ho provato.

Dopo anni di muffin con gocce di cioccolato (

http://wp.me/p4jcMO-pa

i miei preferiti) e alla fragola (

http://wp.me/p4jcMO-jL

) sono approdata a questo abbinamento, grazie ad una ricetta pubblicata su un libro dedicato a Biscotti e  piccola pasticceria dell’Accademia maestri pasticceri italiani.

Devo ammettere tuttavia che i mirtilli, pur essendo molto buoni, li apprezzo di più con un buon gelato alla vaniglia..ma non si può non provare a fare i muffin con i mirtilli, perché sono un’istituzione. Mi ricordano incredibilmente le soste in autogrill durante i nostri viaggi in auto, perché sono sempre in bella mostra per colazione. Di solito non c’è il cioccolato, ma in questa ricetta un pochino di cioccolato fondente c’è …e al cioccolato non si può dir di no…

Muffin ai mirtilli

Ingredienti:

  • 2 uova
  • 80 g di zucchero semolato
  • 100 g di burro a temperatura ambiente
  • 125 g di farina 00
  • 50 g di cioccolato fondente
  • 50 g di mandorle pelate
  • 200 g di mirtilli
  • 3 cucchiai di rhum
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci

Muffin ai mirtilli

preparazione:

  1. Accendete il forno in modalità statici a 180 gradi
  2. Preparate lo stampo dei muffin e foderatelo con i pirottini
  3. Spezzettate il cioccolato fondente in una ciotola e fatelo fondere a bagnomaria
  4. Una volta ammorbidito a temperatura ambiente,tagliate il burro a pezzetti, lavoratelo con lo zucchero, le uova, i, rhum
  5. Versate a filo il cioccolato fuso nel composto
  6. Tostate le mandorle in una padella antiaderente, fatele raffreddare poi tritatele nel mixer. (Per comodità e velocità, ho utilizzato le mandorle già macinate)
  7. Lavate ed asciugate i mirtilli tamponando con carta assorbente
  8. Setacciate la farina con il lievito ed unite al composto preparato, amalgamate con cura il tutto
  9. incoroorate le mandorle tritate ed i mirtilli
  10. Versate il composto nei pirottini per circa tre quarti e fateli cuocere per circa 25 minuti.
  11. Controllate la cottura con uno stuzzicadente, se esce asciutto il muffin sarà cotto
  12. Sfornate i muffin, lasciateli raffreddare e poi togliete i pirottini dallo stampo

Sono proprio curiosa di sapere come andrà ….

Muffin ai mirtilli

 

 

Pasta choux – Bimby

Per me che non parlo francese, questo nome così musicale sembra qualcosa di spiritoso o divertente.

Si tratta di una Pasta leggera e delicata, utilizzata in cucina per bignè, ciambelle, eclairs.

In passato, prima dell’arrivo del mio ometto, la utilizzavo spesso per preparare i bignè salati, ripieni di mousse al prosciutto oppure al tonno. Messa da parte, quasi dimenticata, questa ricetta da Manuale Bimby l’ho volentieri ripresa in mano in occasione della Festa del Papà, utilizzandola come base per le Zeppole di S. Giuseppe.

Ingredienti

  • 250 g di acqua
  • 100 g di burro morbido tagliato a pezzetti
  • 150 g di farina tipo 00
  • 4 uova (da circa 60 g)
  • 1 pizzico di sale
  1. Mettere nel boccale l’acqua, il pizzico di sale e il burro a pezzetti e amalgamare per 10 min a 100 gradi velocità 2
  2. Unire la farina e lavorare l’impasto per 30 sec. A vel. 4
  3. Lasciare l’impasto per 10 minuti  nel Bimby spento, così terminerà la cottura.
  4. Durante questi dieci minuti, ogni due minuti mescolate l’impasto a vel. 4, così da mescolare complessivamente 5 volte
  5. Lasciare raffreddare l’impasto nel boccale.
  6. Azionate il Bimby a velocità 4 e con le lame in movimento aggiungete 1 uovo alla volta.
  7. Lavorate ancora per 40 secondi a vel. 5
  8. Ricoprite di carta forno una teglia o la placca

per fare i bignè:

  1. prelevate delle palline di pasta grandi come una noce e distanziatele bene.
  2. In alternativa potrete usare la sac a poche
  3. Cuocere in forno già caldo a 180 gradi per circa 20 minuti.

per fare le Zeppole al forno:

  1. ricoprite con carta forno una teglia, riempite una sac a poche con il composto, utilizzando un beccuccio a stella grande.
  2. Formate delle ciambelle, se desiderate una forma piatta, fate un solo giro, se desiderate una forma più bombata e gonfia, provvedete a formare la ciambella due volte, su se stessa.,
  3. Cuocete in forno già caldo per 180 gradi per circa venti minuti. Fate sempre la prova dello stecchino per verificare se cotto (se lo stecchino e’ asciutto, sono pronti).

8 marzo

Auguri a tutte le donne.

Auguri a mia Mamma, innanzitutto, e alle sue sorelle, perché oggi e’ la prima festa della donna senza la loro mamma.

Auguri a tutte le donne della nostra famiglia, giovani e meno giovani.

Auguri alle mie amiche, sposate, single, divorziate, vedove. Ognuna di loro avrebbe una storia interessante da raccontarvi.

Auguri a tutte voi, amiche che mi seguite.

Donne, felici o alla ricerca della felicità, che portano il proprio sorriso in giro per il mondo anche quando dentro qualcosa non va, instancabili nei mille ruoli che la vita di donna porta con se’.

Niente dolci in forno per me oggi, sono reduce da un week-end iniziato la notte tra venerdì e sabato in bianco, stavolta il virus gastro-intestinale ha bussato alla porta di Liam e lo ha colto nel pieno della notte per consumarsi nell’arco di una giornata, per fortuna. Oggi l’ometto sta meglio, mangia senza problemi ed è ritornato alla sua vitalità di sempre.

Avrei tanto desiderato preparare una bella Mimosa, paradossalmente la prima vera torta che ho imparato a fare, a vent’anni, grazie ad una mia cara zia che, a quel tempo, abitava al piano di sopra.

Vi lascio ugualmente con dei dolcetti, ma non preparati da me.

Il Muffin mimosa preparato dai bimbi del Nido venerdì

Immagine del Nido
Immagine del Nido

Muffin Mimosa

 

Preparato dai Bimbi Tosti al nido
Preparato dai Bimbi Tosti al nido. (Immagine del Nido)

La tavola e la colazione che mi hanno accolto stamattina in cucina quando io e Liam ci siamo svegliati:

Sorpresa stamattina
Sorpresa stamattina

Una graditissima sorpresa, una bella coccola preparata da mio marito che e’ andato in pasticceria mentre noi ancora ce la dormivamo..

Vi lascio con un immagine catturata al Mercato degli agricoltori di Finale Ligure, in occasione della nostra gita del 15 febbraio scorso: un enorme fascio di Mimose, il suo tenue profumo, la delicatezza di questo fiore che al contempo e’ un robusto albero che cresce con fioritura rigogliosa e generosa quando e’ nel suo habitat naturale.

Mimose

Mini-Cake al cioccolato

 

Mini-cake al cioccolato

La mia insana passione per stampi, stampini, pirottini e quant’altro ricordi la forma di un dolce, mi porta a spese che a ben vedere potrebbero essere giudicate abbastanza inutili, agli occhi dei più.

Ma che dire, non posso farne a meno, continuo a collezionare pirottini per Muffin che gelosamente custodisco nel cassetto in cucina, fino a che non arriva il momento di poterli utilizzare in qualche occasione.

Questa volta mi sono fatta affascinare da un allestimento un po’ “vintage”, ma più che vintage, direi anni ’50, un po’ stile USA e retro’.

I pirottini che ho scelto questa volta sono piccoli stampi di cartoncino colorato utili per cuocervi mini Plumcake o mini-cake. La scritta “Home Made” e le roselline su questo sfondo celeste a pois bianchi mi hanno poi definitivamente convinto.

image

E devo ricredermi, sono alquanto sorpresa nel constatare che anche la ricettina stampata sul retro del cartoncino della confezione degli stampini e’ attendibilissima, a tal punto che ho deciso di pubblicarla.

Ecco quindi come ho preparato i Mini-Cake al Cioccolato:

Ingredienti:

  • 4 uova a temperatura ambiente
  • 160 g di burro morbido tagliato a pezzetti
  • 160 g di zucchero semolato
  • 160 di cioccolato fondente
  • 100 g di farina 00
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • 1 bustina di vanillina
  • 1 piccola presa di sale

 

Preparazione:

  1. Accendere il forno a 180 gradi statico
  2. Sciogliere il cioccolato fondente a bagnomaria (Prendere un pentolino e metterci un terzo d’acqua e accendere il fuoco, sopra riporvi una ciotola e mettere il cioccolato a pezzetti, il calore dell’acqua calda lo farà sciogliere)
  3. Montare il burro con lo zucchero fino a che il composto non diventi spumoso (io ho utilizzato il Bimby, 20 sec. Vel. 4)
  4. Aggiungere le uova e il cioccolato fondente ormai fuso e intiepidito e lavorare il composto (10 sec. Vel. 4)
  5. Setacciare la farina, il lievito, la vanillina e la presa di sale e Aggiungerla al composto e lavorarlo fino a farlo diventare omogeneo (30 sec. Vel. 4)
  6. Ricoprire una teglia con carta forno ed adagiarvi sopra 8-10 stampini
  7. Versare in ogni stampino almeno tre quarti di composto
  8. Mettere in forno e cuocere a 180 gradi per circa 25-30 minuti (controllate la cottura inserendo uno stuzzicadenti, se asciutto il mini-cake sarà cotto)
  9. Togliere dal forno e lasciar raffreddare. A piacere, spolverizzare con zucchero a velo

Mini-cake al cioccolato

 

Mini Ciambelline soffici

Mini Ciambelline

A volte sono sopraffatta dalla curiosità di provare una nuova ricettina dolce.

Altre volte, invece, di acquistare stampi nuovi per torte e dolcetti, come se lavorassi in una pasticceria ed avessi una cucina grande quanto una sala da ballo…niente di tutto questo ovviamente, ma non c’è modo di fermarmi: quando decido, devo assolutamente provare, non importa se fa caldo ed il forno acceso non e’ il massimo che si possa chiedere, non importa se il cassettone della cucina mi ricorda che li dentro proprio non ha più posto per ospitare altre collezioni…

Stavolta e’ stato un mix di situazioni: il rientro al lavoro per noi, e al nido per Liam, uno stampo in silicone con mini Ciambelline, una ricettina per ciambelle sofficissime, con qualche leggera variazione.(http://blog.cookaround.com/mollichedizucchero/tortine-sofficissime).

Insomma, un mix esplosivo…non potevo esimermi, dunque.

Quindi, nel bel mezzo della prima settimana di lavoro, dopo il rientro da due settimane di mare, ho più che volentieri preparato queste Ciambelline che hanno poi gustato venerdì mattina i bimbi del nido, una piccola attenzione per festeggiare la fine della prima settimana. Non in tutti gli asili e’ consentito portare del cibo fatto in casa, per mille ragioni (intolleranze, etc) ma nel mio caso non ci sono problemi.

Mini ciambelline

Ecco dunque come si preparano le mini-Ciambelline sofficissime.
Armatevi di uno stampo in silicone per ciambelle.
Con il mio, ho infornato due volte ed e’ avanzato moltissimo impasto, volendo si riuscivano a riempire altre due teglie.

Mini Ciambelline

Ingredienti:

  • 3 Uova a temperatura ambiente
  • 130 ml di Olio di semi
  • 250 gr. Di Zucchero
  • 130 ml di Acqua
  • 250 gr. Di Farina 00
  • 1 bustina di lievito vaniglia
  • 1 bustina di vanillina
  • Zucchero a velo quanto basta

Preparazione:

  1. Accendere il forno a 180 gradi, statico.
  2. Nel Bimby (oppure in una planetaria o semplicemente utilizzando le fruste elettriche) montate le uova con lo zucchero e la vanillina, fino a quando il composto non diventerà spumoso. (40 sec. Vel. 4)
  3. Aggiungete l’olio gradualmente, a filo, e continuate a lavorare l’impasto.
  4. Aggiungere poi l’acqua e impastare
  5. Aggiungere la farina setacciata con il lievito e lavorare per circa 40 sec. Velocità 4.
  6. A questo punto, se lo desiderate, e’ possibile preparare anche le Ciambelline al cacao, aggiungendo a metà dell’impasto almeno 3 cucchiai pieni di cacao amaro in polvere, avendo cura di rimestare bene ancora il composto, affinché si amalgami bene tutto.
  7. Prendere lo stampo: il mio era nuovo di zecca, per cui lo avevo già precedentemente lavato, ho poi spennellato gli incavi degli stampini con del burro morbidissimo.
  8. Versare il composto con un cucchiaio (risulta molto liquido) negli appositi stampini fino almeno a tre quarti della capienza e sincerandosi che siano ben pieni di impasto.
  9. Infornare per circa venti-venticinque minuti, controllando la cottura con uno stecchino.
  10. Spegnere il forno e ritirare lo stampo che va lasciato raffreddare.
  11. Una volta freddo, estrarre delicatamente le Ciambelline dagli incavi, spingendole verso l’esterno.
  12. Spolverare con zucchero a velo.

Macarons alle mandorle con crema di cioccolato fondente

Quante volte, guardando le foto di colorati Macarons, ho pensato che mi sarebbe piaciuto provare..pur senza averli mai assaggiati, questi cugini dei baci di dama, che esteticamente ci somigliano, ma nel gusto sono molto diversi, chissà perché hanno quel fascino che non sai descrivere, sono chic e accattivanti: dai mille colori e diversi gusti, hanno necessariamente la stessa forma, e se non vengono tutti uguali, beh, allora non sono dei veri Macarons.

Ed io che pensavo di farcela al primo colpo, e invece no…gli attrezzi e la ricetta giusta aiutano molto, sono fondamentali. E poi tanta manualità che, per una come me, fai da te in cucina, che impara dai propri errori, e a volte si ritrova a buttare impasti riusciti male con grandi delusione, che non è una chef, e’ tutto dire.

Sono talmente belli da vedere, che, sinceramente, non mi ha mai interessato sapere che gusto avessero davvero.

La prima volta che ho provato a farli e’ stato a Pasqua, ma nulla a che vedere con i veri Macarons. Le dimensioni erano troppo grandi, e la crema al burro appena stava fuori dal frigo si scioglieva inesorabilmente. Sembravano dei baci di Alassio ma molto duri e color mandorla.

Il primo tappetino per Macarons che ho acquistato inoltre non è stato di grande aiuto..Ma non mi son persa d’animo e ho riprovato.

La seconda volta, circa un mese fa ormai, ci sono andata molto vicino e, in più, ho utilizzato l’attrezzo giusto che aiuta tantissimo a dosare la quantità di composto alle mandorle per creare i “gusci” dei Macarons.

Mi sono limitata ad una base classica alle mandorle, senza colorarla. Volevo un effetto naturale e gusti semplici.

La farcitura rigorosamente al cioccolato. Ho provato la ganache al cioccolato.

Ma non c’è due senza tre, e come mi piace dire spesso, c’è’ sempre margine per migliorarsi.

Per ora, quindi, posterò solo le foto. Voglio essere Sicura che la ricetta trovata sempre sul web sia quella ottimale. In fondo, ne esistono solo diecimila..e poi, spero di migliorare un po’ con la manualità, anche il ripieno ha la sua importanza.

Anche se mi spiace molto, ho deciso che rimanderò la pubblicazione della ricetta al prossimo esperimento dei Macarons.

Per ora, ecco il risultato.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Camilline

Il venerdì e’ sempre una giornata difficile, conclude la settimana: da un lato siamo già con la testa nel week-end, dall’altra la stanchezza prende il sopravvento.

A tutto ciò, venerdì scorso aveva da aggiungere anche il cielo grigio e la pioggia battente.

Al lavoro, una giornata cosiddetta “di fuoco” .

Traffico del rientro, arrivo in ritardo al nido. Piove, e Liam vuole tenere da solo l’ombrellino.

Non vuole salire in macchina, ma gustarsi questo momento piovoso per tenere da solo l’ombrellino come un bimbo grande. Ma abbiamo un solo ombrello, ed e’ proprio quello che ha lui. Nel tentativo di convincerlo a salire in macchina mi lavo completamente, si divincola e non vuole neanche essere preso in braccio…questo capriccio dura tre minuti, ma faccio in tempo a salire zuppa in macchina…

Per la colazione dell’indomani mattina, penso ad un dolcetto svuota frigo: le Camilline, dolcetti alle carote.

Unisco l’utile al dilettevole e mentre preparo le verdure per cena, metto da parte due uova e le carote.

Per questa versione, piaciuta non solo al piccolino ma anche a mio marito, ringrazio Giallo Zafferano che non delude mai..

Ingredienti

  • 250 g di carote
  • 1 uovo e un tuorlo
  • 180 g di farina 00
  • 70 g di farina di mandorle
  • 200 g di zucchero
  • 130 ml di olio di semi
  • 1 bustina di vanillina
  • 8 g di lievito vanigliato
  1.  Accendete il forno a 180 gradi in modalità statico
  2. Lavate e mondate le carote, tagliatele a rondelle ed inserite le nel mixer tritandole.
  3. A parte, lavorate bene le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso
  4. Aggiungete le carote e mescolate
  5. Aggiungete, setacciandoli, la farina 00, quella di mandorle, la vanillina e il lievito.
  6. Lavorate bene l’impasto con le fruste elettriche o se preferite in una planetaria. Per chi utilizza il Bimby, 30 secondi a velocità 4
  7. Aggiungete l’olio ed amalgamate bene, l’impasto dovrà risultare morbido
  8. Preparate una teglia per Muffin oppure dei pirottini di silicone e foderateli con i pirottini di carta
  9. Versate il composto fino a 3/4 circa.
  10. Infornate a 180 gradi per circa 20-25 minuti

Crostatine alla Nutella

Un’idea per una colazione golosa o una merenda dolcissima?

Crostatine alla Nutella e Crostatine alla Marmellata di More.

La base e’ sempre la nostra adorata Pasta Frolla.

Ottima idea infatti quella di congelare un panetto di pasta frolla per eventuali necessità. Per fortuna, nel cassetto in cucina, conservavo gelosamente dei vecchi stampini per Crostatine, usati pochissimo, che riutilizzerò presto, molto volentieri, magari anche con ricette salate.

Una volta rivestiti gli stampini e bucherellato il fondo, ho scelto il ripieno: avevo un barattolo di Nutella da terminare ed uno di marmellata alle More.

La cottura e’ stata di circa 20 minuti, a 180gradi. Et voila’.

La colazione e’ pronta!

Dolcetti alla ricotta

Le tentazioni dolci sono sempre dietro l’angolo e sfogliando i ricettari di biscotti e piccola pasticceria, mi faccio spesso attrarre dall’aspetto invitante di pasticcini e dolcetti vari.

La ricotta e’ un ingrediente che in frigorifero a casa non manca mai, e, anche se il frigo dovesse essere quasi vuoto, 1 uovo a disposizione c’è sempre.

Ecco allora la ricetta dolce che ho provato qualche giorno fa.

Sono ottimi con un te o una tazza di latte.

Ingredienti:

  • 250 g di farina 00
  • 150 g di ricotta
  • 120 g di zucchero semolato
  • 30 g di burro
  • 2 cucchiaini di lievito vanigliato
  • 1 uovo
  • sale
  1. Accendete il forno a 180 gradi, modalità statico
  2. Rivestite la placca con della carta forno
  3. In una ciotola, amalgamate ricotta e zucchero, il burro, l’uovo fino ad ottenere una bella crema soffice
  4. Setacciare la farina con il lievito ed il sale
  5. Aggiungerla a pioggia, amalgamandola pian piano
  6. Con un cucchiaino, prendete un po’ di composto e mettetelo sulla placca, formando dei biscottini
  7. Cuocete in forno per circa 15 minuti, i biscottini dovranno risultare dorati
  8. Ponete i biscottini su una gratella a raffreddare
  9. Se preferite, spolverate con zucchero a velo

 

Linz

Ogni volta che iniziamo le operazioni su un nuovo scalo, il mio capo e il suo vice partono per gli incontri di rito con aeroporto e società di gestione, così da definire tutti gli aspetti collegati alla partenza dei voli.

A questo giro, sono stati a Linz in Austria.

E, oltre ai feedback sugli incontri, i contatti utili che ognuno di noi dovrà utilizzare affinché tutto sia pronto entro la data del primo volo, sono arrivati dei dolci pensieri, le famosissime “Mozart Kugeln”.

…a Linz c’è un bellissimo orto botanico, diversi musei.

Il dolce per tipico e’ la Linzer Torte, che proverò a fare spero a breve.

Nel frattempo ho cercato la ricetta, che dovrebbe essere questa:

Linzer Torte

La Linzer Torte è considerata la torta più antica del mondo, essendo nominata per la prima volta già nel 1653. Comunque è rimasto un segreto sia l’inventore (o inventrice) sia chi le diede il nome. La prima ricetta si trova sul libro di cucina Buech von allerley Eingemachten Sachen, also Zuggerwerckh, Gewürtz, Khütten und sonsten allerhandt Obst wie auch andere guett und nützlich Ding etc. risalendo a 350 anni fa.
Già in questo periodo il libro contiene quattro ricette diverse per la torta e la pasta di Linz — prova della grande popolarità e divulgazione di questo dolce nel periodo del barocco!
La differenza alle ricette più recenti è che la torta s’impastò sempre con burro fuso, aggiungendo del burro proprio più tardi. In più la torta venne fatta in scodella, cioè messa al forno in un recipiente d’argento in modo simile alla terrine odierne. Delle spezie se ne parla una sola volta, le mandorle invece fanno parte di tutte le ricette storiche.

 

Ricetta per la Linzer Torte Originale
150 g burro
250 g farina (00)
150 g zucchero a velo
100 g nocciole arrostite
1 uovo
spezie (vaniglia, scorza di limone, cannella, polvere di garofano)
10 g lievito in polvere
300 g marmellata di ribes

Impastate il burro e lo zucchero, aggiungetevi la farina mescolata col lievito, le nocciole grattugiate, l’uovo e le spezie.
Fate riposare la pasta al fresco, dopo mezz’ora ritiratela dal frigorifero e tagliatela in quattro parti. Spianate tre quarti della pasta a circa 1,5 cm di spessore per un diametro di 22 cm, spalmatevi sopra la marmellata di ribes. Il resto della pasta va aggiunto sopra come orlo e a forma di grata. Spalmate la superficie dell’orlo e della grata con un pò di uovo e coprite l’orlo di sottili fette di mandorla. Mettete a forno per 40–45 minuti a circa 190 gradi.
Buona fortuna!

 

 

Muffin con gocce di cioccolato – Bimby

Sarò breve, perché per i Muffin, che io adoro, esistono mille ricette e mille post.

Io adoro preparare questa ricetta per il Bimby, da quando l’ho scoperta, non la lascio più, soprattutto se ho voglia di concedermi una bella colazione al sabato mattina con dolcetti fatti in casa.

Vi anticipo che l’impasto non è molto dolce e soprattutto lievita molto, per cui cercate di non versare più di 3/4 di impasto negli appositi stampini

Ingredienti:

  • Teglia per Muffin o appositi stampini
  • 2 uova
  • 300 g di farina 00
  • 60 g di zucchero
  • 150 g latte
  • 120 g di burro
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 1 pizzico di sale
  1. Accendere il forno a 180 gradi modalità statico
  2. Versare nel boccale il latte e scaldarlo (2 min a 37 gradi, vel. 1)
  3. Aggiungete il burro tagliato a pezzetti e morbido, lo zucchero e le uova e frullate l’impasto (20 sec. Vel. 4)
  4. Unite la farina, il lievito e il sale e impastate (15 sec. Vel 5)
  5. Versate l’impasto negli stampini per Muffin che avrete rivestito con i pirottini.
  6. Mettete circa un cucchiaino di impasto, aggiungete le gocce di cioccolato, e ricoprite con un altro cucchiaino di impasto o quanto serve per raggiungere i 3/4 dello stampino.
  7. Cuocete in forno per circa 20 minuti

..Il buongiorno si vede dal mattino, no?

Amaretti con gocce di cioccolato e Amaretti con pistacchi

E ancora una volta ho due albumi inutilizzati e vorrei preparare un dolcetto..

Ce ne sono molti a base di chiare d’uovo e zucchero, tra i numerosi, però, oggi voglio proporvi gli Amaretti con gocce di cioccolato e gli Amaretti con i pistacchi.

Se necessario, come e’ capitato a me, potete dimezzare le dosi.

Ingredienti:

  • 250 g di mandorle macinate
  • 250 g di zucchero
  • 25 g di gocce di cioccolato
  • 25 g di pistacchi tritati
  • 1 bustina di vanillina
  • 4 albumi
  1. Montate a neve ferma gli albumi
  2. In una ciotola lavorate le mandorle tritate con lo zucchero e la vanillina e amalgamate gli albumi montati.
  3. Dividete il composto in due parti uguali: in uno amalgamatevi le gocce di cioccolato, nell’altro i pistacchi tritati
  4. Ricoprite la placca con carta forno
  5. Con l’aiuto di un cucchiaino, prelevate una piccola quantità di impasto e adagiatela sulla placca del forno
  6. Coprite il tutto con un telo e lasciate riposare per 2 ore
  7. Accendete il forno a 200 gradi
  8. Trascorse le 2 ore, cuocete per circa 15 minuti
  9. Fateli raffreddare su una gratella
  10. Spolverate di zucchero a velo

Se non gradite il cioccolato o i pistacchi,  questi amaretti sono molto buoni anche con le scorzette di arancia candita.

 

Colazione in giardino: Muffin alle fragole

La domenica mattina ha sempre un profumo particolare: sarà che sono un po’ più rilassata, sarà che ho dormito un po’ di più, Liam permettendo, la domenica e’ sempre un po’ speciale.

E di solito mi concedo sempre qualcosina in più e, visto che c’è’ più tempo, posso fare colazione con una certa calma: una fetta di torta, o un dolcetto, dei biscotti, oppure pane, burro e marmellata.

E dunque, ho riservato a questa mattinata una ricetta che volevo provare da tempo e che non mi ha deluso.

Complici molte di voi, che, con le vostre meravigliose ricette e foto invitanti a base di questo frutto rosso, mi avete ingolosito.

Protagonista: la regina di questa stagione, Sua Altezza Reale la Fragola.

Ecco a voi, i Muffin alle Fragole.

Ricetta Facilissima e velocissima, come piace a me..

La regina di questa stagione
La regina di questa stagione

 

 

Ingredienti (circa 24 Muffin)

  • 300 g di farina
  • 250 g di fragole
  • 250 g di zucchero
  • 1 bicchiere di latte
  • 50 g di burro
  • 2 uova
  • 1 bustina di lievito
  • 1 pizzico di sale

 

 

  1. Lavate, asciugate e tagliate a pezzetti le fragole
  2. In una ciotola, setacciate la farina con il lievito, aggiungete lo zucchero ed un pizzico di sale, mescolate
  3. In un altra ciotola, lavorate le uova con il latte ed il burro fuso tiepido
  4. Versate il composto sulla farina e amalgamate bene
  5. Aggiungete le fragole e mescolate
  6. Mettete i pirottini nello stampo per Muffin e versate l’impasto fino a circa 3/4
  7. Cuocete in forno a 180 gradi per circa 20-25 minuti

Buona domenica a tutti!

Mini Croissant velocissimi

…Partiamo tra cinque minuti…

Questo l’sms ricevuto ieri nel tardo pomeriggio da mia mamma che mi avvisava che sarebbe venuta a trovarci per vedere Liam come stava, in compagnia della mia cara Liane, arrivata martedì scorso da Copenaghen per la sua mini vacanza annuale in Italia.

!!!!!?????!!!!!! E adesso? Se penso che era dal mattino alle 6 che non mi fermavo un secondo…di corsa al lavoro, il nido che mi chiama verso le 11 per un emergenza che mi costringeva ad organizzarmi per poter ritirare dall’asilo al più presto il bimbo: una sorta di eruzione cutanea…telefonate, permesso per uscire prima, visita pediatrica, per fortuna risolta con un rush cutaneo da monitorare …niente di che.

E’ tutto quello che c’è stato prima che mi ha fatto arrivare a leggere il messaggio con ancora i capelli dritti in testa.

Ok, calma e gesso. Serve un dolcetto.

Per questa ricetta super veloce sono bastati 4 ingredienti:

  • 1 rotolo di pasta sfoglia già pronta

  • un bel barattolo di Nutella

  • 1 pera

  • zucchero a velo

  1. Per prima cosa ho tagliato a dadini la pera
  2. Ho tagliato a strisce la pasta sfoglia, creando dei triangoli
  3. Alla base del triangolo ho messo un cucchiaino colmo di Nutella e sopra qualche dadino di pera.
  4. Ho arrotolato su se stessa la pasta, formando dei mini-croissant e li ho posizionati su una teglia ricoperta di carta forno. Ho praticamente dimenticato di spennellarle con il rosso d’uovo o il latte, poiché il citofono ha suonato dopo aver arrotolato l’ultima briochina…!
  5. In forno a 200 gradi ventilato per circa 15-20 minuti.
  6. Una volta sfornare, spolverizzate con zucchero a velo.

Una bella tazza di te, ed una bella chiacchierata in English, of course e tanti complimenti…Sono piaciute ed io me la sono cavata in extremis.

 

 

 

Dolcetti al cocco

Dolcetti al cocco

A casa influenzata, il tempo non passa mai..

Mi sono dunque ricordata di questi dolcetti sfiziosi al cocco, facili da preparare e che colpiscono sempre.

Essendo freddi, poi, sono apprezzati soprattutto d’estate.

Facilissimi da fare e velocissimi.

Ecco come li preparo:

Ingredienti:

  • 250 g di ricotta
  • 150 g di cocco disidratato
  • 75 g di zucchero a velo
  • 75 g di  gocce di cioccolato
  • cacao amaro in polvere
  • pirottini
  1. Prendete una ciotola e mescolatevi la ricotta, lo zucchero a velo e circa 125 g di cocco

  2. Aggiungete le gocce di cioccolato e mescolate ancora.

  3. Lasciate raffreddare il composto in frigorifero per almeno 30 minuti

  4. Prendete quindi il composto e con un cucchiaino formate delle palline e rotolatele delicatamente nel cocco rimasto.

  5. per un effetto “tartufo”, potrete anche rotolare alcuni dolcetti nel cacao amaro in polvere

  6. Ponete i dolcetti nei pirottini su un piatto e lasciateli nuovamente in frigorifero a rassodare.

Et voila’…