Oreo Cheesecake

Prima o poi arriva l’estate, il caldo, il sole,  la voglia di andare al mare, feste di paese all’aria aperta di sera, la musica e il fritto misto con le patatine..ma quando si parla di dolci, che siano della domenica o della merenda pomeridiana, il forno a casa e ‘ rigorosamente spento.

E allora quando si parla di dolci freddi, e’ giocoforza parlare di cheesecake. Il web e il mondo food bloggers in questo periodo dell’anno impazziscono per questo dolce tutto anglo-americano, postando, come non ci fosse un domani, una cheesecake al secondo. E poiché anch’io non posso farne a meno, eccomi qua! In casa mia non la amano particolarmente, prediligono i dolci italiani come tiramisù e zuppa inglese, ma io preparerei cheesecake in continuazione, solo per il gusto di variarle e metterle in tavola..

L’anno scorso ho trovato per caso questa ricetta, acquistando dei biscotti simili agli Oreo, l’ho provata, gustata, mi è piaciuta, ma alla fine non l’ho pubblicata per mancanza di tempo. Quest’anno invece alla prima occasione per preparare una cheesecake, ho pensato agli Oreo e a questa ricetta che ho rifatto proprio durante il week-end, ho comprato tre pacchi di Oreo, il formaggio cremoso e la panna e, dimezzando le dosi, ho deciso di preparare una piccola cheesecake in una tortiera da 18 cm.

Se lo desiderate, potete raddoppiare tutte le dosi ed utilizzare una tortiera da 22 cm.

Ricordate che è fondamentale utilizzare una tortiera a cerniera (o a cerchio apribile che dir si voglia, perché consente di sformare la cheesecake senza romperla).

Ingredienti:

Per una tortiera a cerchio apribile di 18 cm

  • 20 biscotti Oreo + 10 biscotti (3 tubi Oreo in tutto)
  • 150 g. di Philadelpia
  • 150 ml di panna
  • 25 g . di zucchero a velo
  • 4 fogli di gelatina + 1 cucchiaio di latte scremato caldo
  • 1/2 bustina di vanillina

Preparazione:

  1. Prendere una ciotolina ed un pentolino, prelevare dai biscotti Oreo la farcia bianca e metterla nel pentolino e scaldarla sul fornello piccolo, fino a scioglimento
  2. Nel mixer, tritate finemente i biscotti rimasti senza farcia, devono ridursi in polvere di biscotto
  3. Dividere in parti uguali i biscotti tritati e metterli in due ciotole separate
  4. In una, versatevi la farcia liquida e mescolate il composto
  5. Foderate il fondo della tortiera con un disco di carta forno di 18 cm
  6. Versate il composto della prima ciotola (quella composta da polvere e farcia) sul fondo della tortiera, e livellate bene col dorso di un cucchiaio, mettete in frigorifero a riposare per mezz’ora
  7. Mettete a bagno in acqua fredda i fogli di gelatina affinché si ammorbidiscano
  8. In una ciotola lavorate il formaggio cremoso con lo zucchero a velo è una bustina di vanillina
  9. In una planetaria, montate la panna
  10. Prendete una ciotola e una decina di biscotti e sbriciolateli grossolanamente
  11. Nel frattempo, scaldate un cucchiaio di latte in un pentolino e togliete dal fuoco, strizzate i fogli di gelatina dall’acqua, e fateli sciogliere nel latte caldo, mescolando
  12. Versate la gelatina sciolta sul composto di Philadelphia e zucchero e mescolate, aggiungete mescolando lentamente la panna montata e i biscotti sbriciolando grossolanamente, mescolando amalgamando
  13. Togliete dal frigo la tortiera con la base di biscotti. Versate il composto nella tortiera, livellandola con il dorso di un cucchiaio
  14. Versate ora la polvere di biscotti sopra il composto, coprendola del tutto e livellandola il più possibile
  15. Riponete in frigo per almeno sei ore. L’ideale sarebbe prepararla la sera precedente per poterla gustare al meglio il giorno dopo
  16. Per sformare la cheesecake: toglietela dal frigorifero e lasciatela qualche istante; Aprite la cerniera della tortiera lentamente, passate un coltello lungo i bordi della torta per sincerarvi che si stacchi facilmente, togliete l’anello
  17. Prendete un piatto piano, ponetelo sopra la torta e capovolgetela su se stessa, come si fa quando si girano una frittata
  18. Togliete il fondo della tortiera e il foglio di carta forno, delicatamente e servite

I golosi di biscotti Oreo apprezzeranno questa Tortina.

Quanto a me, sono già pronta per prepararne un’altra!

Pasta frolla Milano – ricetta di Iginio Massari

Mascherine di Carnevale

Eccoci qua! Finalmente, lui: il Maestro dei Maestri Pasticceri, Iginio Massari.

Accostarsi alle sue dolci preparazioni per me è ancora un azzardo, ma incuriosita come sempre dalle basi della pasticceria e dalle innumerevoli varianti provate personalmente, non ho resistito alle sue lezioni di pasticceria televisive.

Ho avuto il piacere di assistere ad un suo breve intervento durante la MasterClass di Sal De Riso tenutasi allo Sweety of Milano lo scorso settembre, entrato in classe per salutare tutti si è intrattenuto facendo i complimenti a Sal e rimanendo in classe per tenere la lezione successiva. Incrociato poi ancora lungo i corridoi del Palazzo delle Stelline con un gruppo di pasticceri, ammetto che Massari incute un po’ di soggezione pur essendo poi molto disponibile con il suo pubblico. Sarà che nelle puntate di Masterchef e’ sempre molto severo nei suoi giudizi sulle preparazioni di pasticceria, come è giusto che sia, probabilmente.

Iginio Massari

Iginio Massari

Vi lascio allora dosi e preparazione:

Ingredienti:

  • 200 g di burro morbido
  • 75 g di zucchero a velo
  • 40 g di miele di acacia
  • 1 tuorlo
  •  2 g di sale sciolto in un Po di acqua
  • 1 baccello di vaniglia
  • 300 g di farina 0
  • 1 limone, la scorza grattugiata

Preparazione:

  1. In una planetaria, mettere il burro e lavorarlo a bassa velocità con il miele e lo zucchero; il burro non dovrà montare, non dovrà incorporare aria
  2. Incorporare il tuorlo
  3. Incorporare il sale sciolto nell’acqua che va ben amalgamato
  4. Prelevare i semi dalla bacca di vaniglia ed inserirli nel composto
  5. Aggiungere la scorza grattugiata di limone (non grattuggiare mai la parte bianca perché amara)
  6. Setacciare la farina, incorporarla nella massa grassa, prima velocità ; se lavorerete il composto troppo, questo risulterà coriaceo, se lo lavorerete troppo poco non avrete una cottura uniforme
  7. Appena la farina sarà assorbita, fermare la planetaria
  8. Controllando l’umidità del composto capirete se è pronta: la pasta frolla  e’ pronta quando prendendone un pezzetto e facendolo girare nella mano la mano resterà pulita
  9. Avvolgere il panetto un una pellicola e lasciate riposare in frigorifero per due ore, meglio ancora dalla sera alla mattina
  10. Spolverare il piano con la farina e il panetto d con il mattarello stendere il panetto in su e in giù.
  11. Per la preparazione dei biscotti, e’ fondamentale mantenere una distanza regolare dei biscotti, gli uni dagli altri per garantire una cottura ottimale
  12. Se il biscotto e’ morbido, dovranno cuocere a 200 gradi per pochi minuti, circa sei o sette minuti, per la cottura di biscotti che devono risultare più duri o croccanti, la temperatura dovrà essere a 160 gradi per il doppio del tempo. Il consiglio è di inserire una pallina di stagnola tra lo sportello ed il forno.
  13. Per la preparazione di crostate, se farcite con confetture o creme, la pasta frolla dovrà cuocere a 180 gradi per 22-25 minuti.
  14. I ripieni non devono mai superare il 20% del peso della pasta utilizzata

E così, mi sono armata di mattarello e delle mie nuove formine a forma di mascherine che avevo visto sul sito http://www.decora.it per poi innamorarmene subito: sono andata quindi a colpo sicuro, e  per trovarle mi sono recata nel più fornito negozio di utensili per la cucina di tutta la provincia di Varese, http://www.coltelleriagianola.it

E questo è stato il risultato, mascherine ricche di confetti colorati…grazie al Maestro Massari per la ricetta perfetta, a Decora per aver ideato queste formine così accattivanti e al negozio Gianola che d’ora in poi diventerà il mio punto di riferimento per le spese pazze di pasticceria…

 

 

Rotolo di biscotti Plasmon e Nutella

Questa ricetta, in origine, si chiamava in un altro modo ma non vi svelerò il titolo, poiché tornerò presto a farla seguendo le indicazioni originarie; e, ad onor del vero, anche l’aspetto era completamente diverso, per forma e soprattutto per colore…

E’ andata proprio così, non avevo biscotti secchi in casa ma tanti tanti biscotti Plasmon di Liam che da diverso tempo non mangia più. Cambiano i suoi gusti e cambiano le abitudini. Non beve più latte e non mangia più questi biscotti, neanche a merenda; i suoi biscotti preferiti sono altri, ahimè..Nonostante ciò, e’ inutile dire che a me i biscotti Plasmon continuano a piacere moltissimo. Quindi, complice la necessità di utilizzarli, ho deciso di sostituire completamente i classici biscotti secchi con i classici Plasmon.

Il colore del rotolo non inganna!

Rotolo di biscotti Plasmon e Nutella

E’ facile da preparare, è molto, molto veloce, un po’ come tutti quei dolci estivi o freddi che hanno la base di biscotto e che vanno conservati in frigorifero..come il salame di cioccolato e la torta fredda al cacao e biscotti.

E’ una bella cosa non dover usare il forno in estate senza rinunciare al dolce..

vi servono solo 4 ingredienti:

  • 350 g di biscotti Plasmon
  • 50 g di zucchero
  • 125 g di latte freddo
  • Nutella circa 5 cucchiai colmi

ROtolo di biscotti Plasmon e Nutella

I passaggi semplici:

  1. Tritate i biscotti nel mixer fino a renderli in polvere
  2. Mettete la polvere di biscotti in una ciotola oppure in una planetaria e versatevi lo zucchero e mescolate. Aggiungete il latte freddo e lavorate l’impasto fino ad ottenere un impasto omogeneo, formate un panetto
  3. mettete l’impasto sopra un foglio di carta forno, adagiate sopra l’impasto un altro foglio di carta forno
  4. Prendete il mattarello e tirate la pasta cercando di ottenere un rettangolo, di circa 1 cm di spessore
  5. Togliete il foglio di carta forno superiore
  6. Scaldate la Nutella per circa 20 secondi nel microonde (o il tempo necessario per renderla fluida cosicché si possa spalmare facilmente)
  7. Spalmate la Nutella sulla superficie della pasta
  8. Aiutandovi con la carta forno, arrotolate su se stessa la pasta dal lato più lungo così da ottenere un rotolo.
  9. Riavvolgete il rotolo nella carta forno e ponete in freezer per almeno trenta minuti
  10. Potete decidere di conservarlo in freezer, oppure di spostare il rotolo nel frigo almeno mezz’ora prima di consumarlo per ammorbidirlo un pochino.
  11. Toglietelo dalla carta forno, srotolandolo piano e se lo gradite spolverizzate di zucchero a velo.

Rotolo di biscotti Plasmon e Nutella

 

Torta fredda cacao e biscotti

Sempre tutti a lamentarci che l’estate non arriva mai, che piove sempre, in giro con l’ombrellino strategico in borsa anche agli inizi di giugno, grandinate a tradimento proprio mentre lasci l’ufficio di corsa, in ritardo perché ti sei fermata oltre orario per finire le ultime cose, grandine come bottoni lungo il tragitto per arrivare all’asilo che sta quasi per chiudere, e poi arriva un bel giorno e….taaaac…succede che:

  1. le temperature improvvisamente si impennano
  2. non hai fatto il cambio dell’armadio
  3. hai nella scarpiera ballerine, scarpe chiuse, stivaletti e devi recuperare tutti i sandaletti del caso
  4. hai il piumone o il copriletto da portare in lavanderia, e devo far spazio a lenzuola fresche e leggere
  5. urge anticipare l’appuntamento dall’estetista per ceretta e pedicure del caso,
  6. in pausa pranzo esci e l’auto parcheggiata ha raggiunto 180 gradi, come il tuo forno quando cuoci la torta di domenica, il volante scotta e anche se accendi l’aria condizionata a manetta non sarà comunque sufficiente per raffreddare l’auto in pochi secondi: dentro la macchina o fuori sotto al sole, non cambia molto..
  7. I vestitini estivi dell’anno scorso, accuratamente riposti all’inizio dello scorso autunno, li guardi e ti sembrano improvvisamente vecchi di cento anni (nuova scusa per rimpinguare il guardaroba anche quest’anno..)
  8. le camicette, seppur leggere, a manica lunga ancora nell’armadio, solo a guardarle, ti fanno percepire una temperatura esterna di 80 gradi, con il 99% di umidità..
  9. i pantaloni lunghi seppur di cotone diventano una seconda pelle, e tu sei in attesa che la data in cui vedrai la tua estetista finalmente arrivi..
  10. la data della settimana di vacanza al mare si avvicina inesorabile e tu sei “in alto mare” con i preparativi per tutta la famiglia, compreso il tuo restauro dal parrucchiere e lo shopping per i nuovi costumi da bagno, solari, etc..

Insomma, ogni anno sembra che l’estate non arrivi mai, e poi eccola qui.

Ma con questo caldo, senza condizionatore in casa, e con la cucina che si surriscalda, non ho proprio voglia di accendere il forno per preparare il dolce. E allora vai di dolci al cucchiaio o senza forno, come Tiramisù, Panna Cotta, Salame di cioccolato, etc.

Una bella alternativa al salame di cioccolato e’ la Torta fredda al Cacao d Biscotti, semplice da fare, e bella fresca, perché deve riposare in frigorifero. La ricetta originale “Torta di biscotti al cioccolato, fredda e senza cottura”, da cui mi sono fatta ispirare la trovate su http://www.tavolartegusto.it.

Torta fredda cacao e biscotti

Ecco cosa serve:

Ingredienti:

  • 200 g di biscotti secchi (io ho provato con le Gocciole Pavesi)
  • 100 g di burro fuso
  • 100 g di zucchero semolato
  • 50 g di cacao amaro più due cucchiai per la decorazione
  • 3 cucchiai di latte
  • zucchero a velo q.b.

Preparazione :

  1. in un pentolino, fate fondere il burro a fiamma bassa
  2. in una ciotola, sbriciolate tutti i biscotti, aggiungete lo zucchero semolato e il cacao amaro e mescolate con i biscotti che si coloreranno
  3. Aggiungege il burro fuso ed il latte e mescolate, otterrete un composto umido
  4. Imburrate una tortiera di 18 o 20 cm, preferibilmente a cerniera, spolverate con cacao, e versate il composto di biscotti sul fondo della tortiera
  5. Schiacciate e Livellate bene il composto con il dorso del cucchiaio fino a rendere il composto liscio ed omogeneo, senza buchi, così da ottenere una torta compatta
  6. Ponete la tortiera in frigo e lasciate riposare per almeno tre ore. Io ho lasciato riposare per mezz’ora in freezer..
  7. Quando il composto si sarà solidificato, togliete dal frigorifero, passate con un coltello i bordi della tortiera affinché si stacchi senza rompersi, aprite il cerchio a cerniera, sfilate la torta e ponetela su un piatto da portata, spolverizzate di cacao in polvere amaro e zucchero a velo.

Torta fredda cacao e biscotti

Da provare…

Torta fredda cacao e biscotti

Bottoni Cocco e Lamponi

Il tempo scorre inesorabile e dalla ricetta delle Madeleines e dello shopping alla svendita Jimmy Choo ad oggi, di acqua sotto i ponti ne è passata…di cose ne sono successe, eccome! Tra le tante, quella che mi ha condizionato di piu, mi ha vista correre al pronto soccorso per un taglio profondo ad un dito della mano destra. Tre punti al pronto soccorso, mano immobile per qualche giorno, dopodiché grande impegno nell’utilizzo della mano sinistra per gran parte delle attività quotidiane da svolgere..ma che fatica, e che dolore..Cose che accadono, e che per fortuna passano. Dopo due settimane, la situazione è migliorata sensibilmente.

E alla prima occasione, non senza difficoltà, sono tornata a sfornare dolci. UIlizzare la mano sinistra, quando non sei mancino e’ abbastanza complicato. Ma alla fine si torna sempre alla propria normalità.

Oggi vi parlo di questi fantastici biscottini, facili e veloci, che vi piaceranno moltissimo.

Li ho preparati in occasione del Pic-Nic sul prato della scuola d’infanzia di Liam, organizzato domenica scorsa per festeggiare le Mamme e che ci ha viste trascorrere qualche ora all’aria aperta con i nostri bimbi.

 

Sapete cosa rende speciale questa ricetta?

✅ gli ingredienti si preparano in una sola ciotola

✅ non ci sono uova nell’impasto

✅ non ci sono tempi di riposo in frigo

✅ quindi… Ricetta facile e veloce!

Bottoni Cocco e Lamponi

Ecco, veniamo al dunque.

Ingredienti: 

(circa 20 biscotti)

  • 100 g di burro morbido
  • 100 g di farina 00
  • 50 g di zucchero a velo
  • 25 g di maizena
  • 25 g di farina di cocco
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • 2 cucchiai di marmellata di lamponi

Preparazione:

  1. Preriscaldare il forno a 180 gradi modalità statico
  2. Rivestire con carta forno due teglie
  3. In una ciotola grande, mettere il burro morbido e mescolarlo finché non diventa cremoso
  4. Incorporare l’estratto di vaniglia
  5. Aggiungere lo zucchero a velo setacciato e mescolare finché non si ottiene un composto soffice
  6. Incorporare la farina e maizena setacciate, aggiungere la farina di cocco, amalgamare fino ad ottenere un impasto morbido
  7. Infarinare leggermente le mani
  8. Con un cucchiaino, prelevare un po di impasto e con le mani dai la forma di una pallina e disponila sulla placca forno
  9. Distribuire le palline sulla placca forno, lasciando un po di spazio perché in cottura tenderanno a gonfiarsi
  10. Fare una fossetta al centro di ogni pallina (puoi usare il manico di un cucchiaio di legno oppure il tuo mignolo 😉)
  11. Infornare i biscotti per circa 10-14 minuti
  12. Estrarre le teglie e lasciar raffreddare
  13. Quando i biscotti sono freddi, spolverizzare con zucchero a velo
  14. Riempire le fossette con la marmellata di lamponi (io ho utilizzato una tasca da pasticcere per dosare con comodità la quantità di marmellata)

Beh, non mi resta che dirvi di provarli, sono buoni, friabili, e il gusto di cocco associato alla marmellata di lamponi li rende eccezionali.

Bottoni cocco e lamponi

Biscotti di San Valentino

Solo ♥️ A San Valentino…

Love is…

Biscotti di San Valentino

Per realizzarli, che sia San Valentino o semplicemente un’occasione speciale dove il cuore e le emozioni sono i protagonisti, segui la ricetta che è descritta qui http://wp.me/p4jcMO-T8

Biscotti di San Valentino

Biscotti di San Valentino

 

Lingue di gatto – ricetta di L. Montersino

Lingue di gattoSe, come me avete preparato la Crema Pasticcera, o avete usato solo i tuorli per le ultime preparazioni delle feste, se avete conservato gli albumi e non sapete che farne (dilemma ogni volta che avanzano, buttarli o conservarli?),  un’idea carina e’ quella di utilizzarli per preparare dei biscottini leggeri e buoni che si accompagnano bene con una calda tazza di the. Stiamo parlando delle Lingue di gatto.

Anche se il nome lascia un po’ a desiderare, ma ricordano veramente per la forma che hanno, la loro riuscita e’ assicurata e bastano pochissimi ingredienti che avrete sicuramente in casa. L’unica cosa che richiederà un po’ di manualità e praticità e’ la giusta quantità di impasto per determinarne lo spessore.

Come per la Crema Pasticcera, anche per la preparazione delle lingue di gatto mi sono rivolta alle Lezioni di Pasticceria di Luca Montersino, qualche dritta in più dai maestri pasticceri non guasta mai…

Lingue di gatto

Ecco come si preparano:

Ingredienti:

  • 50 g di burro a temperatura ambiente
  • 50 g di farina 00
  • 60 g di albume a temperatura ambiente
  • essenza di vaniglia
  • 100 g di zucchero a velo

Lingue di gatto

Preparazione:

  1. Preriscaldate il forno statico a 200 gradi e rivestite con carta forno due teglie
  2. In una ciotola, lavorate il burro morbido con un cucchiaio di legno e aggiungete gradualmente lo zucchero a velo, fino ad ottenere una consistenza “a pomata”
  3. Unite, poco alla volta, la farina setacciata e aggiungete l’essenza di vaniglia
  4. Unire, in due tempi, gli albumi (non montati) a temperatura ambiente
  5. Mescolate bene, sempre con il cucchiaio, fino ad ottenere un composto omogeneo, senza grumi
  6. Trasferite l’impasto in una sac-a’-poche con la bocchetta liscia diametro 5 mm
  7. Formate dei bastoncini lunghi 5-6 cm e larghi 1,5 cm distribuendoli ben distanziati sulla placca
  8. Infornate a 200 gradi per circa 7-8 minuti o fino a quando i bordi dei biscotti saranno dorati
  9. Fateli raffreddare e spolverizzateli di zucchero a velo

Rimarranno un po’ porosi, ma sono belli così e poi sono biscotti delicati ed eleganti.

Un ottimo modo per “riciclare” gli albumi rimasti inutilizzati.

Le lingue di gatto si conservano bene in una scatola di latta con il coperchio

Lingue di gatto

 

Biscottini al cioccolato

Biscotti di Natale

E il cioccolato la fa sempre da padrona, anche nel periodo natalizio, nonostante il pan di zenzero e la cannella ne siano i protagonisti.

Questi biscottini somigliano un po’ ai pan di stelle, anche come consistenza. Liam adora la fotografia del ricettario e li ha soprannominati “biscotti otuills”, che, tradotto nella sua lingua, sarebbe “hotwheels”, la nota marca di macchinine; cosa c’entrano le macchinine con i biscotti? La foto originaria, e la ricetta originale, prevede una decorazione con la glassa a forma di ragnatela, e, per lui, questa ruota di glassa bianca  e’ qualcosa che ricorda il simbolo di hotwheels e delle macchinine.. Detto ciò, di questi biscottini che tanto desidera preparare, non ne mangia neanche uno, in compenso a me piacciono molto, quindi me ne concedo qualcuno a colazione.

Biscottini al cioccolato

In questo impasto non ci sono uova. Ecco la ricetta

Ingredienti:

  • 160 g di farina 00
  • 100 g di burro
  • 50 g di zucchero
  • 2 cucchiai di cacao amaro
  • 2 cucchiai di latte
  • decorazioni di zucchero a forma di stelline

Procedimento:

  1. Prepara due teglie da forno, rivestendole con carta forno
  2. Setaccia farina e cacao insieme e mettili in una terrina
  3. Aggiungi il burro a pezzetti, lavorandolo con la punta delle dita, insieme alla farina, fino ad avere delle “briciole” infarinate
  4. Aggiungi lo zucchero ed il latte, mescolando bene il tutto, fino ad uniformare l’impasto e creare una panetto,
  5.  Avvolgi il panetto nella pellicola, lascia riposare in frigo per mezz’ora
  6. Accendi il forno a 180°
  7. Stendi l’impasto su un piano di lavoro, se necessario infarina il mattarello e il piano e stendi la pasta.
  8. Con un taglia biscotti, ritaglia dei dischetti e riponili nelle teglie, fino ad esaurimento della pasta a disposizione. Decora con le decorazioni di zucchero
  9. Cuoci in forno, nel ripiano intermedio, per circa 10 minuti
  10. Estrai la teglia e lascia raffreddare i biscotti

Biscottini al cioccolato

…caso mai, ormai a pochi istanti dal giorno dell’Epifania, che tutte le feste si porta via, non foste stufi di preparare due biscotti… ❤️

Biscottini di Linz (Linzer Augen)

Biscottini di Linz

Questa volta, in previsione del Natale, ci aspettano i biscottini di Linz, conosciuti anche come “Linzer Augen”.

La particolarità di questi biscottini è che sono doppi, quindi sovrapposti, farciti con gelatina di ribes oppure confettura di lamponi o , ancora, di fragole. Il ripieno rosso è ben visibile da una finestrella sul biscotto, che puo’ essere delle piu’ svariate forme.

Discoletti, somigliano moltissimo ai biscottini di Linz ma non hanno nell’impasto nocciole o mandorle e sono molto piu’ burrosi.

Biscottini di Linz

Ingredienti:

  • 1 uovo
  • 150 g di burro
  • 150 g di zucchero
  • 100 g di nocciole
  • 200 g di farina 00
  • 1/2 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • gelatina di ribes rossi, marmellata di lamponi o di fragole

Biscottini di Linz

  1. Prendete le nocciole e tritatele nel mixer o, in alternativa, mettele in un sacchetto di plastica, chiudetelo e passate il mattarello sopra il sacchetto così da schiacciare le nocciole. Esistono in commercio anche le nocciole già ridotte a farina, io le utilizzo spesso per velocizzare questo passaggio.
  2. In una ciotola lavorate le nocciole con la farina e il burro tagliato a pezzetti, lavorando l’impasto con la punta delle dita fino a farne delle briciole. Se utilizzate il Bimby, vel. 4 per 40 secondi
  3. Aggiungete all’impasto il tuorlo e l’estratto di vaniglia e amalgamate il tutto finché la pasta non si rassoda per formare un panetto.
  4. Avvolgete il panetto nella pellicola e riponete in frigo per circa 30 minuti
  5. Preriscaldate il forno, statico, a 200 gradi. Foderate due teglie con la carta forno. Preparate la spianatoia ed il mattarello, il tutto infarinato
  6. Togliete il panetto dal frigo, prelevate un pezzo di pasta alla volta, stendetelo con il mattarello fino ad uno spessore sottile, ma non troppo altrimenti il biscotto si spezzerà. Se l’impasto dovesse risultare troppo appiccicoso, aggiungete una manciata di farina, lavorando il panetto e infarinando il mattarello.
  7. Con il tagliapasta rotondo (ondulato oppure no, e’ lo stesso) ritagliate i biscotti che saranno la base.
  8. Con una formina piccola, ritagliate il centro del biscotto e prelevate il ritaglio di pasta. In realtà per questi biscotti, esistono delle formine apposite che oltre ad avere lo stampo per ritagliare il dischetto di base, hanno anche lo stampino di varie forme per ritagliare il centro, così da rendere l’operazione più semplice
  9. Prelevate i biscotti ritagliati con una palettina piatta e metteteli sulla teglia
  10. Infornate a 200 gradi per circa 8 minuti. Non appena dorati, controllate la cottura con uno stecchino e se esce asciutto il biscotto e’ cotto. Se il biscotto rimane troppo in forno si indurirà
  11. Sfornate e lasciate raffreddare nella teglia
  12. Girate le basi dei biscotti su se stesse
  13. Scaldate la gelatina di ribes oppure la marmellata di lamponi, con un cucchiaino spalmatela al centro del biscotto
  14. Spolverizzate con lo zucchero a velo i biscotti con il foro
  15. Coprite la base farcita con il biscotto con il foro e premete leggermente

Biscottini di Linz

Qualcuno può resistere?

Biscottini di Linz

Stelle d’arancia

Stelle d'arancia

In questo lungo ponte dell’Immacolata che mi sono concessa, prendendo lunedì di ferie, ne approfitto per godermi la vita familiare in casa, dato che son sempre di corsa e la casa la vivo per poche ore al giorno. Ritmi più lenti, canzoni di Natale in sottofondo, preparativi e decorazioni in corso, Liam che gioca sul tappeto in sala, il suo papà che finalmente, come me, riesce a goderselo e a stupirsi, come me, degli enormi passi avanti che compie giorno dopo giorno. Un bimbo grande, sempre più autonomo, che interagisce e fa conversazione con noi, oltre che le sue battaglie per confermarci che lui “esiste”.

In questi primi due giorni di “tregua” dai ritmi stancanti e frenetici, mi sono rintanata in casa, home sweet home, come dicono gli inglesi, per riprendere i nostri spazi vitali e i nostro ritmi naturali: nessuna sveglia, se non quella naturale di mio figlio, niente auto, niente shopping, nessuna corsa ai regali, solo casa, giochi, fornelli, biscotti, decoupage, disegni con Liam, faccende varie, al ritmo di Jingle Bells Rock, Last Christmas, Let it snow, etc. Etc.

In questo clima casalingo e pre-natalizio, continua la degustazione di biscottini e la sperimentazione di ricette ritrovate nei libri acquistati di recente e che non smetto di sfogliare, alla ricerca di ciò che mi possa piacere.

Stelle d'arancia

E nel mio libro preferito , da cui sto traendo molti spunti, “Pasticceria e altre golosità” ho trovato anche questa ricetta. Dalle spezie agli agrumi il passo e’ breve, soprattutto a Natale. Questi profumi si intrecciano sempre sulle nostre tavole. Ecco allora le Stelle d’arancia, biscotti delicati al sapore d’arancia, perché contengono sia la buccia che il succo, anche questi biscotti sono  senza uova.

Stelle d'arancia

Ecco come si preparano.

Stelle d'arancia

Ingredienti:

  •  150 g di farina 00
  • 25 g di farina di riso oppure di semolino
  • 100 g di burro
  • 1 arancia (buccia grattugiata, succo di mezza arancia, ma solo due cucchiaini)
  • 50 g di zucchero semolato
  • zucchero a velo quanto basta

Stelle d'arancia

Preparazione:

  1. Preriscaldare il forno a 170 gradi
  2. Preparare due teglie e rivestirle di carta forno
  3. Grattuggiare la buccia di arancia oppure tritarla nel mixer insieme allo zucchero
  4. Aggiungere la farina setacciata con il semolino e il burro, lavorare il composto fino ad ottenere delle briciole di impasto piuttosto grandi
  5. Aggiungere il succo d’arancia, circa due cucchiaini ed amalgamare, formando una palla
  6. Stendere il composto su una spianatoia, con il mattarello infarinato. Qualora l’impasto fosse troppo appiccicoso, aggiungere gradualmente un po’ di farina fino ad ottenere un impasto più asciutto, ma sempre morbido
  7. Ritagliate con le forminle le stell
  8. Con unostecchino, seguite i bordi della stella bucherellandola.
  9. Infornate per circa 10 minuti o fino a quando i biscotti non saranno dorati e cotti
  10. Sfornate e lasciateli raffreddare nella teglia, altrimenti si sbricioleranno

Stelle d'arancia

Con la scusa della “degustazione”, approfitto per fare colazione e merenda con i biscottini, nell’attesa di poterli poi preparare per Natale e donarli finalmente. Quanto a queste “prove”, qualcuno dovrà pur sacrificarsi ad assaggiarli, ed eccomi qua… Per la dieta, ne riparliamo dal 7 gennaio in poi…

Stelle d'arancia

Biscottini allo zenzero

Biscottini allo zenzero

Quando nomino la parola “zenzero” mi vengono in mente il Natale, i biscottini e una canzone di Elio che si intitola “Natale allo zenzero”, molto ironica che sottolinea come questa spezia, a Natale, sia ormai utilizzata ovunque e nominata in continuazione, quasi come fosse una nostra tradizione, ma che credo di non sbagliare, nel dire che è una di quelle spezie che utilizziamo anche per il largo utilizzo che ne fanno nei paesi anglosassoni a Natale con gli omini di zenzero, il pan di zenzero, Gingerbread, contrariamente alla cannella che, noi italiani, utilizziamo molto spesso nei dolci, natalizi e non; insomma.. eccomi qua, allora, le prove dei biscotti natalizi di quest’anno per me non possono ignorare questa diffusa tradizione di omini di zenzero.

Biscottini allo zenzero

La ricetta è semplice, perché riprende il procedimento dei Biscotti alla cannella, salvo poi, ovviamente, aggiungere lo zenzero.

Qui, l’elenco degli ingredienti:

  • 50 g di burro
  • 50 g di zucchero di canna
  • 4 cucchiai di miele
  • 215 g di farina auto-lievitante
  • 3 cucchiaini di zenzero in polvere
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere
  • 1/2 cucchiaino di pepe in polvere (io ho utilizzato il macinapepe piccolo, dando solo una spolverata)

Biscottini allo zenzero

Per il procedimento, seguite quello indicato nella ricetta dei Biscotti alla cannella, quando setaccerete la farina con la cannella ed il pepe aggiungete anche lo zenzero.

Biscottini allo zenzero

Il “piccantino” dello zenzero e il pepe rendono questi biscotti molto particolari e stuzzicanti. E fanno tanto Natale.

Biscottini allo zenzero

 

 

I Vanillekipferl di Katrin

Vanillekipferl

E poi ci sono i biscotti della tradizione austriaca, i Vanillekipferl, ma stavolta quelli veri, ricetta autentica; arriva dritta dritta dalla tradizione di famiglia di Katrin che ancora una volta ringrazio di cuore per avermi gentilmente donato il segreto di questi ottimi biscotti, così apprezzati nel periodo natalizio.

Non deve essere stato facile per lei condividere una delle ricette di famiglia, tramandatale dalla nonna e dalla sua mamma, austriache. Ho custodito questa ricetta per un anno ed ora che ho la sua approvazione desidero condividerla, farla conoscere, affinché possiate anche voi preparare i biscottini Kipferl alla vaniglia più buoni che abbiate mai assaggiato.

Vanillekipferl

Ingredienti:

  • 75 g di noci e mandorle
  • 150 g di burro a temperatura ambiente
  • 210 g di farina 00
  • 50 g di zucchero
  • zucchero a velo vanigliato q.b.

Vanillekipferl

Procedimento:

  1. Tritare le noci e le mandorle e metterle da parte
  2. Preparare la farina e lavorarla a mano con il burro, lo zucchero e le noci e mandorle tritate, fino a formare una palla
  3. Lasciar riposare l’impasto in frigorifero (ho avvolto l’impasto nella pellicola e ho lasciato riposare per almeno 30 minuti)
  4. Accendere il forno e raggiungere la temperatura di 160 gradi
  5. Preparare due teglie rivestite con carta forno
  6. Prelevare, dall’impasto, piccoli tocchetti (grandezza di una noce), allungarli con le mani senza assottigliarli troppo, fino a formare una mezzaluna, o un piccolo ferro di cavallo
  7. Infornare per circa 10-15 minuti. Controllate sempre la cottura, con il mio forno ad esempio, i biscotti si cuociono a circa 12 minuti, per Katrin, ad esempio ci vogliono circa 20 minuti. Fate la prova stecchino, i biscotti dovranno essere dorati e lo stecchino dovrà fuoriuscire asciutto
  8. Una volta cotti e sfornati, intingerli delicatamente nello zucchero a velo vanigliato poiché essendo ancora caldi tendono a rompersi
  9. Questo passaggio è possibile farlo anche una volta che i biscotti si saranno raffreddati completamente nella teglia.

Vanillekipferl

Katrin ha custodito gelosamente questa ricetta, regalandoci, ogni anno, in prossimità delle feste natalizie, un piatto con circa quattro varietà di biscotti austriaci, uno piu’ buono dell’altro; ammetto che, in assenza della sua ricetta originale, ho cercato per molto tempo una ricetta che potesse avvicinarsi alla sua e che trovate pubblicate qui, in questo blog.

Vanillekipferl

Ma la friabilità ed il gusto che hanno i suoi biscotti non hanno assolutamente rivali.

Grazie di cuore, Katrin.

Biscotti alla cannella

Il mese di novembre agli sgoccioli, il freddo pungente ormai arrivato a bussare alle nostre porte, i preparativi per i mercatini di Natale in corso, organizzati sia dalla scuola dell’infanzia di Liam che dal Nido bimbi tosti; invitata a partecipare attivamente da entrambe le parti, entusiasta per l’impegno che avrei profuso in queste attività creative che tanto adoro, mi sono ritrovata, mio malgrado, ad essere presente ad una sola serata, all’inizio del mese. Sarà questo desiderio di essere presente a tutti questi incontri, rimasto insoddisfatto, ritrovandomi a non essere da nessuna parte, tradita dalla corsa contro il tempo, la stanchezza improvvisa, una trasferta di due giorni, gli imprevisti al lavoro del marito, l’influenza, la necessità di stare con Liam dopo una giornata fuori casa, e mille altri motivi, come se l’allineamento dei pianeti fosse lì ad aspettare questo momento per rendermi il tutto pressoché impraticabile… fatto sta che mi ritrovo oggi con una gran voglia di fare biscotti e di sentire il profumo di spezie per casa, il calore del forno acceso, formine e mattarello alla mano.

Formine per biscotti

Ed eccoci pronti, in questo ultimo sabato di Novembre, a preparare biscottini che sanno di Natale, di festa, di casa, di calore.

Liam con grande entusiasmo mi ha aiutato, anzi, appena mi ha visto con gli ingredienti alla mano, si è subito avvicinato, con la sua sedia, al mobile della cucina e al Bimby, pronto a collaborare. Ma per questa ricetta, stavolta, niente Bimby, niente planetaria, ma un fornello acceso, perché’ questa preparazione profuma di antico, profuma di inverno.

Biscotti alla cannella

Ingredienti:

  • 215 g di farina 00 auto lievitante (se non l’avete, andrà bene quella normale,  a cui aggiungere un cucchiaino di lievito)
  • 4 cucchiaini di cannella in polvere
  • Mezzo cucchiaino di pepe nero macinato (solo se lo gradite, e’ facoltativo)
  • 50 g di burro
  • 50 g di zucchero di canna
  • 3 cucchiai di miele (ho utilizzato quello di Castagno un po’ più scuro, ma potete scegliere quello che gradite di più)
  • per decorare i biscotti, tubetti di glassa colorata

Biscotti alla Cannella

Preparazione:

  1. Preriscaldate il forno a 180 gradi
  2. Preparate almeno due teglie con la carta forno e tenetele da parte
  3. Setacciate la farina, la cannella e, se intendete utilizzarlo, il pepe
  4. Prendete un pentolino (dovrà essere abbastanza capiente per mescolarci, successivamente, anche la quantità di farina) e mette il burro, lo zucchero di canna ed il miele, riscaldate a fuoco lento sul fornello piccolino, mescolate spesso, in modo che il burro si sciolga e gli ingredienti si amalgamino bene. Conitnuate a mescolare fino a quando non si scioglie bene lo zucchero
  5. Quando avrete ottenuto un composto morbido, liquido ben amalgamato, togliete la casseruola dal fuoco.
  6. Versatevi, gradualmente e poco alla volta, la farina, mescolando con un cucchiaio di legno la farina, fino a che il composto non si addenserà e prenderà corpo, quasi a diventare una palla. Se con il cucchiaio non riuscite più, aiutatevi con le mani, ricordatevi che il composto e’ ancora caldo.
  7. Lasciate riposare 5 minuti e coprite con un coperchio.
  8. Quando sii sarà raffreddata, su un piano di lavoro ben infarinato, lavorate il composto con le mani delicatamente è formate una palla. Prelevate metà impasto, e l’altra metà lasciatela riposare nella casseruola coperta con il coperchio
  9. Spianate con il matterello la pasta all’altezza desiderata e ritagliate le formine, fino ad esaurimento della Pasta
  10. Cuocete nel ripiano centrale del forno per circa 8 minuti o fino a quando i biscotti saranno colorati o dorati sui bordi
  11. Lasciate raffreddare i biscotti e poi decorateli a piacere con le glasse colorate e lasciate asciugare

Biscotti alla cannella

 

Salame di Cioccolato – Ricetta di Sonia Peronaci

Dite la verità…c’e forse ancora qualcuno che non ha provato a seguire le ricette pubblicate su http://www.GialloZafferano.it e che non conosca Sonia Peronaci, la sua ideatrice?

E’ una donna super, con una marcia in più, se pensiamo che tra le prime ha portato le ricette e la buona cucina sul web, partendo da you tube, da dove poi è partita la sua fama. La prima volta che apparve nella pubblicità di un noto formaggio cremoso, ammetto, non la conoscevo.

Ho scoperto poi di Giallo Zafferano e soprattutto del fatto che Sonia Peronaci fosse Chef. Dai video con tutti i passaggi che spiegano le ricette, alle ricette pubblicate e fotografate passo passo, oggi il suo sito credo sia, nel genere, uno dei più consultati online, con ricette di sicura riuscita.

Sul profilo Instagram del nostro blog, Sonia Peronaci, o chi per lei, ci ha “onorato” di ben due like: uno in occasione della pubblicazione della foto della Caprese al Limone del mitico Sal De Riso, l’altro per le Ciambelline con Gocce di cioccolato e ricotta.

Circa un mese fa, invece, ho voluto provare la sua ricetta per preparare un Salame di Cioccolato, cercavo una preparazione dolce veloce e che potesse essere di sicuro gradimento.

Et voila’.

Salame di Cioccolato

La sua ricetta e’ un po’ diversa dal classico salame di cioccolato, poiché nella lista degli ingredienti non c’è il cacao amaro ma solo quello fondente.

Cioccolato fondente

Ingredienti:

  • 300 g di biscotti secchi
  • 2 uova (freschissime)
  • 200 g di cioccolato fondente (di buona qualità)
  • 2 cucchiai di rum (ho utilizzato in alternativa l’aroma in fialette)
  • 150 g di burro
  • 100 g di zucchero

salame di cioccolato

Preparazione:

  1. Lasciare il burro a temperatura ambiente affinché si ammorbidisca
  2. Sbriciolare grossolanamente i biscotti secchi in una ciotola capiente (indovinate un po’? Avevo in casa solo i Digestive, più indicati per la cheesecake perché tendono a sbriciolarsi molto facilmente, li ho utilizzati comunque)
  3. Sciogliere a bagnomaria il cioccolato fondente fino a quando non avrà raggiungo una consistenza cremosa
  4. In una ciotola, lavorare con un mestolo il burro fino a farlo diventare un crema, aggiungere lo zucchero e lavorare bene, aggiungere le uova e il rum
  5. Aggiungere il cioccolato fondente ormai freddo e sciolto a bagnomaria e mescolare bene il composto
  6. Versare il composto così ottenuto nella ciotola dei biscotti sbriciolati e amalgamare il composto
  7. Rivestire una teglia con carta forno ed agiate i il composto, dandogli una forma cilindrica o di salame.
  8. Avvolgere il salame di cioccolato con la stessa carta forno e ricoprite ancora con un foglio di alluminio.
  9. Lasciare riposare in frigo per due o tre ore
  10. Tagliare a fettine e servire

Come ultimo passaggio, anche se non indicato nella ricetta originale, potrete passare il salame di cioccolato nello zucchero a velo, oppure, in alternativa, nel cacao amaro.

E’ un dolce che piace a tutti, adulti e bambini.

Penso di non sbagliare nel dire che se preferite, le uova possono essere pastorizzate prima di utilizzarle.

Tagliamone una fetta e dimentichiamo dieta e palestra per un attimo….

Salame di cioccolato

Discoletti

Linzerli o Discoletti

Come promesso, e’ in arrivo la ricetta de biscottini preparati in occasione di San Valentino

In Svizzera italiana si chiamano “Discoletti“, ma sono conosciuti anche con il nome di biscotti Linzer, o ancora come “biscottini tirolesi con marmellata”.

Solitamente hanno una forma rotonda, liscia o dentellata, con il centro del biscotto decorato e il ripieno di gelatina di bacche rosse.

Si preparano usualmente per l’Avvento, ma questa e’ la versione “romantica” di San Valentino, ovviamente cuori a go-go, io li ho farciti in parte con Marmellata di fragole e in parte con la Nutella, anche se in questo caso non potrebbero essere chiamati Linzer…

Non finisce mai la mia ricerca di ricette dolci e interessanti e da provare, le colleziono ovunque capiti.Linzerli

Per questa, ringrazio il numero natalizio di un magazine di una catena di grandi magazzini svizzera.

Cosa serve:

  •  1 albume d’uovo sbattuto, 1 cucchiaio
  • 250 g di burro morbido
  • 120 g di zucchero a velo
  • 2 cucchiaini di zucchero vanigliato
  • 2 prese di sale
  • 360 g di farina 00

Ripieno:

Marmellata di Fragole o gelatina di bacche rosse

Alternativa, non tradizionale, ma che rende questi biscottini ancor più buoni, e’ la Nutella.

Biscottini Linzer

Preparazione

Fase 1

  1. Mescolate il burro tagliato a pezzetti e morbido con lo zucchero a velo, aggiungere 1 cucchiaio di albume montato, lo zucchero vanigliato e il sale e lavorate il composto. Io ho utilizzato il Bimby a velocità 2 per circa 20 secondi
  2. Aggiungere la farina setacciata e lavorare velocemente il composto, ottenendo un panetto. Bimby velocità 4. 30 secondi
  3. Formare un panetto, avvolgerlo nella pellicola e metterlo in frigorifero per circa 30 minuti.
  4. Preparate almeno due teglie e foderatele con carta forno
  5. Prelevate pezzetti di impasto, appoggiatelo su carta forno, sovrapponetevi un altro foglio di carta forno e stendete la pasta col matterello.
  6. Ritagliate con uno stampino dei dischi e riponete nella teglia e continuate fino ad esaurimento della pasta a disposizione. Il numero dei dischi ritagliati dovrà essere pari. Un metà rimarrà intera, l’altra metà dei biscotti ritagliati saranno incisi al centro.
  7. Con una formina piccola, a forma di cuore o di stellina, ritagliate al centro la metà dei dischi.
  8. Riponete le teglie in frigorifero per una mezz’ora

Fase 2

  1. Accendete il forno a 180 gradi modalità statico.
  2. Scaldate per pochi secondi la gelatina di bacche rosse oppure la marmellata di fragole
  3. Ritirate le teglie dal frigorifero e ponetele in forno a cuocere per circa sette -otto minuti, settore centrale del forno
  4. I biscotti rimarranno bianchi, se si colorano e’ il caso di ritirarli subito dal forno.
  5. Una volta ritirati dal forno, spolverate di zucchero a velo i biscotti ancora caldi che hanno il centro decorato che utilizzerete per richiudere i biscotti
  6. Rigirate verso l’alto le basi dei biscotti cosicché possano aderire bene
  7. Spennellate i bordi con la gelatina o marmellata calda e ponete al centro del biscotto un cucchiaino di marmellata
  8. Chiudete i biscotti, posando i coperchi sui fondi e premendo leggermente

Biscottini di San Valentino alla Nutella