“Mamme Toste” e WhatsApp

il

Nell’era tecnologica per eccellenza, noi mamme non possiamo che prendere tutto il buono che la modernità ci mette a disposizione.

Telefonini e touchscreen, i-pad o tablet, chiavette usb, CD, DVD, laptop, siamo sempre necessariamente sul pezzo, perché i nostri bimbi “nativi digitali” imparano subito e rischiano di saperne più di noi.

E così, da un po’ di tempo a questa parte, abbiamo smesso di inviare i messaggi sms, ormai considerati giurassici, e ci scriviamo via whatsApp.

Il primo gruppo di persone che ho avuto il piacere di creare su whatsapp e’ nato con un gruppetto di amiche mamme del nido, così, un giorno d’estate dell’anno scorso, tra una chiacchiera e l’altra, al parco, mentre i bimbi sotto i nostri occhi giocavano.  Da allora, l’occasione e’ sempre buona per riuscire a scambiarsi brevi messaggi, domande, consigli. C’è poi un ulteriore gruppo di Mamme Toste, molto piu’ nutrito, perché coinvolge tutte le mamme del nido, da quando lo scorso autunno, a seguito di una riunione indetta dal nido nel quale si anticipavano le idee per la festa di fine anno scolastico, l’esigenza di coinvolgere tutte le mamme ha portato a raccogliere tutti i nostri numeri di cellulare per creare così il “gruppo” che in questo caso e’ stato denominato “Genitori Tosti”. In realtà il gruppo e’ composto solo da mamme, solo per modo di dire, se si considera quante cose riusciamo a realizzare noi mamme whatsappandoci.

Con questa bellissima occasione, da mesi le “mamme toste” si scambiano messaggi, dei più svariati. Questo inverno eravamo tutte aggiornate sui bimbi malati e quelli presenti a scuola, chi guarisce, chi si ammala di nuovo, il fratellino che prende l’influenza dalla sorella più grande, i bimbi del primo anno che non riescono a frequentare una settimana intera, per via delle ricadute; e poi domande, preoccupazioni, consigli sui nostri cuccioli e sui virus più svariati che ogni inverno riducono sensibilmente le presenze al Nido.

Per me che lavoro oltre confine, la connessione internet scompare poco oltre dogana, salvo poi recuperare i contatti con il resto del (mio) mondo nel pomeriggio, rientrando verso casa. Così, di sfuggita, guardo il telefonino e sull’icona di what’s up leggo 87, 39, 45. Questi i numeri dei messaggini di chat che sono arrivati nel corso della giornata e che le mamme di volta in volta si sono scambiate. Recuperare il discorso dall’inizio, lo ammetto, a volte richiede un po’ di tempo ed ecco che allora, anziché caricare tutti i messaggi, leggo gli ultimi. Ma la curiosità e’ donna, e quando mi rendo conto di capire la metà di quello che si sta scrivendo, incuriosita risalgo verso l’alto, nel senso che scorro i messaggi e carico quelli non visualizzati. Non posso perdermi neanche una battuta! Ma ecco che il giro di messaggi riprende, dopo le 21, risponde chi legge solo ora tutta la storia e vuole essere partecipe alla discussione.

Leggere di noi mamme, del botta e risposta, di sali minerali, di creme in erboristeria o farmacia, di dentizione, spatellamento, di informazioni sulle regole del nido, tipo posso telefonare al nido alle 13, condividere con le altre mamme anche momenti difficili per i bambini, come chi cade e per una micro frattura ed e” costretto al gesso, organizzarsi per sapere chi parteciperà alla conferenza di Crepet, programmare incontri a casa di qualche mamma per preparare la festa del nido. E poi gli auguri alla mamma tosta che si sposa, auguri di buon compleanno ai nostri cuccioli, in una sequenza lunghissima di messaggi, ringraziamenti, faccine ed emoticon.

La solidarietà senza fili corre su what’s up, che ha consentito così di creare, in poco meno di un anno, un gruppo affiatato di mamme che si conosce per nome (e non e’ così scontato) e conosce i nomi di tutti i bimbi presenti al nido.

Siamo al parco, chi viene?

Arriviamo..

Noi non ci siamo, oggi nonni

Siamo in gelateria, vi raggiungiamo.

Mamme toste e what's up

Annunci

10 commenti Aggiungi il tuo

  1. Laura ha detto:

    Un abbraccio bella mamma moderna, 😉 buon luglio, ❤

    Mi piace

    1. La Cri' ha detto:

      Ciao Laura, grazie, come va con questo caldo torrido dalle tue parti? Qui e’ un forno!

      Mi piace

      1. Laura ha detto:

        Anche qua Cristina, fa caldissimo e con l’umidita’ che c’e’ si sente di piu’, al mattino presto e alla sera si sta meglio, fuori, in casa con condizionatori e ventilatori ci difendiamo, il fatto e’ che questa stagione e’ bella per stare fuori all’aperto ma di pomeriggio non si puo’ assolutamente, in previsione ci sono temporali, speriamo che rinfreschi ma che non faccia disastri, un abbraccio cara, buona continuazione di settimana, ❤

        Mi piace

    1. La Cri' ha detto:

      Sempre aggiornate 😉 un abbraccio

      Mi piace

  2. newwhitebear ha detto:

    Come mamma tosta non puoi seguire l’andazzo di whatsapp. Sarà comodo ma alla fine si divente whatsapp-dipendenti. Sarà perché odio il telefono ma non mi riesce di amarlo.

    Mi piace

    1. La Cri' ha detto:

      Capisco il tuo punto di vista, ma e’ proprio qui che vorrei far capire come questo strumento e’ un valido aiuto a consolidare delle amicizie.
      un punto di partenza per qualcosa che poi si sviluppa, un mezzo non il fine: nei momenti in cui non e’ possibile alzare il telefono e parlarsi perché i bambini non te lo consentirebbero, whatsApp ci tiene in contatto consentendoci di comunicare velocemente, facendoci sentire unite, nella condivisione di problemi simili con i nostri figli, nell’attesa di vederci tutte, per coltivare meglio e da vicino l’amicizia. Non voglio convincerti, non devo, voglio solo raccontare la mia esperienza.

      Liked by 1 persona

      1. newwhitebear ha detto:

        Ti credo benissimo sulla validità dello strumento ma quello che mi tiene lontano è la quantità di messaggi-chat ai quali deve tener dietro.

        Mi piace

      2. La Cri' ha detto:

        Verissimo, La quantità di messaggi mi fa sempre sorridere perché me ne accorgo sempre quando la quantità e’ esagerata 😂 e allora scorro velocemente i botta e risposta fino alla fine, inevitabile per me perdere qualche battuta qua e la..

        Liked by 1 persona

      3. newwhitebear ha detto:

        La tua fortuna è il segnale che al di là della frontiera si ferma. Altrimenti sarebbe un bombardamento continuo ed è inevitabile buttarci un occhio

        Mi piace

cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...