Zeppole di San Giuseppe al forno

I dolci della tradizione hanno sempre un fascino particolare. Gesti ripetuti nel tempo, dalle nonne, le mamme, le zie…E con il tempo ho imparato ad apprezzarla sempre piu’.

Sarà l’età che avanza?

Beh, nel dubbio, anche se con un po’ di ritardo dalla ricorrenza della Festa del Papà, vi voglio raccontare come  ho preparato, quest’anno, le mie Zeppole di San Giuseppe al forno.

  • Per la base composta di Pasta Choux ho seguito la ricetta Bimby che trovate pubblicata qui con la quale riuscirete ad ottenere circa dieci-quindici zeppole. Io ho raddoppiato la dose così da ottenere una trentina di zeppole in tutto

Se non avete il bimby, niente paura, la pasta choux si prepara benissimo in pentola sul fornello, mescolando gli ingredienti con un cucchiaio di legno. La regola fondamentale per ottenere un’ottima pasta choux riguardale uova, le quali dovranno essere aggiunte all’impasto alla fine,  aggiungendole una alla volta, avendo cura che l’impasto assorba bene il primo, prima di aggiungervi il successivo.

Dovrete poi munirvi di tasca da pasticcere e di beccuccio a stella.

Utilizzate quest’occasione per cercare tra gli scaffali del vostro supermercato preferito le golosissime amarene. Io optato per la tradizione e sono andata a cercarmi le Amarene sciroppate Fabbri, che già da sole sono una garanzia di grande bontà.. vi confesso che durante la preparazione ne avro’ mangiate almeno una mezza dozzina…come si dice delle ciliegie, una tira l’altra!

  • Per la crema pasticcera, c’è l’imbarazzo della scelta; io ho optato per la ricetta di Maurizio Di Mario, ma se volete restare legati alla tradizione, provate la crema pasticcera di Sal De Riso.

Una volta cotte le basi in forno, che tenderanno a gonfiarsi, vi consiglio di lasciare la teglia a forno spento per una decina di minuti, con lo sportello del forno leggermente aperto (potrete utilizzare un mestolo di legno oppure una pallina creata con un foglio di alluminio).

Per farcirle con la crema, se lo desiderate potrete tagliarle a metà, altrimenti potrete fare come ho fatto io: con la sac-a-poche, premete leggermente con il beccuccio sulla sommità della zeppola, e inserite la crema fino a quando la crema raggiungerà la superificie. A quel punto, la zeppola è piena di crema, procedete quindi a decorarne la sommità con dei movimenti rotatori.

La famosa “ciliegina sulla torta”, in realtà è una golosissima amarena! Per dare quindi un tocco speciale, io suggerisco di non badare a spese e di acquistare quindi amarene sciroppate di ottima qualità che renderanno la vostra zeppola ancora più golosa.

Non so voi, ma io, dopo averle preparate e spolverizzate con zucchero a velo mi sono ricreduta: preparare le zeppole da soddisfazione, perché oltre ad essere molto belle ed eleganti sono anche buonissime!

 

Festa del papà

Auguri a mio padre,  a quello che sei oggi, a quello che eri.

A ciò che mi hai insegnato, a tutto quello che non hai mai voluto o saputo dire, ma il tuo cuore ha parlato per te.

Alla tua giovinezza così straordinaria, fuori dal comune, alla tua maturità così severa.

A quella corazza di eterna sicurezza che racchiude grandi e forti emozioni. Sei questo e molto altro.

Sei mio padre.

Io e papà

Torno subito…

E’ un periodaccio e Liam si addormenta tardissimo, avrei tanto da raccontare, ma non ho tempo se non nel cuore della notte. Tra sconforto e recupero delle forze e dell’entusiasmo personale, eventi tragici come Tunisi e Germanwings, il tran tran quotidiano, i capricci di Liam, il mese di marzo mi scivola tra le dita e neanche me ne accorgo, dalla Festa dell’8 marzo a quella del papà in poi cercherò di recuperare e raccontarvi i momenti passati in queste settimane.

Nonostante tutto, però, il dolce non manca mai…

Torno subito…

19 marzo

San Giuseppe.

Festa del Papà.

L’onomastico di mio marito e la festa come papà.

La festa di mio padre. Una giornata intensa.

In Svizzera si festeggia questa ricorrenza anche con la chiusura degli uffici.

Ed ecco che ho festeggiato anch’io, dedicandomi un po’ a me stessa con una bella passeggiata in centro e un po’ di “sano” e disalienante shopping per mamme alla disperata ricerca di qualche abito nuovo.

E poi l’occasione e’ sempre buona per preparare una torta. Stavolta, per la festa del papà, ho scelto il Ciambellone marmorizzato.

Ringrazio le educatrici del nido, perché anche per questa Festa, ci hanno fatto trovare una sorpresa a tema, una chiave di cartoncino con una piccola dedica.

La soddisfazione di Liam era immensa quando suo papà l’ha trovata sul suo piatto, al rientro dal lavoro.