Ciambella all’acqua all’arancia


E cosi passa Natale, arriva l’anno nuovo e…rieccomi qui…

Si sono passati un po’ di giorni, lontana da queste pagine, e dobbiamo recuperare un po’ il tempo perduto, ammesso che si riesca..

Come un gambero, andro’ a ritroso, raccontandovi di domenica scorsa quando, pronta per preparare il dolce del fine settimana, ho aperto il frigorifero per scoprire di aver finito le uova e di avere poco piu’ di una noce di burro..dunque, che si fa?

Ho dato un’occhiata velocemente sul web per scoprire piacevolmente che non è poi cosi grave e che una torta all’acqua mi potrà salvare in extremis!

Il bello di questo ciambellone e’ che gli ingredienti sicuramente li abbiamo tutti in casa, la protagonista è l’arancia, ve ne bastano due, scorza grattugiata e succo.. (la ricetta originale la trovi qui

Che ne dite, cominciamo?

ciambella all'acqua all'arancia

Ingredienti:

  • 2 arance
  • 350 g di farina 00
  • 180 g di zucchero
  • 200 ml di acqua tiepida
  • 200 ml di succo di arancia
  • 100 ml di olio di semi
  • 1 bustina di lievito vanigliato

CIambella all'acqua all'arancia

Preparazione:

  1. Accendete il forno a 180 gradi, in modalità statico
  2. Scegliete lo stampo per il Ciambellone, spennellatelo con olio e spolverizzatelo con la farina
  3. Grattuggiate la scorza delle due arance e mettetela da parte
  4. Spremete il succo delle arance e filtratelo dalle impurità
  5. In una ciotola capiente versate l’acqua tiepida
  6. Aggiungete il succo d’arancia filtrato e mescolate
  7.  Versatevi a filo l’olio di semi, gradualmente, mescolando
  8. Aggiungete gradualmente lo zucchero e mescolate con un cucchiaio o una spatola per farlo sciogliere nei liquidi
  9. Setacciate la farina con il lievito direttamente nel composto liquido e con le fruste elettriche lavorate il composto per alcuni minuti (per questo passaggio, io ho utilizzato il Bimby, velocità 4 per 40 secondi)
  10. Versate il composto nello stampo ed infornate per circa 30-35 minuti. Controllate la cottura facendo la prova stecchino (se esce asciutto, la torta e’ cotta)

Continue reading “Ciambella all’acqua all’arancia”

Stelle d’arancia

Stelle d'arancia

In questo lungo ponte dell’Immacolata che mi sono concessa, prendendo lunedì di ferie, ne approfitto per godermi la vita familiare in casa, dato che son sempre di corsa e la casa la vivo per poche ore al giorno. Ritmi più lenti, canzoni di Natale in sottofondo, preparativi e decorazioni in corso, Liam che gioca sul tappeto in sala, il suo papà che finalmente, come me, riesce a goderselo e a stupirsi, come me, degli enormi passi avanti che compie giorno dopo giorno. Un bimbo grande, sempre più autonomo, che interagisce e fa conversazione con noi, oltre che le sue battaglie per confermarci che lui “esiste”.

In questi primi due giorni di “tregua” dai ritmi stancanti e frenetici, mi sono rintanata in casa, home sweet home, come dicono gli inglesi, per riprendere i nostri spazi vitali e i nostro ritmi naturali: nessuna sveglia, se non quella naturale di mio figlio, niente auto, niente shopping, nessuna corsa ai regali, solo casa, giochi, fornelli, biscotti, decoupage, disegni con Liam, faccende varie, al ritmo di Jingle Bells Rock, Last Christmas, Let it snow, etc. Etc.

In questo clima casalingo e pre-natalizio, continua la degustazione di biscottini e la sperimentazione di ricette ritrovate nei libri acquistati di recente e che non smetto di sfogliare, alla ricerca di ciò che mi possa piacere.

Stelle d'arancia

E nel mio libro preferito , da cui sto traendo molti spunti, “Pasticceria e altre golosità” ho trovato anche questa ricetta. Dalle spezie agli agrumi il passo e’ breve, soprattutto a Natale. Questi profumi si intrecciano sempre sulle nostre tavole. Ecco allora le Stelle d’arancia, biscotti delicati al sapore d’arancia, perché contengono sia la buccia che il succo, anche questi biscotti sono  senza uova.

Stelle d'arancia

Ecco come si preparano.

Stelle d'arancia

Ingredienti:

  •  150 g di farina 00
  • 25 g di farina di riso oppure di semolino
  • 100 g di burro
  • 1 arancia (buccia grattugiata, succo di mezza arancia, ma solo due cucchiaini)
  • 50 g di zucchero semolato
  • zucchero a velo quanto basta

Stelle d'arancia

Preparazione:

  1. Preriscaldare il forno a 170 gradi
  2. Preparare due teglie e rivestirle di carta forno
  3. Grattuggiare la buccia di arancia oppure tritarla nel mixer insieme allo zucchero
  4. Aggiungere la farina setacciata con il semolino e il burro, lavorare il composto fino ad ottenere delle briciole di impasto piuttosto grandi
  5. Aggiungere il succo d’arancia, circa due cucchiaini ed amalgamare, formando una palla
  6. Stendere il composto su una spianatoia, con il mattarello infarinato. Qualora l’impasto fosse troppo appiccicoso, aggiungere gradualmente un po’ di farina fino ad ottenere un impasto più asciutto, ma sempre morbido
  7. Ritagliate con le forminle le stell
  8. Con unostecchino, seguite i bordi della stella bucherellandola.
  9. Infornate per circa 10 minuti o fino a quando i biscotti non saranno dorati e cotti
  10. Sfornate e lasciateli raffreddare nella teglia, altrimenti si sbricioleranno

Stelle d'arancia

Con la scusa della “degustazione”, approfitto per fare colazione e merenda con i biscottini, nell’attesa di poterli poi preparare per Natale e donarli finalmente. Quanto a queste “prove”, qualcuno dovrà pur sacrificarsi ad assaggiarli, ed eccomi qua… Per la dieta, ne riparliamo dal 7 gennaio in poi…

Stelle d'arancia

Biscottini morbidi all’Arancia

Allora, eccoci qui a metà settimana. Un bilancio? Meglio non esprimersi ancora..

A meno di dieci giorni dalla partenza per le ferie, durante l’ultima settimana di frequenza del nido, tutti proiettati verso l’obiettivo vacanze, ecco che martedì mattina squilla il cellulare alle 10: Asilo Nido….oh oh…”le macchioline rosse che Liam ha sui piedi non sono punture di zanzare, si e’ riempito, e’ il virus “bocca-mani-piedi” e, poiché è contagiosa, devi venire a prenderlo il prima possibile…”

Dunque, dal lavoro al nido …50 km?! Ok, chiamo i miei: “non possiamo, avvisa tuo fratello, ah no, aspetta, si si, possiamo, andiamo noi…

.fiuhh…sospiro di sollievo. Io devo pensare a prenotare la visita dal pediatra: oggi riceve dalle 14 alle 16, e posso chiamarlo per prenotare dalle…14!!! Ok, allora, per il lavoro come faccio?

Si, salto la pausa, lavoro continuato ed esco un po’ prima, così per le 15.30 massimo sono dal pediatra e posso comunque garantire quasi tutte le mie 6 ore di lavoro.

Bene, cioè, male…ma il grosso e’ fatto.

Ritorniamo sul pezzo, sto lavorando, controllo la lista delle pratiche aperte sui nostri scali da venerdì (giorno di festa) a martedì: ma che cosa sta succedendo a Fiumicino? Ok, ho capito, giornata nera, e non sarà neanche l’unica. I bagagli non stanno arrivando da Roma…ed ecco che torna “valigia selvaggia” la protesta degli addetti allo smistamento bagagli contro Il piano di esuberi. Così pare. E tutto si ritorce sulla compagnia stessa Alitalia, sui suoi passeggeri, sugli addetti ai lavori, sulle compagnie partner che collaborano con loro, suo colleghi di lavoro.

E sull’immagine del nostro Paese.

Preparo un resoconto delle nostre pratiche, che rabbia vedere, segnalare e sapere di non poter avere riscontri fino a che non ci saranno gli incontri con le organizzazioni sindacali, previste per in questi giorni.

In questa follia, il mio post-it sul pc mi ricorda che in fondo mancano “solo” 8 giorni lavorativi alle ferie..

Sono le due, scappo e corro a prendere LIam per portarlo dal pediatra, ma dorme con la nonna sul letto ed il risveglio non è molto tranquillo! Ci siamo solo noi in ambulatorio, sono tutti al mare..Ecco i rimedi: pomata tipo VEA lipo gel, spray per le afte, tachipirina all’occorrenza. Chiamo il nido per salutare e scopro che tutti i 5 bimbi sono contagiati.

Non era il piccolo Liam l’untore e dal giorno successivo, tutti a casa, il nido chiude i battenti e riapre a fine agosto.

A questo punto, per deliziare un po’ i nostri palati, per mettere da parte questi momenti di frenesia, non mi resta che parlarvi del secondo esperimento dei biscottini morbidi, quelli all’arancia.

Biscotti morbidi all'arancia

Anche in questo caso, gli ingredienti sono gli stessi previsti dalla ricetta originale per i biscottini al limone, pubblicata dal blog “aglio, olio e cioccolato” che vi consiglio di consultare, ma ho fatto delle modifiche ed il procedimento e’ un po’ diverso.

Anche questi sono super buoni, li ho portati up in ufficio lunedì e sono stati molto apprezzati.

Ingredienti:

  • 1 arancia non trattata, succo e scorza
  • 1 uovo a temperatura ambiente
  • 100 gr di burro a temperatura ambiente
  • 110 gr di zucchero semolato
  • 250 gr di farina 00
  • mezza bustina di lievito per dolci (io ho usato 8 gr, la bustina e’ da 16 gr ed è la dose per 500 g di farina
  • una presa di sale
  • zucchero a velo quanto basta
  • Carta forno

Impasto biscotti

  1.  Tagliate innanzitutto la scorza d’arancia e metterla da parte
  2. Spremete tutto il succo dell’arancia in un bicchiere. Nel mixer o nel Bimby tritate la scorza del limone insieme allo zucchero (io ho utilizzato velocità 5 per circa 20 sec)
  3. Aggiungete il burro e montatelo a crema con lo zucchero e la scorza che è’ diventata finissima.
  4. Aggiungete l’uovo e lavorate il composto (20 sec vel. 4) poi aggiungete il succo di arancia e continuate a mescolare.
  5. Aggiungete sempre nella planetaria la farina setacciata con il lievito ed impastate (40 sec vel. 4)
  6. Aggiungete la presa di sale e mescolate ancora per amalgamare. Il composto sarà piuttosto cremoso, molto burroso, sembrerà burro a pomata (per intenderci e’ impossibile con un composto del genere utilizzare delle formine per biscotti, ma non temete, e’ giusto così!)
  7. Lasciate riposare il composto ottenuto per 1 ora in frigorifero, coperto da una pellicola. Nel frattempo, rivestite la teglia del forno con carta forno.
  8. Accendete il forno in modalità statico a 180 gradi
  9. Ritirate il composto dal frigo e prendete delle piccole porzioni di impasto con un cucchiaino, Formate dei piccoli pasticcini a forma di pallina direttamente sulla teglia, distanziandoli bene poiché durante la cottura tenderanno a lievitare, gonfiandosi ed ingrossandosi. Se il composto si attacca troppo alle mani, bagnate o con acqua fredda, sarà più facile formare le palline
  10. Passateli e rotolateli nello zucchero a velo.
  11. Infornate a 180 gradi per 10 minuti, al massimo 12 non devono colorarsi (prova stecchino per controllare la cottura)
  12. Sfornate e lasciateli raffreddare sulla teglia. Saranno morbidissimi e rischierete di romperli, prendendoli in mano prima del tempo.

Adesso scappo, devo correre al lavoro, anche se il traffico e’ quasi azzerato, ho sempre molta strada da fare..

Non mi resta che augurarvi buona giornata!

image

Plumcake all’arancia

Tempo fa, il mio bimbo si è appassionato ai plumcake del Mulino Bianco.

Più che una passione, direi..un’ossessione: intanto, ha subito memorizzato il posto nella dispensa in cui li conservavo.

Dopodiché, tolto dalla confezione, e preso nella sua piccola manina, se il plumcake si sbriciolava, iniziava la tragedia: grida e pianti interminabili e super capricci. Non vi dico la difficoltà nel cercare di contenere la sua rabbia: siamo arrivati ad aprire fino a quattro confezioni perché tutte, in un modo o nell’altro, finivano con il plumcake sbriciolato.

Ho quindi deciso che, dopo la prima scatola, avremmo completamente fatto a meno dei plumcake del Mulino Bianco. Ed ha funzionato, Liam se n’è completamente dimenticato, non avendoli più in casa.

Come sapete, le occasioni per preparare un dolce fatto in casa, non mancano, ne ho approfittato per provare la ricetta per il Bimby del Plumcake all’Arancia.

Ingredienti che hai in casa, la cui freschezza e’ sotto il nostro controllo, le dosi di zucchero e grassi sotto i nostri occhi, insomma: mille motivi per preparare un dolce in casa, caldo permettendo!

E’ molto morbido e non tanto dolce e penso si possa tranquillamente sostituire l’arancia con un limone.

La ricetta e’ del Bimby, ma ovviamente, con fruste elettriche alla mano o altra planetaria, sarà un successo ugualmente!

Ottimo per la colazione, e’ andato a ruba, fetta dopo fetta…

Ingredienti:

  • 1 arancia non trattata (sia il succo che la scorza)
  • 4 uova a temperatura ambiente
  • 250 g di zucchero
  • 170 g di burro a temperatura ambiente
  • 50 g di latte
  • 250 g di farina 0
  • 1 bustina di lievito per dolci
  1. Accendete il forno a 160 gradi, modalità statico
  2. Imburrate uno stampo per plumcake ed infarinatelo
  3. Se utilizzate il Bimby, mettete nel boccale la scorza d’arancia e grattugiate: 10 secondi, velocità 7.
  4. aggiungete il burro a tocchetti, lo zucchero e le uova e lavorateli: 40 sec. Vel 4
  5. Aggiungete gradualmente il latte, il succo dell’arancia spremuta e la farina: 30 sec. Vel. 5
  6. Aggiungete la bustina di lievito, con le lame in movimento per pochi secondi
  7. Versate il composto nello stampo e cuocete in forno a 160 gradi per circa 45 minuti