Financiers

Preparatevi:oggi voliamo in Francia!

Chiudo gli occhi e .. sono già li!

Eh si, oggi parliamo di Financiers, ovvero dei dolcetti dalla forma simile a mini plumcake, ma molto più sottili composti da farina di mandorle e che possono essere decorati come più vi piace: io ho optato per fragole, lamponi e mandorle per un risultato meraviglioso.

Sono delicati e morbidi e si chiamano Financiers poiché ricorderebbero la forma stretta è allungata del “lingotto d’oro”. Se desiderate realizzarli con la loro forma classica, vi consiglio di procurarvi lo stampo adatto, io ho utilizzato uno di silicone, che, anche se non si dovrebbe, ho comunque imburrato e infarinato.

Vediamo come si preparano.

Ingredienti:

  • 100 g di zucchero a velo
  • 60 g di Farina 00
  • 40 g di Farina di mandorle
  • 120 g di albumi (circa 4 uova) a temperatura ambiente
  • 70 g di burro fuso e freddo
  • 3 g di lievito per dolci
  • 1 pizzico di sale
  • Semini di mezza bacca di vaniglia, oppure due cucchiaini di estratto di vaniglia in gel

Per la decorazione:

  • fragole
  • lamponi
  • mandorle a lamella
  • zucchero a velo
  • gelatina spray per frutta

Preparazione:

  1. Preriscaldate il forno a 200 gradi in modalità statico
  2. Imburrate ed infarinate uno stampo in silicone per Financiers
  3. In un pentolino, fate sciogliere lentamente il burro e lasciatelo raffreddare
  4. In una ciotola, setacciate farina 00, farina di mandorle, il lievito e lo zucchero a velo ,
  5. A parte, con le fruste elettriche o in una planetaria, montate a neve gli albumi
  6. Uniteli ora, un cucchiaio alla volta, alle polveri, amalgamando con una spatola con movimenti dal basso verso l’alto per incorporare aria
  7. Quando gli ingredienti saranno ben amalgamati, aggiungete il burro fuso e freddo,  il sale,  e la polpa di vaniglia.
  8. Versate l’impasto negli stampini: per questa operazione, potete utilizzare un cucchiaio, oppure, come ho fatto io, trasferire l’impasto In una Sac-a-poche e tagliarne l’estremità.
  9. Riempite completamente le cavità degli stampini
  10. Decorate i Financiers con fragole, lamponi o mandorle a lamelle
  11. Far cuocere i Financiers a 200 gradi per i primi 5 minuti; poi abbassare la temperatura a 180 gradi per circa 10-12 minuti.
  12. Controllate la cottura verificando con uno stecchino. Se asciutto, sono pronti
  13. Sformate i Financiers solo quando saranno freddo, altrimenti si romperanno

La morbidezza dei Financiers e’ indicata per gustarli con una tazza di the, sicuramente in buona compagnia.  Data la particolarità della sua forma che ricorda un lingotto d’oro, il Financier va cotto in piccoli stampi rettangolari, se non siete in possesso di quello adatto, andranno benissimo gli stampi per mini-plumcake anche quelli monouso.

Il mercatino francese nel cuore della città

E’ sabato ed e’ una giornata meravigliosa: cielo azzurro

e neanche una nuvola, solo luce e sole.

Quanto ne avevo bisogno..Io e il mio piccolino abbiamo appuntamento in centro con mia cognata per un po’ di baby shopping, in occasione di una festa di compleanno che ci sarà domani sera.

Riesco a prepararmi e a sistemare casa prima che il mio cucciolo si svegli, ed è’ già un enorme vantaggio.

Mio marito ha l’influenza e lo lascerò riposare, ne ha molto bisogno.

Sara’ l’energia del sole ma non vedo l’ora di uscire. E in men che non si dica, siamo pronti per questa mattinata all’aperto, in centro.

Dopo numerosi week end trascorsi in casa per il maltempo, mi rilasso e arrivo puntuale all’appuntamento.

Prima tappa e’ un bellissimo negozio di giocattoli. Siamo a caccia di un regalo di compleanno per una bimba che compie 1 anno. Ma non sarà l’unica bambina presente, il gruppetto sarà numeroso e i regali i, anche se non di compleanno, saranno cinque..quindi iniziamo, anche se per il mio bimbo e’ come essere nel paese dei balocchi! Spero rimanga tranquillo nel passeggino, diciamo che non so quanto resisterà …

Non riusciamo a terminare gli acquisti per tempo, e per calmarlo nella sua eccitazione, ho deciso che gli regalerò dei pesciolini per fare il bagnetto.

Stamattina la gente si è riversata sulle strade, dal desiderio di vedere il sole e stare all’aperto.

Arriviamo in centro e con somma sorpresa troviamo numerose bancarelle di vario genere, si tratta di un mercatino francese.

Bandiere francesi ovunque, anche se, in tutta onestà, qualche bancarella era italiana ma grazie a bellissimi cartelloni raffiguranti la Torre Eiffel, d’improvviso ti sembra di essere Oltralpe.

Sciarpe e pashmina, tovaglie provenzali, pane. Pasticcini, biscotti, cioccolato, marmellate e conserve.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Non resisto, devo acquistare qualcosa e decido per una confettura di more selvatiche.

Immagino già una bella crostata,da preparare nei prossimo giorni.

Poco più lontano, un’altro angolo dedicato ai prodotti tipici italiani.

Ed ecco una bella bancarella che mi colpisce, orsacchiotti di pezza e peluche morbidissimi, coniglietti e cuori. Creati artigianalmente con tessuti adatti ai bimbi.

Mamma e figlia carinissime e molto disponibili, hanno un sito http://www.pupezza.com, meritano davvero.

Il cuore e’ colmo di serenità, e’ un sabato proprio speciale..

A volte basta poco per sentirsi bene..