Mini-pasticciotti al cioccolato ripieni di mascarpone

Di questa ricetta mi sono innamorata subito, nonostante poi abbia atteso del tempo prima di provarla, assaggiarla e confermare che…si’, è proprio golosa come sembra! Niente trucchi e niente inganni, cio’ che piu’ mi ha attirato dell’immagine della ricetta (forma, colore e ripieno) si è poi riconfermato in toto una volta sfornati e assaggiati.

Cosi come il pasticciotto tradizionale che adoro (e anche qui, la ricetta arriverà a breve) per questa “variazione sul tema” non ho avuto dubbi: il cioccolato fondente, il cacao, e la crema al mascarpone non possono che essere un successo.

Per la ricetta originale e quindi questa ispirazione, ringrazio la rivista “Più dolci” che mi ha fatto scoprire una vera e propria squisitezza.

Questi dolcetti sono ottimi per accompagnare un caffè o un tè pomeridiano, oppure per essere regalati su un bel vassoietto.

La base è composta da una frolla alle mandorle con cioccolato fondente e cacao che la rendono davvero squisita. La farcia è invece una crema al mascarpone che impreziosisce il ripieno di questi dolcetti indimenticabili..

Quanto alla forma, sono andata rivedere nel mio scaffale dedicato a stampi, stampini per dolci per ritrovare uno stampo di silicone di Pavonidea acquistato molto tempo fa, che ha 15 sfere del diametro di 4 cm, perfette per preparare questi bocconcini speciali.

Realizzarli non è poi cosi complesso come sembra.

Seguite i miei passaggi e vedrete che sarà semplicissimo.

Ingredienti:

Per circa 35 pasticciotti (diametro di 4 cm)

Frolla alle mandorle:

  • 350 g di farina 00
  • 50 g di farina di mandorle (io ho utilizzato le mandorle già tritate in sacchetto)
  • 2 uova a temperatura ambiente
  • 100 g di burro a temperatura ambiente
  • 50 g di cioccolato fondente (fuso e freddo)
  • 30 g di cacao amaro
  • 120 g di zucchero
  • 3 cucchiai di acqua fredda

Farcia

  • 180 g di mascarpone
  • 75 g di zucchero a velo
  • 1 tuorlo d’uovo
  • 1 bustina di vanillina

Preparazione:

  1. Pesate il cioccolato fondente e ponetelo in una ciotola adatta alla cottura a bagnomaria (acciaio), ponetela su un pentolino con due dita d’acqua e accendete il fornello. Fate fondere completamente il cioccolato fondente, a fuoco basso, rimestando con un cucchiaio di legno. Quando sarà fuso, togliete la ciotola dal pentolino utilizzando una presina (perché la ciotola scotta!!) e lasciate raffreddare completamente
  2. In una ciotola, o in una planetaria, mescolate e setacciate le farine con il cacao
  3. Aggiungetevi il burro a pezzetti e lo zucchero ed iniziate ad impastare il composto
  4. Aggiungete le uova, il cioccolato fuso e freddo e l’acqua fredda ed impastate fino a formare un panetto di pasta frolla. Se utilizzate la planetaria, l’impasto dovrà staccarsi dalle pareti della ciotola
  5. Avvolgete il panetto in una pellicola e lasciate riposare almeno 30 minuti in frigorifero
  6. Prepariamo la farcia: mescolate il mascarpone allo zucchero a velo e amalgamateli, aggiungete il tuorlo leggermente sbattuto, aggiungete la vanillina e amalgamate
  7. Imburrate ed infarinate lo stampo che intendete utilizzare; io ho utilizzato le mini-sfere ma potrete utilizzare anche lo stampo per mini-muffin
  8. Pre-riscaldate il forno in modalità statico a 170°C
  9. Preparate un piano di lavoro per stendere il panetto di frolla: potrete lavorarlo tra due fogli di carta forno, stendetelo col mattarello e con un coppapasta di 4,5 cm realizzate i dischi che serviranno per foderare le sfere dello stampo e foderate le basi delle sfere; la pasta non dovrebbe fuoriuscire troppo dal bordo, se necessario, date una forma omogenea utilizzando le dita
  10. Farciteli con un cucchiaino di farcia, oppure, potete utilizzare una sac-a-poche con la crema al mascarpone, facendo attenzione a non sporcare i dischetti, poiché la farcia è abbastanza liquida
  11. Con un coppapasta da 4 cm, formate i dischi piu’ piccoli
  12. Inumidite il bordo dei dolcetti con un pochino di acqua (con un pennello o utilizzando le dita) e richiudeteli con i dischetti più piccoli
  13. E’ ora di infornare i dolcetti (170°C) pre circa 15 minuti; controllate la cottura con uno stecchino per capire se la frolla è asciutta e quindi cotta
  14. Sfornate lo stampo e lasciate raffreddare completamente i mini-pasticciotti prima di sformarli
  15. Decorateli con lo zucchero a velo

 

Realizzare questi dolcetti è davvero molto piacevole, sarà per la forma cosi particolare, per i profumi che sprigiona il cacao e il cioccolato e per come si presentano.

E’ stato un piacere anche mangiarli e regalarli. Pensateci, un dolcetto che piacerà, eccome se piacerà!

Tiramisù

TiramisuArriva il momento in cui si desidera un dolce fresco e cremoso ed il Tiramisù e’ forse uno dei più semplici da preparare, forse uno dei dolci più amati da noi italiani, forse per questo impareggiabile abbinamento di Savoiardi, crema al mascarpone e tanto caffè. La spolverata di cacao poi è quel non so che che aggiunge, al tutto, una nota ancor più golosa.

Il Tiramisù, da ragazzina, lo preparavo con mia mamma e lo abbiamo sempre fatto in modo classico, con la base di Savoiardi. Da quando conosco mio marito, invece, il Tiramisù a casa, si prepara con la base di biscotti Pavesini. Non immaginavo fosse così diffusa questa alternativa golosa, eppure, col tempo, ho scoperto che a moltissimi piace il Tiramisu fatto così.

Domenica scorsa ho voluto provare le dosi del Tiramisù secondo Maurizio di Mario, noto pasticcere, insegnante all’Universita’ dei Sapori di Perugia, protagonista della trasmissione Chef per un Giorno.

Le ho dimezzate ed ho sostituito le dosi dei Savoiardi con i Pavesini.

Tiramisu con Pavesini

Ingredienti:

  • 3 uova (5 uova nella ricetta originale di Maurizio di Mario)
  • 300 g di Pavesini (Savoiardi nella ricetta di di Mario)
  • 250 g di mascarpone (500 g)
  • 75 g di zucchero (150 g)
  • 5 tazzine di caffè (10 tazzine)
  • Cacao amaro in polvere Q.b

Preparazione:

  1. Preparate le cinque tazzine di caffè e zuccherate leggermente, versatelo in una ciotola capiente.
  2. Preparate la Crema al Mascarpone
  3. Nella pirofila in cui vorrete servire il Tiramisu, mettete sulla base uno strato di  imbevete velocemente un biscotto alla volta nel caffè e disponetelo nella pirofila fino a completare un primo strato
  4. Ricoprite lo strato di Pavesini con abbondante Crema al Mascarpone
  5. Proseguite con un altro strato di Pavesini imbevuti nel caffè, fino a terminare gli ingredienti
  6. Quando l’ultimo strato sarà ricoperto di Crema, spargere il cacao amaro in polvere e riporre la pirofila in frigorifero

Le mie care amiche hanno molto carinamente consigliato delle valide alternative alla crema al Mascarpone fatta con le uova, suggerendo una crema a base di panna o ricotta e Mascarpone.

A voi la scelta, il Tiramisu’ nel nostro Belpaese e’ “sacro”, sono sicura che ognuno di voi abbia la propria ricetta alla quale e’ particolarmente affezionato.

Ora che l’estate e’ alle porte, non c’è niente di meglio di dolci freschi, cremosi che riposano in frigorifero e allietano i nostri palati.

Tiramisu con i Pavesini

Crema al Mascarpone

Ho tantissime cose da raccontarvi e sono molto molto dispiaciuta di non riuscire più a scrivere con una certa frequenza, ma spero di recuperare presto con tutti gli argomenti che attendono solo di essere raccontati!

Immagino che in ogni casa italiana che si rispetti, la crema al Mascarpone sia un must per il Tiramisù ed una prelibata crema per accompagnare o farcire il Pandoro a Natale.

Io l’ho utilizzata per preparare il Tiramisù, complice il caldo e l’estate alle porte che invoglia a semifreddi e dolci cremosi freschi e golosi.

Crema al Mascarpone

Ingredienti:

  • 500 g di Mascarpone
  • 4 uova freschissime, a temperatura ambiente
  • 150 g di zucchero
  • 3 cucchiai di cognac o liquore (facoltativo, io non l’ho utilizzato)

Preparazione:

  1. Separate i tuorli dagli albumi
  2. Montate i tuorli con 100 g di zucchero fino ad ottenere una crema soffice e spumosa
  3. Aggiungete il Mascarpone alle uova, continuate a mescolare a bassa velocità. Se avete deciso di utilizzare il liquore, aggiungetelo ora
  4. In un’altra ciotola, montate a neve ben ferma gli albumi con lo zucchero rimanente. Gli albumi sono pronti, quando capovolgendo la ciotola, rimarranno ben aderenti a questa, senza staccarsi dalle pareti.
  5. Aggiungete i bianchi montati a neve al composto di tuorli e zucchero, delicatamente, e con una spatola incorporateli delicatamente affinché il composto non si sgonfi. Il movimento della spatola sarà dall’alto verso il basso, fino a quando i bianchi d’uovo non saranno ben amalgamati con il composto.

Si parla molto ultimamente del procedimento di “pastorizzazione” delle uova per evitare di doverle consumare a crudo.

Sul web ho trovato molti spunti per il procedimento corretto, ma questa volta ho preparato la crema nel modo tradizionale, senza ulteriori passaggi.

Ho utilizzato questa crema per preparare il Tiramisù ed ho dimezzato le dosi.

Ma a Natale sarà ottima per farcire il Pandoro o accompagnarlo al Panettone.

Da leccarsi le dita!

Crema al mascarpone